Author Topic: Ferrara nelle mani dello straniero  (Read 1552 times)

(RIP) Tessa Piluccu

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 21
  • Honour: 0
Ferrara nelle mani dello straniero
« on: 05 October, 2013, 04:03:11 PM »
Affaticata per il duro lavoro svolto in questi giorni e amareggiata per l'attuale situazione presente nel SUO ducato si accomoda davanti alla  scrivania e di pugno scrive una lettera al nuovo reggente:

All'attenzione del nuovo reggente del Ducato di Ferrara

Vi scrivo queste righe perchè sono parecchi giorni che un pensiero mi tormenta rendendo giorno le mie notti e oscuri i miei giorni.

Non voglio usare tante parole, ergo arrivo subito al dunque. Ritengo che, al di là dei rapporti che avevate con il mio amato marito, Ferrara debba restare nelle mani del popolo ferrarese in quanto loro e dico solo loro possano avere a cuore il bene per questo ducato.
Non credo che uno straniero possa avere uguale interesse a quello che io stessa possa nutrire nel rendere prospero questo paese.
Trovo che sia inverosimile che uno straniero prenda potere salendo al trono, dettando leggi e comandando tutti  per cosa, come e quando fare del lavoro.
Ad oggi, un suddito è già scappato via dopo aver dichiarato di essere stato derubato da voi e più di uno ha espresso chiaramente che vorrebbe vedermi in altre vesti: al trono di Ferrara.  Ma grazie alla vostra invadenza, ciò non è stato possibile, ergo, vi chiedo di rinunciare a ciò che ingiustamente avete preso e lasciare Ferrara nelle mani di chi per giorni e giorni ha fatto scorrere il sudore sulla propria fronte per poter veder rifiorire questo ducato.
Ritenendo di essere stata chiara nell'esprimere la mia richiesta spero che al più presto vi rendiate conto del grave gesto che avete fatto tornando sui vostri passi.

Saluti.

Principessa del Ducato di Ferrara
Tessa Piluccu

Con il cuore pieno di speranza chiama una vecchia guardia fedele e manda di urgenza la lettera al Borgia
« Last Edit: 05 October, 2013, 07:42:39 PM by Tessa Piluccu »

Alessandro Borgia

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 71
  • Honour: 0
Re: Ferrara nelle mani dello straniero
« Reply #1 on: 07 October, 2013, 12:42:43 AM »
all'Attenzione di dama Tessa Pilucco,

gentile dama,
purtroppo non siete chiara affatto, ed anzi, vi prego di esprimere meglio il vostro pensiero confuso e fumoso.
Comprendo che siate ancora frastornata dalla prematura scompara di vostro marito, tanto da continuare ad essere assente e poco attiva così come lo eravate da mesi a questa parte. Ma Ferrara ha bisogno di cittadini attivi e collaborativi. è per questo che vi invito a prendere esempio da chi, senza indugio, si è, invece, gettato a capofitto nel lavoro.

Purtroppo avete ragione, Ferrara rischia di cadere in mano allo Straniero, lo stesso che organizzò la fallita rivolta di primavera e che voi, adesso state appoggiando, inconsapevole strumento nelle mani di chi vuole Ferrara per completare il quadro italico che con grande astuzia e sagacia ha saputo portare avanti soggiogando i più.

Vi confermo che, ad oggi, Ferrara è nelle mani del popolo Ferrarese, almeno di quello attivo, non certo di quello che si fa vivo una sola volta al giorno (per non parlare di chi lo fa una volta ogni 3 giorni) giusto per dire agli altri quello che è giusto e sbagliato fare ma per poi ritirarsi in solitudine senza nulla fare per il regno che tanto dice di amare. E sto parlando di Voi che ad oggi, a parte che per lagnarvi confusamente, non vi siete fatta viva per fare altro di costruttivo.

Le accuse che voi fate nei miei confronti sono gravi, a maggior ragione che le fate senza prove. Per non parlare del pessimo gusto di portare in piazza discussioni che avreste potuto benissimo, quantomeno, avviare privatamente. Un attegiamento non degno a chi si fregia del titolo di Principessa e che pertanto, in virtù di questa mancanza di feducia, è da considerarsi venir meno.

Ma da buon padre di famiglia, ho il dovere ed il bisogno di essere e restare genoroso con tutti, anche con voi che mi pugnalate a tradimento. Pertanto, nonostante tutto, io resto disponibile nel rinnovare la fiducia in voi, e lo faccio affidandovi un nuovo incarico sperando che vi sia più congeniale di quello che avete ricoperto ad oggi.
sarà l'occasione per voi, di riscattarvi dalla vostra condizione, sperando anche che comincerate a lavorare anche voi per il benessere del Regno di Ferrara, e non certo per regni stranieri.

Rispettosamente,
Alessandro Borgia Re di Ferrara

(RIP) Tessa Piluccu

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 21
  • Honour: 0
Re: Ferrara nelle mani dello straniero
« Reply #2 on: 08 October, 2013, 06:32:23 PM »
Ricevuta la missiva, corre in stanza per leggere la risposta attesa e come sospettava il Reggente ha i suoi interessi per non mollare, allora si avvicina allo scrittoio e inizia a segnare la pergamena scrivendo:

Caro Reggente,
ad oggi mi chiedo se sono io poco chiara nell'esprimere la mia richiesta oppure semplicemente siete voi che avete difficoltà nella comprensione. Se così fosse non riesco a spiegarmi come una tale persona, che non riesce a decifrare ciò che gli si dice possa "dirigere" un regno...

Mentre se eventualmente, cosa poco probabile, non comprendiate per il mio modo di espressione, per essere quanto più chiara vi ripeto che:  io Tessa Piluccu moglie dell'ex reggente di Ferrara ho il diritto di salire al trono più di voi che siete appena arrivato e non importa se è stato mio marito stesso a chiamarvi, lui non c'è più ed io sono la sua unica erede.

Inoltre, ho ben notato che siete veramente un padre di famiglia, perchè nonappena avete avuto un minimo motivo (secondo voi) avete subito provveduto a togliermi il titolo da principessa. Ma gentilissimo Re, nobili non si è se si ha un titolo  o se si è sul trono di un regno, nobili dentro ci si deve nascere e poi crescere, a voi libera interpretazione.
Ho pure visto che appena ho mandato le prove al vostro amico che la vostra permanenza qui si è basata sul dormire e studiare mi avete tolto anche il ruolo di direttore dell'accademia lasciando il posto vacante, mi complimento!!!! E' anche da questo che si vede l'interesse per Ferrara.
Aggiungo altri complimenti per la nuova legge che avete messo nel ducato, vi rappresenta pienamente.

Un favore vi chiedo, dite al vostro amico che siete stato voi stesso, in taverna, a dirmi che semmai avessi avuto bisogno vi avrei trovato solo dopo le ore 3 del pomeriggio, perchè per quanto IO sono sempre stata sincera non ha creduto alle mie parole.

Nella speranza che avete compreso il messaggio, caro RE vi porgo i miei più sinceri saluti.

Tessa Piluccu


Avvolta la pergamena la invia sapendo che troverà qualche altra scusante e qualche altro modo per attaccarla

Alessandro Borgia

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 71
  • Honour: 0
Re: Ferrara nelle mani dello straniero
« Reply #3 on: 09 October, 2013, 12:40:25 AM »
Gentile Dama,

state scadendo sempre più nel ridicolo.
Mi avete accusato di aver derubato una persona, senza aver detto chi avrei derubato, cosa gli avrei derubato, come lo avrei fatto e soprattutto senza riportare uno straccio di prova.
Avete affermato che il popolo ha lasciato Ferrara per causa mia, quando invece nessuno ha compiuto, nè sostenuto, tale cosa.
Avete pubblicamente scritto che non avete fiducia in me, e questo da solo basta a che vi sia revocato il titolo di Principessa. E dopo tutto questo vi meravigliate. Avreste dovuto essere voi, invece, a chiedermi di ritirarlo, visto che non mi riconoscete come Vostro Re!
Continuate ad offendermi, adesso, con la presunta legge ridicola, come Voi la chiamate, e sempre senza spiegarne i contenuti.

E noto con disgusto come, da un lato dichiarate non vi importa che sia stato il Re morente, Vostro marito, a chiamarmi a succedergli al trono. Dall'altra pretendete il trono medesimo in quanto sua vedova.
Siete scandalosamente avida, egoista e indifferente alle regole della convivenza civile, adesso capisco perchè re Amedeo vi ha esclusa dalla successione.

E ribadisco, Voi vantate diritti di successione che non avete.
Alla mia ascesa al trono non esisteva legge di successione, ergo, è reggente legittimo chi prende il trono.
Non esiste legge alcuna sulla ereditarietà, nè tra coniugi nè in altra misura, ergo non avete reditato un bel nulla.
Non avete sufficiente carisma a ricoprire il ruolo di reggente, ergo, non potete materialmente divenirlo.
Non siete abbastanza attiva per esserlo, infatti, non vi siete neppure accorta della morte del vecchio Re Vostro marito.
Siete completamente asservita a chi trama per prendere possesso di Ferrara, e lo dimostrate con le vostre accuse false e strumentali, con la vostra completamente assente mancanza di collaborazione e con il vostro continuo e costante tradimento ai danni della Corona.

Mi rammarico come questa vostra grinta non l'avete tirata fuori per costruire il regno, invece che per offendere chi ci sta provando a farlo. Ed a giudicare dal vostro attaccamento ai presunti diritti di successione, mi viene da pensare che, in fondo, voi aspettavate la morte di Amedeo per poterne prendere il posto.

Purtroppo siete totalmente inaffidabile, infedele ed incapace affinchè possiate ricoprire ruoli nel regno, è per questo che siete stata sollevata dal ruolo di Direttore che conservavate unicamente per studiare gratuitamente.
Nonostante ciò vi ho dato una seconda opportunità sulla quale state sputando. Vi esorto ancora una volta, l'ultima, a ritornare sui vostri passi ed a riscattarvi dalla vostra misera condizione.
E tanto per cominciare fatelo andando a lavorare alla costruzione del mercato a Mantua, così come stiamo facendo noi altri.

E con questa, per quanto mi riguarda, il discorso è chiuso.

Alessandro Borgia Re di Ferrara

(RIP) Berton Berton

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 1471
  • Honour: 0
Re: Ferrara nelle mani dello straniero
« Reply #4 on: 12 October, 2013, 11:20:58 PM »
La lettura dei dispacci degli informatori disseminati in ogni dove era uno dei doveri che il conestabile di Aragona si era imposto da se'.
Quello del suo agente in fFerrara non era contrassegnato come prioritario, e quindi fu letto sol quando altri piu' urgenti erano stati debitamente  vagliati.

"Molto interessante - penso' Berton - questa e' una situazione destinata a finire in schifezza. Mi domando solo se si arrivera' ad una epurazione de' vecchi notabili, ovvero ad una ignominiosa fuga col tesoro del regno. "

Alessandro Borgia

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 71
  • Honour: 0
Re: Ferrara nelle mani dello straniero
« Reply #5 on: 17 October, 2013, 02:32:41 PM »
Il re di Ferrara, perplesso su questi pensatori ad altavoce venuti da lontano disse, e lo disse affinchè lo sentissero in tutta Europa.

A schifezza finirà di certo. ma nè per tirannia, nè per rapina. almeno non per mano di chi sta Regnando nel pieno del suo diritto a farlo.
La schieffezza sta arrivando da oltre confine, accompagnata per mano da chi si è eretta a paladina del proprio egoismo a farsi regina. Desiderio talmente potente da consegnare Ferrara, quella che dovrebbe essere la sua patria, alla mercè dello straniero.
Utile sciocca nelle mani di chi non aspettava altro per mettere le mani su questo Regno che ha la sola sfortuna di avere vicini invadenti, e prossimamente invasori.