Author Topic: E mentre Erminia lavora...  (Read 2720 times)

(RIP) Erminia Mocenigo

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 9
  • Honour: 0
  • La cosa più forte tra noi, è la rarità...difendiCi
E mentre Erminia lavora...
« on: 20 May, 2013, 01:22:04 PM »
Erminia da qualche giorno era intenta nella riscrittura delle leggi,
da quando Re Amedeo le aveva concesso l'onore di farla Vassallo del Regno, non c'era attimo che non passasse lavorando per dare il massimo e dimostrare quanto valesse.

Stranamente quella mattina qualcosa distoglieva l'attenzione di Erminia..
una forte sensazione di aver già fatto qualcosa di simile, forse un deja-vu, forse un sogno.
La sua mente rievocava momenti in cui scriveva le leggi e chiedeva consigli e pareri al suo Re.
Troppo spesso le sembrava di aver vissuto certi episodi, aver fatto certi discorsi, il benessere di alcune emozioni.

La sua mente rievocava spesso la Regina Morgana, qualcosa portava Erminia a collegare la sua figura a quei pensieri così invadenti..così come continuava a vedere ben chiara nella sua mente Napoli pur non essendoci mai stata..


Cosa mi succede? si domandò Erminia mentre quello che sembrava follia si stava rivelando un ricordo.
Lei, un pò più giovane, Sua Maestà Morgana, Re Amedeo...tutti nella stessa sala, alla ricerca delle leggi perfette per il Regno di Sicilia e Napoli.


è successo davvero!! commentò Erminia in un sussurro mentre scavava ancora nella sua mente.
Si alzò e prese due fogli.
Mai prima di quel momento le era venuto un simile dubbio sulla sua esistenza ma, ora era lì..pronto a venire alla luce.

Si mise a sedere, guardò la carta davanti a sè e il calamaio, impaziente come mai prima di scrivere e ricevere dei chiarimenti sulla sua vita.
« Last Edit: 20 May, 2013, 01:29:34 PM by Erminia Mocenigo »

(RIP) Erminia Mocenigo

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 9
  • Honour: 0
  • La cosa più forte tra noi, è la rarità...difendiCi
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #1 on: 28 May, 2013, 02:19:40 PM »
Aveva scritto poche parole nella missiva ai suoi genitori, frasi di circostanza dovute alla distanza e una chiara e semplice richiesta: "raccontatemi padre di quando sono venuta al mondo"
Eran passati pochi giorni ed Erminia nervosa teneva fra le mani la risposta dei suoi cari, leggeva attenta le parole contenute in quella lettera..si soffermò sulla parte più importante.
Le lacrime le rigavano il viso mentre si ripeteva quanto letto.

"....figlia mia, temevo il giorno in cui mi avresti fatto questa domanda!
Io e tua madre ti trovammo tempo fa confusa, spaventata e malconcia davanti ad una sorgente d'acqua nei pressi di Napoli.
Non ricordavi nulla della tua identità e mentre ti riprendevi dovevamo darti un nome..Erminia ci piaceva tra i tanti, ti abbiamo accolto e accudito come una figlia.
Purtroppo i numerosi tentativi di farti tornare alla mente chi eri e di cercare la tua vera famiglia, sono falliti, così qualche anno fa abbiamo rinunciato..
ma come mai ora questa domanda?"


Aprì il cassettino della sua scrivania, ancora lì, nascosta fra le carte del Regno, la busta pronta per essere spedita alla donna impressa nella sua mente..

Vostra Maestà,
Non pretendo che Voi ricordiate chi sono.
Fino a qualche tempo fà, vivevo nel Vostro Regno..
ora mi presento a Voi come un'umile cittadina che ha bisogno di una conferma o meglio...
della Vostra versione dei fatti riguardo ad un ricordo che tormenta le mie giornate.
Capisco quanto possa esser complesso espresso così, capire le mie parole..ora vi spiego.
Terminavo di riscrivere le leggi di Ferrara, quando la mia testa è balenata su un ricordo di Voi che ridete insieme a Re Amedeo...
fin qui nulla che mi turba..
resto però sconvolta quando affiora nella mia mente la presenza di una dama, una regina!
ricordo un bel vestito, una parlata piuttosto sicura, cosa ancor più devastante, conosco i dettagli di quella conversazione e questo mi fa diventare curiosa..
si parlava di leggi!
Ditemi mia Regina... è possibile che fossi presente?
e quella Dama che non riesco a vedere in viso..chi è?
Vogliate personarmi se Vi disturbo per queste cose..ma ho tanto bisogno di capire.

I miei ossequi
E.M


tanti nuovi pensieri riempirono la testa di Erminia...troppe coincidenze!
Lesse per l'ennesima volta la lettera per la Regina ma decise di non aggiungere nulla.
chiamò un messo fidato e con tono molto serio gli disse..
"Fate avere questa mia missiva alla Regina Morgana Chiaramonte in persona! questa mia, deve rimanere segreta anche a Re Amedeo."
Annuendo l'uomo uscì da palazzo.
Erminia stanca e pensierosa, decise di concentrarsi sul lavoro..

(RIP) Morgana Chiaramonte

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 196
  • Honour: 0
  • Lo sguardo oltre il niente...
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #2 on: 29 May, 2013, 01:53:52 AM »
Agnese bussò alla porta dello studio di Morgana...

Senza attendere risposta entrò per consegnare la missiva....Guardò perplessa la regina intenta a mettere ordine sulla sua scrivania piena di lettere alle quali non aveva ancora avuto il tempo di rispondere......Era una missiva di Erminia Mocenigo, così almeno indicava la busta....

Morgana la guardò sorridendo e disse prendendo la lettera che Agnese le porgeva..


Agnese non preoccuparti...risponderò a tutti...una in più.....

Morgana non finì la frase......prese la lettera e la guardò.....quella calligrafia le ricordava qualcosa, o meglio qualcuno....

Con mani tremanti l'aprì facendo cenno ad Agnese di uscire........


Non è possibile.....disse quasi in un sussurro....

Lesse la lettera tutta d'un fiato.....la rilesse di nuovo.....

Come poteva quella donna dire di averla vista ridere insieme ad Amedeo? Come poteva conoscere i dettagli di una conversazione con sua sorella?

Ricordi.....tanti ricordi affiorarono alla sua mente con una forza dirompente.....eppure.....

Guardò di nuovo la calligrafia della donna che le scriveva.....la firma.....E.M.....

Quel modo di firmare.....lo stesso di Galvano...di suo fratello Eriberto.....di Maddalena....

Maddy..........

Lasciò correre le lacrime lungo il viso, si sedette e fissò fuori dalla finestra.....


Non è possibile...... disse ancora a bassa voce.....

Prese una pergamena e iniziò a scrivere......



Quote
Palermo, giorno XXVIII mese V Anno Domini MCCCXIII


Dama Erminia

ricevo con immenso piacere un vostro scritto...
Non ricordo di avervi incontrata durante la vostra permanenza in Sicilia o almeno.....di aver avuto l'opportunità di parlarvi....

Quello che mi chiedete è difficile da confermare....
Mi parlate di cose delle quali voi, Erminia, non potete aver assistito....

Tuttavia.....

Vi chiedo di raggiungermi a Palermo il prima possibile......
Avremo modo di parlarne di persona e di rispondere insieme a quelle che sono le vostre domande.....

Dite al vostro Re che ho necessità di parlare con voi ed abbracciatelo per me....ma....cercate di essere qui al più presto....

Vi auguro un buon viaggio e mi auguro davvero di incontrarvi  prestissimo....


Morgana



Chiamò Agnese e le consegnò la lettera dicendole di consegnarla al messo perchè portasse la sua risposta al mittente.....


Ora non resta che attendere..... disse Morgana augurandosi che le sue speranze divenissero realtà....

« Last Edit: 29 May, 2013, 02:09:22 AM by Morgana Chiaramonte »

(RIP) Erminia Mocenigo

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 9
  • Honour: 0
  • La cosa più forte tra noi, è la rarità...difendiCi
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #3 on: 31 May, 2013, 12:39:31 PM »
Il messo più fidato entrò di corsa al castello..Erminia stupita lo guardò leggermente innervosita dal suo comportamento ma vedendo il sigillo nella busta capì che era importante e tralasciò il comportamento irruento dell'uomo.
Vi ringrazio, ma ora lasciatemi sola e chiudete la porta! disse secca sapendo che quella busta conteneva le risposte che aspettava.
Lesse velocemente, nessuna risposta precisa..solo una richiesta della Regina Morgana.
Chiudendo la busta e nascondendola in una piccola tasca della sua veste preparò i bagagli, l'essenziale per il viaggio.
Scrisse una missiva veloce al suo Re:

Mio Re, mi duole scriverVi e non avvisarVi personalmente.
ho ricevuto l'invito ufficiale da Sua Maestà Morgana Chiaramonte a farLe visita.
Parto dunque con il massimo della fretta, non lascerò il Regno per molto..pochi giorni e sarò di ritorno.
Perdonatemi.

p.s.: La Regina Morgana mi ha chiesto di abbracciarVi...consideratelo fatto.

E.M


Chiuse la pargamene e corse a palazzo, lasciandola alla guardia all'ingresso.
In tutta fretta partì.

(RIP) Tessa Piluccu

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 21
  • Honour: 0
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #4 on: 31 May, 2013, 02:23:28 PM »
Mentre Tessa faceva la sua consueta passeggiata nel giardino notò la guarda che si apprestava ad entrare a palazzo con una pergamena nella mano, gli andò incontro e si fece consegnare la missiva. Dopo averla letta attentamente la ripose nella tasca nell'attesa che Amedeo rientrasse a Palazzo....

(RIP) Amedeo Catalano

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 12
  • Honour: 0
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #5 on: 01 June, 2013, 11:43:34 AM »
Amedeo, dopo esser stato nel cantiere a controllare i lavori per la costruzione della parrocchia, tornò a Palazzo. Tessa era lì, come sempre. Passeggiava nel giardino antistante la loro dimora e, di tanto in tanto, rimaneva stregata dalla bellezza di qualche fiore che inevitabilmente raccoglieva e portava a casa. La osservava da lontano e notava un passo nervoso e poco rilassato.
Si avvicinò, dunque, lentamente e guardandola negli occhi, dopo qualche attimo di silenzio, accennando un leggero sorriso e carezzandole il viso con il dorso della mano disse:

"Cosa ti turba Principessa..."

(RIP) Tessa Piluccu

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 21
  • Honour: 0
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #6 on: 01 June, 2013, 03:31:38 PM »
Bentornato mio caro!
Si lascia accarezzare e dopo averlo delicatamente baciato risponde:
cosa mi turba? Non sono turbata Amedeo ma in verità c'è qualcosa che mi sfugge, ecco questa è per te la manda "madame"...
porge la lettera e attende che la legga...

(RIP) Amedeo Catalano

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 12
  • Honour: 0
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #7 on: 01 June, 2013, 04:33:22 PM »
Prende la missiva e, aprendola,  ne legge il contenuto:

Mio Re, mi duole scriverVi e non avvisarVi personalmente.
ho ricevuto l'invito ufficiale da Sua Maestà Morgana Chiaramonte a farLe visita.
Parto dunque con il massimo della fretta, non lascerò il Regno per molto..pochi giorni e sarò di ritorno.
Perdonatemi.

p.s.: La Regina Morgana mi ha chiesto di abbracciarVi...consideratelo fatto.

E.M


La richiude e, mettendola in tasca, rivolgendosi a Tessa dice:

"Non capisco che problema ci sia...semplicemente il Vassallo (tra se a bassa voce: "che tra le altre cose non ha ancora portato a termine il lavoro che le ho dato in merito alle leggi e non ha ancora fatto partire nemmeno uno solo dei progetti lanciati") mi sta comunicando che sarà lontana da Ferrara per raggiungere la Regina Morgana in Sicilia. A parte il fatto che preferivo mi avesse chiesto il permesso per farlo, per il resto non è mio interesse sapere il perchè è andata via...ma questo non esclude il fatto che non è un comportamento consono alla carica ch'ella ricopre".

Detto ciò, tende la mano a Tessa per portarla con se a Palazzo

(RIP) Tessa Piluccu

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 21
  • Honour: 0
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #8 on: 01 June, 2013, 05:18:32 PM »
Mentre con sorriso risponde :"sei tu che l'hai nominata vassallo" si lascia trasportare dal suo amato a palazzo per farsi coccolare...

Una volta in camera, tenendolo per le mani e guardandolo dritto negli occhi, dice: "Amedeo non mi va di chiederti se mi ami, lo so, lo sento, quello che voglio capire è se hai mai amato nessuno così come ami me

(RIP) Morgana Chiaramonte

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 196
  • Honour: 0
  • Lo sguardo oltre il niente...
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #9 on: 01 June, 2013, 10:11:25 PM »
Erano passati pochi giorni da quando Morgana aveva inviato la risposta alla missiva del Vassallo di Ferrara, Dama Erminia Mocenigo....

I pensieri della regina andavano spesso alla missiva che aveva ricevuto e le domande che si poneva non erano da meno di quelle della donna che stava attendendo...

Eppure qualcosa non tornava....

Possibile che Amedeo non sapesse niente? Possibile che non sapesse che forse la donna della sua vita era così vicina a lui?

Forse era cambiata.....pensò ancora.....

Morgana conosceva benissimo il grande amore che legava Amedeo a Maddalena, così come sapeva che niente e nessuno mai li avrebbe divisi, se non la morte.....

La morte....

Pensò che il corpo di Maddalena non aveva mai avuto sepoltura......allora forse.......

Andò alla finestra e guardò il cielo....doveva esserci una risposta....

Non vedeva l'ora che Dama Erminia arrivasse a Palermo....


Che Theos mi aiuti a ritrovarla! disse Morgana a bassa voce....


(RIP) Erminia Mocenigo

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 9
  • Honour: 0
  • La cosa più forte tra noi, è la rarità...difendiCi
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #10 on: 01 June, 2013, 10:13:08 PM »
Sono partita troppo di fretta, avrei dovuto parlare con il Re di persona, approffittare dell'abbraccio della Regina per stringerlo...pensò Erminia durante il viaggio.
Il viaggio proseguiva spedito..nessuna tappa.
La carrozza mostrava bei paesaggi intorno, Erminia rivivendo nella mente il ricordo di quella chiacchierata fra sovrani, chiese al suo accompagnatore di poter passare per le vie fuori dalle mura di Napoli..
Strade familiari, viste e conosciute...il sentiero della sua sorgente, quella in cui era stata trovata era sempre lì..

un altro ricordo si faceva nitido ai suoi occhi, la donna indefinita e Re Amedeo, lì..
Lei dal tono felice, gli diceva che era quello il posto da cui gli prendeva l'acqua.
Lo teneva per mano mentre lo "trascinava" camminando con leggeri saltelli da "bimba emozionata".

Un leggero crempo colpì Erminia allo stomaco...angoscia..nostalgia..ansia.
Il resto del viaggio lo passò addormentata.

Dama, siamo arrivati a Palermo. disse delicatamente l'accompagnatore svegliatevi su!

Erminia aprì a fatica gli occhi, era stanca..il malessere che provava all'idea di scoprire qualcosa di brutto la tormentava, sospirò e si ricompose per quanto potesse.
Lasciatemi davanti a Palazzo Reale furono le uniche parole fino al momento in cui la carrozza si fermò.

Scese impaurita e si guardò intorno, il palazzo davanti a se, la strada trafficata, Palermo era proprio come se la ricordava.
Si fece coraggio e s'incamminò verso l'ingresso.
Solo una donna davanti a lei...Erminia sorrise pronta a presentarsi..
Buongiorno..la Regina Morgana mi ha invitato ad incontrarla.sono..... non riuscì a dire parola, voleva scappare.

(RIP) Amedeo Catalano

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 12
  • Honour: 0
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #11 on: 02 June, 2013, 01:00:20 PM »
Amedeo, una volta in camera con Tessa e dopo aver ascoltato le sue parole, la porta sul letto. Amano stare a letto senza far nulla,distesi anche solo a guardarsi, abbracciandosi o giocando su di esso. Alla memoria risalgono vecchi ricordi di quando si trovavano a Roma per il matrimonio. Un caldo inenarrabile eppure loro, la notte dopo le nozze, si ritrovarono a letto abbracciati nonostante i 30 e più gradi. O ancora, quando ospiti a Firenze durante il tragitto di ritorno a Ferrara il Granduca fiorentino offrì una camera ai novelli sposi. Un'enorme stanza con un letto matrimoniale immenso ed un lettino all'angolo. Si guardarono i due e, sorridendo, senza esitare scelsero di dormire nel lettino. Ricordi indelebili che testimoniano il profondo legame tra i due.

"Tessa"

Verbiò Amedeo dopo il flash di ricordi

"mi conosci, conosci la mia storia. Sai chi e come sono fatto...forse lo sai meglio di chiunque altro. Sei al corrente della mia vita passata e sarai attrice protagonista del resto della mia vita. La risposta alla tua domanda è racchiusa in sei semplici parole: Io non ho mai sposato nessuno."

Detto ciò, abbracciandosi, si addormentarono dopo la faticosa giornata!

(RIP) Tessa Piluccu

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 21
  • Honour: 0
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #12 on: 02 June, 2013, 06:36:08 PM »
Felice per le parole appena udite, appoggiò il capo sul petto di Amedeo e con il "respiro all'unisono" si addormentarono....

(RIP) Morgana Chiaramonte

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 196
  • Honour: 0
  • Lo sguardo oltre il niente...
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #13 on: 17 June, 2013, 04:35:46 PM »
Era immersa nei suoi pensieri, comodamente seduta sulla poltrona del suo studio, quando il rumore di una carrozza che si fermava sul viale la fece sobbalzare...

Non doveva incontrare nessuno quel giorno....a meno che....forse Erminia era giunta a palazzo......

Di scatto balzò in piedi e si precipitò al piano di sotto, incurante di inciampare nella gonna del proprio abito che  aveva imparato ad indossare....


benedetti pantaloni..... mormorò a bassa voce scendendo di corsa le scale.....

Sulla porta Agnese che stava per far entrare una giovane donna.....

Lascia Agnese......faccio io.....aspettavo la visita di questa Dama....

Agnese la guardò alzando il sopracciglio ma si eclissò in silenzio......

Morgana si avvicinò alla donna sorridendo.....


Voi siete....Erminia....giusto? Venite.....vi attendevo.....entrate e ristoratevi, avete fatto un lungo viaggio....poi avremo modo di parlare.....

L'introdusse nel salone e la fece accomodare....intanto la buona Agnese, previdente, aveva già preparato dei dolcetti e della frutta da poter offrire all'ospite....

Morgana la guardava.....qualcosa in lei le faceva battere il cuore....i suoi occhi......ripensò a sua sorella ed un brivido percorse la sua schiena......

Le avrebbe dato il tempo che le serviva e poi.....avrebbero parlato......



(RIP) Erminia Mocenigo

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 9
  • Honour: 0
  • La cosa più forte tra noi, è la rarità...difendiCi
Re: E mentre Erminia lavora...
« Reply #14 on: 18 June, 2013, 08:45:33 PM »
"corre" pensò Erminia guardando la Dama che scendeva le scale..
non riuscì a tenere il pensiero, troppo rapidamente la Donna si era presentata e l'aveva accolta nel salone.

Scrutava la stanza restando stupita della sua bellezza, ritornando alla Regina solo quando le fece notare la seduta e i dolcetti....
Erminia ne andava pazza!

Si sentiva osservata, voltò lo sguardo gli occhi della Dama davanti a se incrociavano i suoi, quel sorriso tenero le fece passare l'ansia per l'incontro, era rimasta solo la curiosirà.

Ho qualcosa fuori posto Mia Regina?
disse mentre senza troppa timidezza prendeva dei dolcetti.

Li assaggiò e rimase rapita da quel sapore così delicato...che si scordò la prima domanda...
Sono buonissimi!!! esclamò con tono alto.

Capendo d'essersi già presa troppa libertà, guardò la Regina con espressione diversa..
quella di una bimba che non vuole essere sgridata per una monelleria e sorrise sincera.

Vi chiedo scusa per averVi importunato Maestà, Vi ringrazio per l'accoglienza.
Perdonatemi se Vi pongo subito una domanda ma...perchè avete voluto vedermi?


La guardava cercando in lei qualcosa che potesse ricordarle altro...

I suoi occhi si fermarono sulla gonna..la confondevano.
Erminia non capiva perchè ma inconsciamente sapeva di dover dare una spiegazione al suo essere ipnotizzata da quell'indumento.

Attese in silenzio che la Regina si sentisse pronta a parlare con lei..

 
« Last Edit: 18 June, 2013, 08:47:27 PM by Erminia Mocenigo »