Author Topic: L'addestramento (the training)  (Read 3138 times)

(RIP) Berton Berton

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 1471
  • Honour: 0
Re: L'addestramento (the training)
« Reply #15 on: 29 May, 2013, 11:07:04 PM »
"I miei riflessi sono buoni, dite?"

“Eccellenti, direi – rispose Berton – sotto questo profilo avete pochi rivali. Quello che vi manca è l'esperienza e  qualche cognizione di tecniche e tattiche avanzate!. Sono qui per questo, Adesso torniamo alle azioni rallentate, che ve ne mostreranno i segreti”

“Ecco il primo – disse poi facendo roteare la spada vicino alla propria spalla – questo semplice movimento aggiunge forza al colpo di taglio, ma lo scopo principale è un altro. Confonde le idee sulla traiettoria che darò al colpo, che potrebbe essere tanto un fendente o un tondo da destra o da sinistra, quanto un montante da baso in alto. Un gioco di polso in cui occorre far attenzione a non ferirsi da soli. Provatelo”


******************************


"My reflexes are good, you say?"

“Excellent, I'd say- answered Berton – on this side you have few opponents. What you need is some experience, and the knowledge of advanced tactis and technicals. That's my businnes. Now back to slow motion, to discover their secrets “.

“That's  the first – said swinging the sword close to his shoulder – This simple mouvement adds strenght to the cutting strike, but the main goal is different. You won't know where I'll strike, as I could drop high right or left, as well as drive an ascending hit. A pulse play where you must pay attention to avoid self wounds. Try it”

(RIP) Beatrice Fieschi Este

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 70
  • Honour: 0
Re: L'addestramento (the training)
« Reply #16 on: 30 May, 2013, 02:28:49 PM »
Obbedì immediatamente.
Sollevò la spada e cominciò a farla roteare come aveva visto fare a lui.
Non era tra i gesti più eleganti e femminili che si potessero compiere, ma il risultato era efficace e soprattutto sarebbe stato quello che avrebbe determinato la sconfitta o la vittoria sull'avversario.

"Così?"


*****************************************

She obeyed immediately.
She lifted her sword and began swinging it as she had seen him do it.
This was not one of the most elegant and feminine gestures that you could make, but the result was effective and above all it would have been what would have determined the defeat or victory against the opponent.

"In this way?"

(RIP) Berton Berton

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 1471
  • Honour: 0
Re: L'addestramento (the training)
« Reply #17 on: 31 May, 2013, 12:01:03 AM »
"così?"

“Non c'è male, ma il movimento a mulinello deve essere più stretto, la lama deve passare più vicino al vostro fianco, sì da poterlo eseguire anche se avete un compagno ad un passo di distanza”

Detto questo, Berton si pose al suo fianco destro prima di dirle “riprovate”
Dopo aver osservato i suoi movimenti si avvicinò di mezzo passo prima di ordinare “Adesso veloce, sempre più veloce, non state combattendo contro una lumaca!”

“Molto bene – disse dopo un poco – adesso facciamolo nel modo giusto. Questo movimento riesce meglio se la spada viene impugnata a due mani. La destra funge da perno, la sinistra imprime al ferro la forza necessaria”

                                           
* * *

"In this way?"

“Not bad, but whirling must be less large, blade has to brush your body, you could make that even with a fellow on your side”

So said, Berton moved near her, before saying “try again”
Seen her movements, he closed more before ordering “ Now faster, always faster, you aren't fighting against slugs”

“Very well – he said later – now do it in the right way. That's better when you handle your sword by both hands. Right hand as pivot, left hand to give power to the blade”



(RIP) Beatrice Fieschi Este

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 70
  • Honour: 0
Re: L'addestramento (the training)
« Reply #18 on: 05 June, 2013, 11:40:15 AM »
Le spade lunghe si impugnano a due mani, lo sapeva.
E in generale ogni grande arma, che necessitava della presa e della forza di due braccia.

Ma lo guardò perplessa.

"Pensate che riuscirei a brandire un'arma così grande e pesante? Questa è leggera, apposta per l'addestramento.
Ma in combattimento riuscirei ad usare una spada a due mani?"


****************************

The long swords must be holden in both hands, she knew.
And in general any great weapon, which required the plug and the strength of two arms.

But she looked at him puzzled.

"Do you think I'd be able to wield a weapon so big and heavy? This one is light, made for the training.
But in combat I could to use a two-handed sword? "

(RIP) Berton Berton

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 1471
  • Honour: 0
Re: L'addestramento (the training)
« Reply #19 on: 06 June, 2013, 10:56:40 PM »
"Pensate che riuscirei a brandire un'arma così grande e pesante? Questa è leggera, apposta per l'addestramento. Ma in combattimento riuscirei ad usare una spada a due mani?"


“Liberate la mente dal mito dei cacciatori di dragoni che si aggirano per oscuri sotterranei, e ragionate con la vostra testa! Quanto pesano una spada normale ed uno scudo in ferro? Credete davvero che una spada poco più lunga pesi più di questi due insieme?

“Tolti gli esemplari alti quanto un uomo, che io non amo, le buone spade a due mani aggiungono peso e lunghezza soprattutto nell'impugnatura. Io preferisco il modello intermedio, detto anche bastarda o da una mano e mezza, che ha peso e proporzioni simili a quello da addestramento che avete in mano, e resta adatto all'uso con una mano sola”

“Non è un'arma per principianti ma, ora che sapete camminare nel modo giusto, siete perfettamente in grado di padroneggiarla”





"Do you think I'd be able to wield a weapon so big and heavy? This one is light, made for the training. But in combat I could to use a two-handed sword? "

“Free your mind from myths about dragonhunters walking trough dark dungeons, and think by your head! What?s the weight of a normal sword and an iron shield? Do you really think that a  sword just a bit  longer could weight more than both togeteher?”

“Out of some type long as a man, that I dislike, good two handled swords add little lenght and weight to normal ones, mainly on hilt. My preferred type is the bastard, also called “one hand and an half”, close to the training type you are playing with, fit for single hand too”

“Unfit for beginerrs, fit for a lady who knows how to walk correctly”


« Last Edit: 07 June, 2013, 10:44:44 AM by Berton Berton »

(RIP) Beatrice Fieschi Este

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 70
  • Honour: 0
Re: L'addestramento (the training)
« Reply #20 on: 07 June, 2013, 12:41:47 AM »
Guardò il disegno che Berton le stava mostrando.

"Mi spiegate la dicitura forte, medio e debole sulla lama? Cosa vogliono dire? E perché esiste un filo falso e un filo dritto? La lama non taglia da entrambi i lati?"

Nel frattempo si era rialzata e stava provando a far roteare la spada con due mani.



****************************************

She looked at the drawing that Berton was showing.

"Do you explain me the words strong, medium and weak on the blade? What do they mean? And why there is a straight false and a straight wire? The blade doesn't cut on both sides?"

In the meantime, she was raised and was trying to to swing the sword with both hands.

(RIP) Berton Berton

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 1471
  • Honour: 0
Re: L'addestramento (the training)
« Reply #21 on: 07 June, 2013, 10:39:12 AM »
"Mi spiegate la dicitura forte, medio e debole sulla lama? Cosa vogliono dire? E perché esiste un filo falso e un filo dritto? La lama non taglia da entrambi i lati?"


“Con piacere.
Le parole usate per definire le tre sezioni della lama ricordano la loro efficacia quando parate, che è massima vicino all'impugnatura e minima vicino alla punta. La sezione forte riesce a bloccare anche colpi assai violenti, quella debole viene spazzata via facilmente. E' una questione di leve.
In realtà la situazione muta in modo graduale in ogni punto, ma sarebbe inutile definire le infinite sfumature. Come regola generale, la lama avversaria va sempre ingaggiata con una sezione, o grado, più forte di quello suo”.

“Le migliori lame, quali quelle che io produco, sono affilate sui due lati ma solo nella sezione debole, o al massimo fino a metà lunghezza, perché solo quella si usa per colpire. Affilare il resto è una sciocchezza, l'arma diventa più pericolosa solo per chi la impugna, perché si spezza più facilmente”.

“Il disegnatore ha commesso un piccolo errore, le corrette definizioni sono filo vero e filo falso.
Sono identici, ma stabiliscono il rapporto con voi stessa. E' filo vero quello rivolto fuori dal pugno, filo falso il lato opposto”

“Usando la spada con due mani, alcuni colpi vi riusciranno meglio col filo falso, perché altrimenti dovreste incrociare scomodamente le braccia. Anche alcuni colpi di spada ad una mano riescono meglio col filo falso, ma la cosa è meno evidente.

____________________________________________________________________



"Do you explain me the words strong, medium and weak on the blade? What do they mean? And why there is a straight false and a straight wire? The blade doesn't cut on both sides?"



My pleasure.
Words used for blade's sections recall their efficiency when parrying, best close to the hilt, minimal near the edge. The strong section stops powerful strikes, the weak is easyly wiped away. Matter of leverage.
Really the situation changes gradually point by point, but should be useless using countless descriptions.
As a general rule, opponent's blade must always be engaged by a stronger section, or grade, of your.

“Best blades, as those I craft, are sharpened  on both sides, but just on the weak, or half their leght, as that's the only part used to strike. Sharpening more is a sillness, the sword become more dangerous just fpr the user, as it breaks easyly.

“The designer made a little mistake, better to say true and false wire. They are the same thing, but seen as oriented with you. True wire, out of your fist, false wire the opposit side.

“Using a two handled sword, the false wire let you to avoid uncomfortable arm crossing. False wire is useful for simple sword too, but the advantage is less evident

(RIP) Beatrice Fieschi Este

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 70
  • Honour: 0
Re: L'addestramento (the training)
« Reply #22 on: 07 June, 2013, 11:01:01 AM »
La lezione si faceva sempre più interessante e complessa.

Beatrice osservò la propria spada.

"Dunque, con questa parte della spada - indicò quella più vicina all'elsa - mi difendo in maniera più efficace che non con la punta.
E fin qui mi è chiaro.
In attacco le parti si invertono? E' la punta il lato forte?
Altrimenti come posso avere un rapporto di superiorità rispetto al mio avversario, se passassimo il tempo a colpirci con la parte della spada vicino all'impugnatura?"


E prima che Berton rispondesse, Beatrice ragionò anche sul filo vero e sul filo falso.
Non si trattava di affilatura, ma semplicemente di posizione.

"Quindi se rigiro la spada nella mia mano, il filo vero diventa falso e viceversa?"


**************************************************

The lesson was becoming more interesting and complex.

Beatrice watched her sword.

"So, with this part of the sword - she pointed to the one closest to the hilt - I defend more effectively than with the tip.
So far it is unclear to me.
In attack, the parties are reversed? the strong side is the tip of the sword?
Otherwise, how can I have a relationship of superiority over my opponent, if we spent the time to hit us with the part near the handle of the sword? "


And before the answer of Berton, Beatrice reasoned also on the true edge and the false edge.
It was not sharpening, but simply to position.

"So, if I turn the sword over my hand, the true edge becomes false and vice versa?"

(RIP) Berton Berton

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 1471
  • Honour: 0
Re: L'addestramento (the training)
« Reply #23 on: 07 June, 2013, 01:22:05 PM »
"Quindi se rigiro la spada nella mia mano, il filo vero diventa falso e viceversa?"

“Esattamente!”

“Per la precedente domanda, avete detto qualcosa di giusto e qualcosa di sbagliato. Il debole è la parte da impiegare per toccare l'avversario ma, per tradizione, il nome non cambia”

“Anche il medio arresta il debole, e in certe situazioni è preferibile, ma è meglio usarlo per le azioni di spinta o di battuta che scansano la lama dell'avversario esponendolo al vostro colpo”

“ La cosa davvero importante è  proteggersi sempre con un grado della lama più forte di quello che vi minaccia, anche se la differenza fosse solo di un pollice più indietro”.

“ La differenza fra la vita e la morte, spesso, consiste in questa distanza”

* * *


"So, if I turn the sword over my hand, the true edge becomes false and vice versa?"

“ Exactly!”

“ About the  previous question, you said something right and something wrong. The weak is what you have to use to hit the opponent but, by tradition, his name doesn't change”

“Medium too stops the weak, and sometimes does it better, but his best use is for tappig or pushing actions that shift opponent's blade, exposing him to your hit”

“ It's mandatory to protect always themselves by a blades's grade stronger than the threating one, even if the differnce is just a thumb back”

“ Difference between life and death, often, has just that lenght”

(RIP) Beatrice Fieschi Este

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 70
  • Honour: 0
Re: L'addestramento (the training)
« Reply #24 on: 09 July, 2013, 04:18:39 PM »
Annuì.
Aveva capito bene quel che le stava dicendo.

"Vogliamo provare?"



*********************


She nodded.
She had understood what he was saying.
"We want to try?"


(RIP) Berton Berton

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 1471
  • Honour: 0
Re: L'addestramento (the training)
« Reply #25 on: 10 July, 2013, 10:07:52 PM »
"Vogliamo provare?"

Sicuro, ma non oggi e non qui.
Lo faremo durante le esercitazioni quotidiane in caserma.
Gli uomini vi guarderanno con attenzione, le donne con rivalità.
Gli uni e le altre impareranno qualcosa loro malgrado.


*********************



"We want to try?"


Of course, but not today and not here.
We are going to do that in dayly training at barracks.
Men will look at you with special attention, women with some rivality.
Both will learn something, even if not willing.

« Last Edit: 10 July, 2013, 10:10:59 PM by Berton Berton »

(RIP) Beatrice Fieschi Este

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 70
  • Honour: 0
Re: L'addestramento (the training)
« Reply #26 on: 15 July, 2013, 01:41:02 AM »
Annuì.

"Quando vogliamo cominciare? E come devo venire abbigliata?"


*****************

She nodded.

"When we want to start, and how dressed I have to come ?"

(RIP) Berton Berton

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 1471
  • Honour: 0
Re: L'addestramento (the training)
« Reply #27 on: 15 July, 2013, 06:08:06 PM »
"Quando vogliamo cominciare? E come devo venire abbigliata?"

Qualsiasi mattina va bene, se il servizio non mi trattiene fuori città.
Per cominciare, useremo la stessa attrezzatura di oggi, ma con lame nere più adatte.
In seguito sarà meglio indossare l'armatura a piastre e l'elmo chiuso, perché anche senza filo nè punta i colpi di queste armi sono piuttosto duri.

*****************


"When we want to start, and how dressed I have to come ?"

Every morning should be fine, if some duty doesn't keep me outside the town.
At the beginning, same dresses as today, just different blackblades.
Later plate armour and full helmet, as even without letal wire and edge hits by such weapons are mostly hard.