Author Topic: First battle - prima battaglia  (Read 1239 times)

(RIP) Selene Este

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 365
  • Honour: 0
First battle - prima battaglia
« on: 20 November, 2012, 04:51:23 PM »
Selene had recovered well from the battle the day before, a few bruises, nothing major.
A couple of bandages, a poultice made of clay to heal a wound in the arm, a little deeper, which did not require any stitches.

After the battle, victorious, each armiger was looking for a little rest before the next.

The area conquered at the time, was only a small village situated on a river.
She Departed, leaving the zone, suddenly was attracted by the sound of the water and what he saw left her stunned.
There was a natural fountain, she approached, one spray hot water hit her in face.

"It is hot!" Exclaimed.
Not knowing the its properties, she went away, he would ask later explanations about that jet of water, which flowed intermittently powerful from the ground.




Selene si era ripresa bene dalla battaglia del giorno prima, qualche escoriazione, niente di importante.
Un paio di bende, un cataplasma fatto d'argilla per cicatrizzare una ferita al braccio, un poco più profonda, che non necessitava di alcuna sutura.

Dopo lo scontro, vittorioso, ogni armigero cercava un pò di riposo, prima del prossimo.

La zona conquistata era, al momento, un villaggio di piccole dimensioni situato su un fiume.
Partendo e lasciando la zona, fu attratta da un rumore di acqua e ciò che vide la lasciò stupita, era una fontana naturale, si avvicinò, uno spruzzo d'acqua calda le colpì il viso.

"E' calda!" Esclamò.
Non conoscendone le proprietà si allontanò, avrebbe chiesto più tardi lumi, su quel getto d'acqua, che intermittente sgorgava potente dal terreno.


(RIP) Harald Magnusson

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 2969
  • Honour: 0
Re: First battle - prima battaglia
« Reply #1 on: 21 November, 2012, 06:09:13 PM »
“Ah! Ah! It’s true my Lady, pay attention, it could be dangerous.”

Harald was in a little grove nearby visiting the men wounded after the fight with the rebels.
During these days good luck smiled on them. After the first clash with the rebels’ vanguards, this of today was a real battle, an hard one for the inexperienced Flemish militiamen. At the end, decisive, were the support of the Knight of Montesa from Aragon, and the Castilian infantry that took the day.

“Water spring out from that hollow regularly. Some times ago I visited this land while I was having one of my commercial journey. The master of the local Guild drove me here. It’s known as the “Devil’s spring” due to the hot water, but the master, a smart man, shown me a better way to use it: a nice vat full of that water will make you feel better and restored than 10 days of sleeping! Truly, I think there’s any evil in that spring..”

Harald took a deep glance to the Lady in front of him. She fought with mastery and skills, something  unexpected for a woman with such a graceful body. Her strength and determination were fatal to many unwary rebels that approached her with foolish haughtiness: they paid a higher price.

“I have to offer you my congratulations Lady Selene, you fight like a fury, but you never lose your self control, something absolutely rare on the battlefield.”


_________________________________________________________________________________________________

"Ah! ah! è vero Mia Signora, fate attenzione potrebbe essere pericoloso."

Harald si trovava in un boschetto lì accanto in visita agli uomini feriti durante lo scontro con i ribelli.

La fortuna aveva arriso loro in quei giorni. Dopo lo scontro del giorno prima in cui le avanguardie ribelli erano state facilmente respinte, quella di oggi era stata battaglia vera e propria e aveva messo più a dura prova l'inesperienza delle milizie fiamminghe. Ma alla fine il determinante apporto dei Cavalieri di Montesa aragonesi, e delle fanterie castigliane, accorse a sostegno delle rivendicazioni fiamminghe, avevano risolto la giornata.

"L'acqua sgorga con una certa regolarità da quella cavità. Tempo fa visitai queste lande durante uno dei miei viaggi d'affari, e il capo della Gilda dei mercanti locali di Koln mi portò a visitarla. La chiamano la "Fonte del Diavolo" visto che l'acqua è calda, ma il capo della gilda, una persona molto intelligente, mi fece scoprire un utilizzo sicuramente non diabolico di quella fonte: un bel tino colmo con quell'acqua vi ristorerà meglio che 10 giorni di sonno continuato! in effetti, per me quella fonte non ha nulla di diabolico.."


Harald fissò per un attimo la Dama di fronte a lui. Si era battuta con una maestria e una capacità insospettabili per una donna con un corpo così aggraziato. La sua forza e la sua determinazione erano state fatali a molti sprovveduti che le si erano fatti sotto con stolta supponenza: ne avevano pagato un caro prezzo.

"Devo farvi i miei complimenti Lady Selene, combattete come una furia, ma senza mai perdere il controllo delle vostre facoltà, cosa molto rara sul campo."
« Last Edit: 21 November, 2012, 06:14:21 PM by Harald Magnusson »

(RIP) Selene Este

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 365
  • Honour: 0
Re: First battle - prima battaglia
« Reply #2 on: 22 November, 2012, 03:13:09 PM »
“Ah! Ah! It’s true my Lady, pay attention, it could be dangerous.”

She heard laughter behind her. She whirled, the sword already well firm and steadfast in his hands.

Her voice was known, recognized the Noble Harald.

"Do not do it, you do not approach to me while I'm absorbed, I could not recognize you and you would be obliged to use the sword. I do not think that you would like.

Selene looked at him and smiled, "the battle has been gracious also with you, no major wound."

"Interesting description, the properties of this water are therefore therapeutic. Difficult to put a nice tub in a wood.
I fully agree with you, that if it is a source of well-being, can not be a evil, but a gift of Theos.
I would change the its name, I'd call it more "The cradle of Morpheo""
she laughed.

“I have to offer you my congratulations Lady Selene, you fight like a fury, but you never lose your self control, something absolutely rare on the battlefield.”

"I'm dedicated to the art of the blades, others prefer the embroidery, I find that the needle is not very suitable weapon for the battlefield."

Selene turned serious and the smile disappeared.


"Ah! ah! è vero Mia Signora, fate attenzione potrebbe essere pericoloso."

Udì una risata alle sue spalle. Si volse di scatto, la spada ben ferma e salda tra le mani.

La voce le era nota, voltandosi riconobbe il Nobile Harald.

"Non fatelo, non avvicinatevi mentre sono assorta, avrei potuto non riconoscervi e sareste stato obbligato a impugnare la spada. Non credo lo avreste voluto."

Selene lo gurdò e gli sorrise, "Noto che la battaglia è stata magnanima anche con Voi, nessuna ferita importante."

"Interessante descrizione, le proprietà di quest'acqua sono quindi terapeutiche. Vedo di difficile attuazione mettere una bella tinozza in un bosco.

Concordo pienamente con Voi, che se essa è fonte di benessere, non può essere maligna, bensì un dono di Tehos.
Dovrebbero mutare il suo nome, la chiamerei più "La culla di Morpheo".
Scoppiò a ridere.

"Devo farvi i miei complimenti Lady Selene, combattete come una furia, ma senza mai perdere il controllo delle vostre facoltà, cosa molto rara sul campo."

"Mi sono dedicata all'arte delle lame, altri preferiscono il ricamo, trovo che l'ago sia un'arma poco idonea per un campo di battaglia."

Selene si fece nuovamente seria e il sorriso scomparve.



(RIP) Harald Magnusson

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 2969
  • Honour: 0
Re: First battle - prima battaglia
« Reply #3 on: 22 November, 2012, 04:46:14 PM »
Harald smiled to the Lady. He got a glance for a while.

“Don’t worry my Lady, remember that I came from the North. Where I came from we learn to fight first and then to talk. Unfortunately the exhausting hunts that my brother forced me to do have left their signs… while in a wood I’m used to always approach leeward and silently..”

Harald noted the lightning and ready reaction of the warrior Lady. She turned as quickly as a feline, sword at hand, ready to fight, ready to kill. But Harald noted even her quickest change of mood.

He looked at the young Lady with intensity, weighing up her gestures, her words. He noted a moment of hesitation, quickly removed by a proud and stern gaze that didn’t  linger with his one.

“I beg your pardon my Lady”
he said with a little bow of his head “I didn’t want to embarrass you. I was only trying to understand what could upset so much such a Lady..”

________________________________________________________________________________________________

Harald sorrise alla Dama. La fissò per un momento.

“Non vi preoccupate mia Signora, ricordatevi che vengo dal Nord. Lassù s’impara prima a combattere e poi a parlare. Purtroppo le estenuanti battute di caccia a cui mi sottoponeva mio fratello hanno lasciato il segno… e in un bosco istintivamente mi avvicino sempre sottovento e in silenzio…”

Harald aveva notato la reazione fulminea e pronta della Dama guerriera. Si era voltata con la rapidità di un felino spada in pugno pronta a combattere, pronta a uccidere. Ma Harald notò anche il repentino cambio d’umore.

Guardò la donna con intensità, soppesandone gesti e parole. Notò un attimo di indecisione sul suo volto, subito cancellato con uno sguardo severo che non indugiava sostenendo il suo.

“Vi prego di volermi perdonare Mia Signora”
disse con un leggero inchino del capo “Non era mia intenzione mettervi a disagio. Stavo solo cercando di capire cosa mai potesse turbare così tanto una donna come voi..”


« Last Edit: 22 November, 2012, 04:48:09 PM by Harald Magnusson »

(RIP) Selene Este

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 365
  • Honour: 0
Re: First battle - prima battaglia
« Reply #4 on: 23 November, 2012, 02:58:13 AM »
"The hunt has its own charm, no discomfort, I was reminded of a promise made to myself long ago.
The frown, which you may have noticed on my face, is simply related to that, nothing else.
Do not give you thoughts "

With regard to the lands of the North, they are not to me totally unknown, in my wanderings, never tired, I lived in Ireland for a very long period, of course I missed the sun and the scents of the Mediterranean, but up there I have been fine. A green earth, with hard men, hardened by the climate.

I believe that the best sword I have had it was forged in Irish soil, I have given it a name to honor the man who had forged and his homeland.

The Captain of the Guard Irish was also a disciple of Hephaestus wiry and a bit cranky, who has worked with sublime skill, when he extracted the blade from the water to temper it well, looked like a father who held in her arms her infant.
A scene that stuck with me well vivid in my memory.
I had called "Wren steel", to remembered a place in my life where I lived.

Unfortunately, also the blades become worn, and now I have another.
Not so just right for me, his weight seems unbalanced, of course I bought it from a dealer, not a blacksmith who forges them and the creates tailored for those then will challenge.

I digress, and the next battle will begin shortly, best to delay the conversation on the hunt at end, because I have no doubt that we will be only slightly dented.


Selene was relaxed chatting and was ready to re-engage in combat.



--------------------------

“La caccia ha un suo fascino, nessun disagio, mi sono rammentata di una promessa fatta a me stessa, tempo fa.
Il cipiglio, che sicuramente avrete notato sul mio viso, è legato semplicemente a ciò, null’altro.
Non datevene pensiero.”

Per quanto riguarda le terre del Nord non mi sono totalmente sconosciute, nel mio peregrinare mai stanco, ho dimorato in Irlanda per un periodo assai lungo, certo mi mancava il sole e i profumi della macchia mediterranea, ma lassù sono stata bene. Una terra verde, con uomini duri, temprati dal clima.
Credo che la miglior lama che ho posseduto sia stata proprio quella forgiata in terra Irlandese, le avevo dato un nome in onore dell’uomo che la creò e che ricordasse la sua patria.

Il Capitano della Guardia Irlandese era anche un discepolo di Efesto,  l’ha lavorata con sublime maestria, quando la tolse dall’acqua per temprarla al meglio, pareva un padre che tenesse il proprio pargolo tra le braccia.
Una scena che è rimasta ben vivida nella mia memoria.
La chiamai "Wren steel", a ricordo di un luogo ove ho vissuto in pace.

Purtroppo anche le lame si usurano e ahimè ora ne ho un’altra, poco adatta a me, il suo peso pare sbilanciato, certo l’ho acquistata da un armaiolo, non da un fabbro che le forgia personalmente e che le crea calibrate per chi dovrà impugnarle.

Sto divagando e la prossima battaglia inizierà a breve, rimanderemo la conversazione sulla caccia al suo termine, perché non ho dubbi che saremo solo lievemente ammaccati."


Selene si era rilassata chiacchierando ed era pronta nuovamente ad ingaggiare tenzone.