Author Topic: [GDR]La Valsassina  (Read 1222 times)

(RIP) Alicia De Bourgogne

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 2
  • Honour: 0
[GDR]La Valsassina
« on: 18 June, 2012, 02:17:52 AM »
Aveva appena attraversato i confini del ducato di Milano ed iniziava ad entrare nella valle chiamata Valsassina, attualmente sapeva che Milano era sotto assedio da parte delle forze provenienti dal Regno di Sardegna dunque aveva deciso di stabilirsi in quella valle che era sicuramente un posto più sicuro. Dopo ore e ore di viaggio giunsero ad un piccolo borgo

" Primaluna "

disse una delle guardie che la stavano scortando, lei guardò attentamente il borgo, era piccolo, le case tutte uguali ed una piccola fortezza che sicuramente ospitava il signorotto locale, con un cenno del capo la giovane fece segno di proseguire fino a giungere alla piccola rocca, la gente vendendo quel piccolo gruppo di soldati si affacciava dalle finestre, usciva dalle botteghe e dalla piccola taverna. Giunti alla rocca il piccolo gruppo si fermò era completamente disabitata

" Tu villico vieni qui! "

disse la guardia indicando l'uomo che stava sistemando delle merci su di un carretto

" Mi ha chiamato mio signore? "

disse l'uomo chinando la testa

" Si! voglio sapere dov'è il signore di Primaluna "

disse la guardia osservandolo bene

" Mio signore credo che siate arrivato tardi, Primaluna è sprovvista di signore da anni oramai, benché faccia parte del ducato come gran parte della Valsassina è isolata, forse il borgo di Lecco è più importante "

disse l'uomo per poi congedarsi ad un segnale della guardia, non sapendo che fare gli uomini entrarono nella rocca scortando la giovane che sorridendo disse

" Penso che non dispiacerà a nessuno se sostiamo qui "

(RIP) Ettore Carafa

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 42
  • Honour: 0
Re: [GDR]La Valsassina
« Reply #1 on: 19 June, 2012, 02:07:33 AM »
Maestà, dei tizi stranieri si sono stabiliti nella Valsassina... A Primaluna...
Fu la voce di uno dei soldati ad informare Ettore che vi erano altri problemi...
Maledizione ! Non bastavano quei maledetti sardi a dar problemi... Ora si mettono anche questi tizi... Chissà chi saranno mai...
aggiunse subito dopo il duca alzandosi dalla sua poltrona e recandosi fuori dal  castello...
Soldato... prendi con te 4 uomini e recati a Primaluna... Voglio sapere chi sono questi messeri che intendono trasferirsi li e cosa vogliono... Se necessario, usate la forza...
disse ad un cavaliere che subito si mise in viaggio per la Valsassina...

(RIP) Alicia De Bourgogne

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 2
  • Honour: 0
Re: [GDR]La Valsassina
« Reply #2 on: 21 June, 2012, 03:12:42 PM »
I giorni trascorrevano veloci da quando il gruppetto era giunto a Primaluna e si era stabilito nel palazzo signorile. Gli abitanti avevano iniziato ad apprezzare la loro presenza anche per il grande aiuto che stavano dando nella costruzioni di canali e nei lavori nei campi, oltre alla ristrutturazione dei vali palazzi. Un giorno mentre Alicia passeggiava per le strade del borgo accompagnata da 4 guardie vide arrivare a cavallo un gruppo di soldati che portavano lo stendardo del ducato di Milano, sicuramente era giunta voce a Milano del loro arrivo ed era più che comprensibile l'invio di una pattuglia. Quando i cavalieri li video fermarono i cavalli ed una volta scesi colui che sembrava il capo si rivolse a loro

Siete per caso voi gli stranieri che si sono stabiliti qui prendendo possesso del palazzo signorile di Primaluna?

disse con voce dura, per la prima volta Alicia decise di parlare

Si mio signore, siamo giunti da poco a Primaluna dopo un lungo viaggio dalla Borgogna, essendo in molti e vedendo abbandonato il palazzo ci siamo stabili per riposarvi, ma vi assicuro che non abbiamo intenzioni negative nei confronti della vostra autorità

tacque un momento per prendere fiato e poi rispose

Per questo motivo ho scritto una lettera al duca di Milano per informalo del nostro arrivo e per chiedergli la possibilità di rimanere qui, vi prego di consegnarla

e dicendo questo diede la lettera al capo  che guardandola montò a cavallo ed insieme a due guardie tornava verso la strada per la capitale, mentre altri due cavalieri rimasero li, sicuramente per tenerli sotto controllo. Mentre guardava sparire i cavalli rilesse mentalmente la lettera scritta al duca.


Quote
A Sua Grandezza il Duca Di Milano

Mi presento a voi sono Alicia De Bourgogne da poco trasferitami nel vostro ducato insieme ad un gruppetto di uomini che mi hanno scortata all'interno del vostro ducato. Ci siamo trasferiti a Primaluna piccolo borgo della Valle della Valsassina, e ci siamo insediati nel palazzo signorile vuoto e in rovina. In questi giorni abbiamo aiutato il borgo e ci siamo affezionati molto a queste persone. Per questo sono qui a chiedervi la possibilità di permetterci di gestire il borgo di Primaluna in vostra vece come signora. Naturalmente vi daremo qualcosa in cambio come segno di fedeltà. Abbiamo saputo che necessitate di pietra e Primaluna e a pochi passi dalla provincia di Chur dove si trovano le cave di pietra ducali. Pensavamo di inviare alcuni nostri uomini in quelle cave per estrarre pietra e donarla a vostra maestà come tributo di vassallaggio. Non abbiamo ostilità nei vostri confronti o in quelli del ducato vorremmo solo una casa, e siamo disposti ad aiutare vostra maestà e il ducato.

Con rispetto

Alicia De Bourgogne
[/color]
« Last Edit: 21 June, 2012, 03:14:42 PM by Alicia De Bourgogne »

(RIP) Ettore Carafa

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 42
  • Honour: 0
Re: [GDR]La Valsassina
« Reply #3 on: 22 June, 2012, 09:25:11 PM »
Certamente la madama sapeva trattare. Letta la lettera Ettore rimase stupefatto e felice di aver trovato nuovi collaboratori, volenterosi di lavorare.
Ettore non perse attimo per rispondere alla madama...

Cordialissima dama Alicia  de Bourgogne
Sono felice della vostra missiva e soprattutto traquillo del fatto di aver trovato nuovi collaboratori. Pensavo di dover mobilitare nuovamente l' esercito, di questi tempi, infatti, stiamo avento problemi con stati nemici.
Tornando a noi comunque, avete l' autorizzazione a compiere quanto da voi detto, ma, vi attendo a milano per la vostra conoscienza e futura investitura.
Ettore Carafa, duca di Milano.


scritto ciò Ettore incaricò un messo di partire e consegnare la sua lettera....