Author Topic: Procedimento nei confronti di Celestino d'Este  (Read 1379 times)

(RIP) Mariano Albimonte

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 1
  • Honour: 0
Procedimento nei confronti di Celestino d'Este
« on: 28 August, 2012, 05:15:53 PM »
Noi, Mariano Albimonte, Magistrato di Ferrara, per ordine di Amedeo Catalano, Vassallo di Ferrara, emaniamo un ordine d'arresto nei confronti di Celestino d'Este.
Il Capitano della guardia di Ferrara, Arrigo Da Lentini, provvederà al più presto all'arresto.
« Last Edit: 28 August, 2012, 05:21:33 PM by Mariano Albimonte »

(RIP) Alfonso Fernandez

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 169
  • Honour: 0
  • Per Teos, cum Teos e in Teos!
Re: Procedimento nei confronti di Celestino d'Este
« Reply #1 on: 28 August, 2012, 05:33:00 PM »
Parigi,  Santa Sede

Giorno XXVIII, Mese VIII, Anno Domini MCCCXII

Noi, Monsignor Alfonso Fernandez, vi scriviamo a nome del Santissimo Padre Teologico Giovanni XXII, che voi citate in giudizio.

La prima cosa che voi dovreste sapere è che per arrestare una qualsiasi persona bisogna prima sottoporla a giudizio in un tribunale e dopo un regolare processo. Quello che voi state mettendo in atto è un vero e proprio abuso e se Giovanni XXII verrà arrestato, tutto il Ducato di Ferrara verrà citato in giudizio all'Alta Corte di Giustizia Europea. Inoltre per citare in giudizio il Santo Padre di Parigi deve prima essere rettificata una missiva alla Segreteria Pontificia a Vicennes.
Nei casi più estremi deve essere recapitata una missiva al segretario Pontificio Friedrich Von Luxemburg o in ultima possibilità al Santo Padre in persona.
Questo processo sa molto di una messa in scena. Vorremmo essere informati al più presto della situazione e avere migliori delucidazioni al riguardo.
Nessun Capitano ferrarese osi avvicinarsi al suolo parigino per condurre in prigione Sua Santità Giovanni XXII, altrimenti incorrerete nel castigo divino e peggio ancora.

Speriamo di ricevere quanto prima una missiva con delle delucidazioni e reali accuse.

Che Tehos perdoni la vostra arroganza.

Padre Alfonso
Nunzio in terra di Danimarca
« Last Edit: 28 August, 2012, 05:38:19 PM by Alfonso Fernandez »

Monsignor Alfonso Fernandez
Servus Teos



(RIP) Alfonso Fernandez

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 169
  • Honour: 0
  • Per Teos, cum Teos e in Teos!
Re: Procedimento nei confronti di Celestino d'Este
« Reply #2 on: 28 August, 2012, 06:18:55 PM »
Parigi,  Santa Sede

Giorno XXVIII, Mese VIII, Anno Domini MCCCXII

Noi, Monsignor Alfonso Fernandez, vi scriviamo per chiedervi scusa e per chiedere il vostro perdono. Non sapevamo dell'esistenza di un omonimo del nostro Santo Padre, e dopo aver visto un mandato di arresto senza un regolare processo, siamo andati su tutte le furie perchè noi odiamo i sopprusi.

Chiedo ancora umilmente scusa, e vorrei anche dirvi che Nostra Santità Giovanni XXII non c'entra assolutamente niente con il mio parlare. Ho agito da solo, senza avere il suo permesso, perchè convinto di essere nel giusto, ma purtroppo mi sono macchiato del peccato di arroganza, uno dei peggiori mali dell'uomo.

Chiedo umilmente perdono a tutta la Corte e i membri del governo di Ferrara, ormai sono vecchio e non capisco più niente.

Che Tehos perdoni me, che ho bisogno più degli altri.

Padre Alfonso
Nunzio in terra di Danimarca

Monsignor Alfonso Fernandez
Servus Teos



Isabella Este

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 812
  • Honour: 1
Re: Procedimento nei confronti di Celestino d'Este
« Reply #3 on: 02 September, 2012, 01:53:05 PM »
Isabella si era recata a Ferrara per assistere al processo contro Celestino D'este. Aveva preso posto nell'aula del Tribunale deserta e pazientemente aveva atteso che entrasse la Corte  e l'imputato. Il giorno era miseramente scivolato via senza che nessuno si  fosse presentato e al tramonto, ormai certa del rinvio, aveva lasciato il Palazzo per andarsi a riposare.
Il giorno seguente di buon mattino aveva raggiunto nuovamente l'Aula, speranzosa di trovare qualcuno, ma ahimè, nessun' anima viva si fece avanti neanche quel dì.
Erano cinque giorni che si ripeteva la stessa scena, l'aula sempre deserta, niente Corte, niente imputato...ma forse di Domenica i processi non si celebravano pensò e preferì così trascorrere il pomeriggio passeggiando per la bella città. Sarebbe tornata l'indomani mattina...era proprio vero... la Giustizia aveva tempi biblici...
" Il mio segreto è una memoria che agisce a volte per terribilità"