Author Topic: Per il Signore di Firenze  (Read 1225 times)

(RIP) Bernardo Dovizi

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 83
  • Honour: 0
  • Conte di Bibbiena e del Casentino
Per il Signore di Firenze
« on: 28 December, 2011, 02:59:28 PM »
Quote

Roma, Palazzo Laterano,
28 dicembre 1311.



Vostra Signoria carissima,

Siamo il Re della Repubblica di Roma Sua Maestà Bernardo Dovizi d'Este, Principe di Orvieto e Spoleto e Conte di Bibbiena e del Casentino.
Vi scriviamo poichè volevamo sapere le sorti dei nostri feudi di Bibbiena e del Casentino, ereditati dal nostro patrigno il Conte Bernardo dei Dovizi, fedele servitore della Repubblica per molti decenni.

La nostra domanda è se Noi, legittimo erede di quei feudi possiamo mantenere tale titolo sotto la vostra giurisdizione in Firenze, terra natia et a Noi carissima.

La documentazione di appartenenza ci è stata recapitata dall'allora Signora Patrizia Colonna (http://forum.medieval-europe.eu/index.php/topic,4521.0.html) prematuramente deceduta.

Approfittiamo di questa missiva per invitarvi nell'Urbe qualora lo vogliate.
Attendo una vostra desta risposta.



In fede,
Sua Maestà Bernardo Dovizi d'Este,
Rex Romanorum
Principe di Orvieto e Spoleto
Conte di Bibbiena e del Casentino.

(RIP) Himbertus Degarda

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 124
  • Honour: 0
Re: Per il Signore di Firenze
« Reply #1 on: 29 December, 2011, 07:43:33 PM »
Alla sua Maestà, Bernardo Dovizi, Re della Repubblica di Roma, Principe di Orvieto e Spoleto, e Conte di Bibbiena e del Casentino, noi, Imberto di Garda, per la grazia di Dio reggente di Firenze, salutem in fraternità.

Quando presemmo il carico della Signoria di Firenze dopo che la benamata Signora Patrizia abbia preso la via di ogni carne, così all'improviso e al danno di tutti i fiorentini, sia vivi che morti,  fu decretato che, senza dichiarazione esplicita al contrario, ogni atto della rigrettata Signora sarebbe considerato come valido.
Perciò, siamo lieti di constatare che, dal punto di visto del reggente, potete continuare a considerarsi feodatorio della Repubblica di Firenze, per quanto riguarda i feodi di Bibbiena e del Casentino.

In fede,
Imberto di Garda
Reggente di Firenze


(RIP) Bernardo Dovizi

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 83
  • Honour: 0
  • Conte di Bibbiena e del Casentino
Re: Per il Signore di Firenze
« Reply #2 on: 30 December, 2011, 04:54:15 PM »
Quote
Roma, Palazzo Laterano,
30 dicembre 1311.



Vostra Signoria Carissima,
abbiamo ricevuto con gioia la Vostra missiva e solo questo commento da parte nostra: che Tehos benedica Firenze e il suo governo.



In fede,
Sua Maestà Bernardo Dovizi d'Este,
Rex Romanorum
Principe di Orvieto e Spoleto
Conte di Bibbiena e del Casentino.