Author Topic: Viaggio a Cagliari  (Read 961 times)

(RIP) Uccio Bello

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 27
  • Honour: 0
Viaggio a Cagliari
« on: 18 October, 2011, 12:52:19 AM »
Sir  Uccio  non   era tanto abituato  a  viaggiare e questa era la prima volta   che  intraprendeva un viaggio  così  tanto   lungo.   Pero doveva  farlo,  non  solo  per   mantenere la promessa  al Barone Capoferro e portargli  la legna,  ma  perché avrebbe voluto tanto vedere  quelle  terre che gli aveva  raccontate  il  vassallo di   Cagliari durante il  suo breve sostare   ad Urbino.
Così  prese  da scrivere e preparò  una   missiva   per il  Barone,  nella   quale vi annunciava  il suo  arrivo  in  Sardegna.  Chiamò  un bravo giovanotto e dandogli 2   soldi gli ordino   di  portare la missiva il più   presto  possibile fino  a   Cagliari.
Fatto ciò  si   mise  nella  sua  branda  ed  aspetto  il giorno  dopo,  il giorno  in   cui  sarebbe  partito.


(RIP) Alceste Capoferro

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 411
  • Honour: 0
Re: Viaggio a Cagliari
« Reply #1 on: 18 October, 2011, 01:19:31 AM »
Alceste osservava Cagliari dall'alto della Torre dell'Elefante quando fu raggiunto dalla sua assistente, Giordana Basile, che recava con sé una missiva e un bel fiatone, frutto delle scale che aveva dovuto salire per raggiungerlo. << E' la prima e l'ultima volta che vengo fin quassù di persona >>, proferì lei col fiato corto, mentre lui si girava a osservarla con un sorriso stampato sul viso. Il Vassallo non disse nulla, aspettando che lei scoprisse il resto da sé. Infatti Giordana ebbe subito a rimpiangere di quanto aveva appena detto, non appena colse il fascino della vista che si poteva ammirare da lassù. << E' bellissimo >>, proferì ancora ansimando con voce sorpresa, lui tornò a voltarle le spalle riportando lo sguardo sul paesaggio. << Benvenuta in cima, Giordana, come mai sète venuta fino a qua? >>, domandò lui con tono compiaciuto. Lei recuperò ossigeno e rispose: << Vi scrive il Signor Uccio Bello, da Urbino, dice che presto verrà a trovarvi >>. Alceste tornò a voltarsi verso Giordana, commentando lieto: << Benissimo, nun vedo l'ora di ricevelo, che sia mannato quarcuno ar porto a daje er benvenuto, e condotto qui ar Forte colle massime cure >>. Lei annuì, poi si fermarono entrambi a godersi la vista.