Author Topic: Immigrati  (Read 1271 times)

(RIP) Alceste Capoferro

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 411
  • Honour: 0
Immigrati
« on: 26 September, 2011, 11:37:13 PM »
Quando la manovra di attracco della nave al porto di Cagliari fu completata il Barone Alceste Capoferro attraversò la passarella assieme a Giordana Basile, posando così i piedi sulla terra sarda.

<< Sono molto emozionata, da dove cominciamo? >>, domandò lei mentre annusava l'aria e spingeva il giovane sguardo lungo tutto l'orizzonte che riusciva a mirare. Quando notò che la risposta tardava ad arrivare voltò l'attenzione su di lui e lo trovò in ginocchio a contemplare la terra. Giordana prese a guardarlo con biasimo, e quando Alceste se ne accorse proferì un sospreso: << Eh?! >>. << Voi non mi prestate ascolto Barone. >>, lo rimproverò mentre puntava i pugni sui fianchi. << Scusate, è che non me pare vero, quer viaggio non finiva più >>, provò a giustificarsi lui mentre tornava a rialzarsi per poi scuotersi le braghe dalla polvere raccolta. << Qual'è il prossimo passo? >>, chiese lei scuotendo il capo, per poi sorridere dell'innocenza di lui. << Ce serve 'n tetto, sennò appena cadeno du' goccie se fracicamo >>, replicò lui mentre serrava gli occhi per aiutarsi a guardare lontano. Lui provò a indicare una direzione, lei annuì e si misero in marcia.

Diretti verso il Castello durante il tragitto attraverso le strade di Cagliari lui le espose il suo desiderio di acquisite una bella villa e una bottega dove poter avviare una vita decorosa sostentata da un mestiere redditizio. Quando si trovarono di fronte ai prezzi dichiarati dal catasto rimasero molto delusi.


<< Non me lo posso permette, me sa che l'ascesa sarà tutt'artro che agevole >>, spiegò Alceste con rassegnazione, contando le monete d'argento che conservava in un sacchetto. << Ne avete a sufficienza per una Capanna, non è molto ma almeno potremo cominciare, in qualche modo. E avanzerà pure qualcosa per reperire del cibo >>, replicò Giordana ostentando ottimismo. Erano ambedue abituati a rimboccarsi le maniche, ma lei aveva ormai compreso che il di lui orgoglio necessitava di conforto, specie quando veniva ferito in quel modo. << Essia >>, si arrese lui, per poi pagare per l'acquisto di una capanna. << Il problema semmai è guadagnarci da vivere >>, aggiunse lei con aria riflessiva mentre già si avviavano verso la nuova umile dimora. << Rimedierò 'n piccone, se dice 'n giro che qui c'hanno 'na cava de fero. Proveremo a vennelo 'n giro pe' 'a penisola >>, fu ciò che le rispose quando ebbe recuperato un po' di morale.
« Last Edit: 26 September, 2011, 11:40:18 PM by Alceste Capoferro »

(RIP) Jacob Fugger d'Este

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 303
  • Honour: 0
Re: Immigrati
« Reply #1 on: 27 September, 2011, 01:43:21 AM »
Hans von Wettin il fedele servo del Marchese Fugger d'Este passeggiava pensieroso per le vie della città di Cagliari,il suo padrone era da due settimane a Roma per il conclave che avrebbe visto l'elezione del nuovo pontefice e dunque non sapeva bene cosa fare in quei giorni.Mentre passeggiava per le vie andò a finire addosso a due persone,un uomo e una donna che finirono a terra.

"Scusatemi messere e madame per esservi venuto addosso"

disse loro porgendo la mano per aiutarli ad alzarsi
Jacob Fugger d'Este König von Sardinien - Marchese di Oristano - Conte di Kirchberg e signore di Weißenhorn.Proprietario dell'Isola del Giglio

(RIP) Alceste Capoferro

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 411
  • Honour: 0
Re: Immigrati
« Reply #2 on: 27 September, 2011, 02:00:49 AM »
Mentre percorrevano le vie di Cagliari in cerca della capanna acquistata Alceste e Giordana discorrevano tra loro su come meglio impiegare i loro sforzi al fine di garantirsi un futuro che non fosse di stenti.

Giordana aveva dalla sua molte virtù, per mezzo delle quali il Barone Capoferro avrebbe potuto colmare buona parte delle sue lacune. Tra queste virtù però non spiccava l'attenzione, e quando Hans von Wettin accidentalmente la urtò ella perse l'equilibrio e nella rotazione impulsiva che precedeva la caduta tirò un pugno ben assestato sulla mascella di Alceste, che a sua volta colto di sorpesa franò a terra.


<< Ahi! >>, squillò lei acuta. << Ahio! Li morté >>, fece eco lui, le mani occupate a coprire istintivamente la parte lesa non facilitarono l'atterraggio.

"Scusatemi messere e madame per esservi venuto addosso"

Giordana, stordita dal rapido evolversi dell'evento, sollevò gli occhi su Hans e porse la mano sana, giacché l'altra, che aveva urtato la faccia di Alceste, le doleva. << Non importa, non importa >>, replicò, e facendosi aiutare una volta alzatasi si scrollò di dosso la polvere accumulata.

<< Scusatemi un par de ciufoli >>, borbottò in maniera incomprensibile lui, mentre si alzava da sé aiutandosi con una sola mano, mentre l'altra teneva al caldo il dolore che sentiva sulla parte lesa. << A Giordà, c'avete 'n destro temibile, fija bella >>, protestò verso di lei per poi spostare l'attenzione su Hans.

(RIP) Jacob Fugger d'Este

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 303
  • Honour: 0
Re: Immigrati
« Reply #3 on: 27 September, 2011, 01:58:22 PM »
Hans non sapeva bene che fare in quel momento,dopo aver aiutato la ragazza ad alzarsi fece lo stesso con il ragazzo che in quel momento lo guardava

"Vi chiedo ancora scusa per l'accaduto,stavo andando a mangiare qualcosa in una locanda qui vicino mi farebbe piacere se voi voleste unirvi a me"

disse sorridendo ai due....

"Ah che sciocco non mi sono presentato ancora sono Hans von Wettin piacere di conoscervi"
Jacob Fugger d'Este König von Sardinien - Marchese di Oristano - Conte di Kirchberg e signore di Weißenhorn.Proprietario dell'Isola del Giglio

(RIP) Alceste Capoferro

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 411
  • Honour: 0
Re: Immigrati
« Reply #4 on: 27 September, 2011, 04:10:00 PM »
Alceste s'alzò da sé, troppo orgoglioso per accettare l'aiuto di chicchessia.

"Vi chiedo ancora scusa per l'accaduto,stavo andando a mangiare qualcosa in una locanda qui vicino mi farebbe piacere se voi voleste unirvi a me"

Alceste sbuffò e fece per dire
<< Ma nun se ne par ... >>, ma Giordana lo interruppe in malo modo, voltandosi verso di lui con il dito indice davanti alla bocca: << Ssh! Cibo >>, sussurrò con tono aggressivo, prima di tornare a sorridere a Hans. Alceste sollevo le mani e con aria innocente, scuotendo il capo in segno di diniego, si rivolse a una quarta persona immaginaria borbottando: << Io n'ho detto gniente >>. << Accettiamo molto volentieri gentile signore >>, aggiunse lei accennando un inchino, Alceste alle sue spalle annuiva con un gesto ampio e lento, gli occhi chiusi, la bocca piegata in una smorfia di innegabile assenso ed estrema soddisfazione.

"Ah che sciocco non mi sono presentato ancora sono Hans von Wettin piacere di conoscervi"

<< Il piacere è nostro messere >>, rispose lei nascondendo dietro a un bel sorriso la perplessità per quel nome dal suono straniero: << Il mio nome è Giordana Basile, da Firenze >>. Alceste di colpo si fece serio, serissimo, la faccia buia. Giordana per un attimo ebbe paura e lo guardò con espressione interrogativa. Alceste dopo qualche attimo disse molto lentamente: << Io sono ... il ... Barone Al-lceste Capoferro >>. Mentre Alceste riprendeva fiato, affaticato dallo sforzo di concentrazione messo in atto, Giordana lo guardava colpita. << Ma allora siete capace di parlare in maniera decorosa ... >> gli sussurrò, il tono sorpreso, le sopracciglia sollevate dallo stupore formavano delle piccole rughe sulla fronte, il verde degli occhi spalancati in risalto. << Eccerto, ma che fatica me costa nun lo pòi capì >>, sussurrò lui di rimando, aggiungendo poi: << Che famo, 'namo cor signor Confettin? >>. Lei rise e annuì, poi si rivolse a Hans: << Ve ne prego, fateci strada >> e assieme ad egli i due si incamminarono.

.............................................................................

http://www.medieval-europe-rp.eu/index.php?topic=4897.0
« Last Edit: 28 September, 2011, 07:11:38 PM by Alceste Capoferro »