Author Topic: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI  (Read 2357 times)

(RIP) Alessandro VI

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 208
  • Honour: 0
[CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« on: 22 January, 2014, 08:03:08 PM »
Il papa dormì poco quella notte. Aveva vegliato per la maggior parte delle ore di buio, inginocchiato in preghiera davanti all'altare della sua piccola cappella privata, nella camera da letto papale. Sentiva il bisogno di confrontarsi con Dio in ogni momento, fin da quando era stato eletto papa pochi giorni prima. Si era abbandonato alla volontà di Teos, accettando l'elezione a Sommo Pontefice, e da quel momento aveva dovuto costantemente adoperare tutte le proprie capacità per essere all'altezza del proprio ruolo.

Il chierico assistente di camera entro silenziosamente come suo solito.
"Santo Padre", disse per annunciarsi, inchinandosi.
Il Sommo Pontefice si alzò e si lasciò rivestire dei solenni abiti pontificali: il piviale in broccato ricamato d'oro, l'altra mitria, anch'essa bordata da un filo dorato e il pastorale. Così abbigliato, seguito da caudatario, scese al pian terreno del Palazzo Pontificio, dove lo attendevano i cardinali, i chierici e i vescovi convenuti a Roma, o ivi residenti, per assistere alla cerimonia.
Insieme, in processione, percorsero il breve tratto che separava il Palazzo dalla Basilica di San Rocco: un gonfaloniere con le insegne della Chiesa ad aprire il corteo, un chierico che reggeva tra le mani un cuscino rosso su cui era poggiata la tiara papale e a seguire il papa, i cardinali, i vescovi e i chierici a chiudere il corteo.

Entrarono nella Basilica dal portone centrale, il più importante e prestigioso, denso di significati mistici.
La processione avanzava lenta e solenne, mentre il coro intonava i suoi salmi. C'era stato un grande concorso di folla, sembrava che ogni angolo della pur grande Basilica fosse occupato. Il papa distribuiva in parti uguali le sue benedizioni alle perone assiepate lungo i due lati della lunga navata centrale, giungendo infine al trono per lui preparato davanti all'altare centrale, sotto il ciborio che sovrastava lo stesso.
Sedette, aiutato dal caudatario nell'operazione per via degli ingombranti abiti pontificali. Da quella posizione, tra le nuvole di incenso, non riusciva a distinguere che un mare di volti confusi davanti a sé.

(RIP) Pretziosa de Bas Serra

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 56
  • Honour: 0
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #1 on: 23 January, 2014, 11:45:42 AM »
Pretziosa giunse presto alla Basilica addobbata a festa, dove dopo poche ore si sarebbe tenuta la cerimonia di Incoronazione del nuovo Sommo Pontefice.
Approfittò per ammirare la splendida struttura, riccamente decorata e così immensa da togliere il fiato. Ci si sentiva davvero minuscoli in un posto così.
Cercò un posto appartato e dedicò il tempo che mancava all'inizio della cerimonia alla preghiera. Piano piano la basilica si riempì del vociare tipico dell'attesa accompagnato dal rumore di passi che si affrettavano per guadagnare una posizione che permettesse di avere una visione completa dell'altare.
Era percepibile una certa emozione mista a curiosità e anche la Regina ne fu contagiata. Incapace di ritrovare la concentrazione si lasciò andare e cominciò a osservare i convenuti.
A un certo punto si levò un urlo di stupore. Sua Santità era arrivato accompagnato da una teoria di chierici, vescovi e cardinali.
L'odore dell'incenso investì la folla  e la gioia divenne incontenibile.
Pretziosa  seguì con lo sguardo le grandi colonne che sorreggevano la cupola della basilica e guardando verso il cielo dedicò una preghiera a Teos affincè sostenesse il Santo Padre nella sua nuova missione, dopo attese con pazienza l'inizio della cerimonia.

(RIP) Henri II de Bourbon

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 97
  • Honour: 0
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #2 on: 23 January, 2014, 12:28:17 PM »
Henri da qualche giorno era in Roma, dove avrebbe ricevuto il battesimo e dove stava per assistere a qualcosa di magnifico. Non sempre si ha la fortuna di assistere all'incoronazione di un nuovo Pontefice.
Non era ancora riuscito a ottenere un incontro personale con Alessandro VI, ma sapeva bene che per il Pontefice questi erano giorni molto impegnativi.
Il re e alcuni dignitari e nobili francesi erano prossimi ad entrare nella Basilica di San Rocco, una delle meraviglie di questa Europa. La sua visione lasciava senza fiato e anche Henri per qualche secondo potè godere della sua vista. Più ci si avvicinava alla Basilica e più la folla aumentava esponenzialmente. Per le strade vi erano dignitari e semplici cittadini provenienti da regni vicini e lontani e gli addobbi e le celebrazioni in ogni angolo della strada facevano capire che l'evento era lieto alla popolazione, soprattutto perchè al Soglio saliva un grande uomo che Henri aveva avuto la fortuna di conoscere.
Henri e il suo seguito entrarono in Basilica e approfittarono di quei momenti prima della celebrazione per pregare. Finite queste, si sedettero nei posti loro assegnati, ma nemmeno il tempo di sedersi che un grande boato risuonò in tutta la Basilica. Henri volse lo sguardo all'ingresso della Basilica. Si vedeva chiaramente il Pontefice accompagnato da cardinali e chierici avanzare lungo la navata in direzione dell'altare.


Sisto V

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 119
  • Honour: 0
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #3 on: 23 January, 2014, 01:56:24 PM »
Monsignor Pimpo de' Pimpi non era nuovo alle celebrazioni solenni.
Come cardinale anziano aveva già celebrato funerali e incoronazioni, ma quella mattina era leggermente turbato.
Negli ultimi giorni non era stato molto bene, colpito da un morbo che silenzioso stava contagiando mezza Europa. Adesso, ancora un po' malfermo sulle gambe, si preparava a guidare il corteo dei cardinali in processione.

Entrati a San Rocco l'emozione era palpabile.
Misto al profumo degli incensi, si spandeva nell'aria l'odore degli impacchi di erbe aromatiche che i cerusici prescrivevano per tener lontano il contagio, come se qualche foglia di salvia e un rametto di rosmarino potessero salvare dalla Peste Nera.

Un breve cenno di saluto a qualche illustre ospite, ed era già giunto alla fine della navata.
La cerimonia stava per iniziare: la Chiesa Teologica, nuovamente riunita, stava per ufficializzare il suo nuovo Sommo Pontefice.

Ottenuto il silenzio nella basilica chiuse per un momento gli occhi, pregando Teos perché non lo abbandonasse e gli fornisse la forza necessaria.
Poi si girò e si diresse verso il Papa, seduto sul trono di Rocco.

La folla guardava attenta, e Pimpo tentava di nascondere il tremare leggero della sua mano emozionata.
Avvicinatosi al Pontefice, seguendo il rituale, gli tolse la mitria e la passò ad un chierico che lo aiutava nel celebrare la funzione.
Prese il turibolo e cominciò a farlo ondeggiare lentamente. Girandogli attorno, per tre volte incensò il Pontefice nascondendolo con fitte nuvole di fumo allo sguardo dei convenuti.

Terminata l'incensazione, porse il turibolo al chierico che lo assisteva e si fece portare il pesante anello del nocchiero, simbolo di San Rocco, che faceva del Sommo Pontefice il suo diretto erede.
Porgendolo al Papa, a gran voce per farsi sentire dalla folla, gli ricordò le parole che Immanuel aveva rivolto a San Rocco affidandogli la guida della Sua Chiesa: <<Ascolta e fa tesoro di ciò che ora ti dico, Rocco. A te più che agli altri affido la missione di fondare la Chiesa: che sia Una, Santa, ed Universale. La Trinità che voi porrete per divinità, sarà composta dal Padre Teos, dal Figlio, il Salvatore, e dalla Comunità dei Credenti, il Logos. A te io lascio il compito di governare, in mia vece la mia Chiesa, da abile nocchiero quale sei, e in verità ti dico che tutto ciò che legherai su questa terra verrà legato anche in cielo, e tutto ciò che scioglierai su questa terra, sarà sciolto anche in cielo>>.

Pronunciate queste parole, inchinandosi di fronte al successore di Rocco, il Cardinale baciò l'anello al Sommo Pontefice, a simboleggiare l'ubbidienza di tutto il Sacro Collegio e, per suo tramite, di tutta la Chiesa al Papa.
Sommo Pontefice di Santa Romana Chiesa
Rettore del Pontificio Seminario Teologico di Roma

picture removed by CrazyToe
signature was not edited despite friendly request

(RIP) Caio Alidosi

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 71
  • Honour: 1
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #4 on: 23 January, 2014, 02:15:56 PM »
Era tarda l'ora quando Caio giunse alla Basilica, in Vaticano.
Non erano certo tempi facili questi, tra tensioni Europee e pestilenze, l'Europa stava vivendo un periodo di terrore, ma questo era un giorno speciale, il giorno della cerimonia di incoronazione del nuovo papa.
Caio entro' in fretta e furia nella Basilica e cerco' una postazione per sedersi e godersi lo spettacolo; un posto dal quale poteva seguire tutta la cerimonia, ma anche un posto dove non si sentiva troppo al centro dell'attenzione... Si perche'... Caio odiava essere al centro dell'attenzione.

"No questo e' troppo vicino..." - penso'
"Troppa luce di qua..." - ripenso'
"Questo affresco alla parete e' troppo vistoso..." - ripenso' di nuovo

Con la coda dell'occhio Caio non pote' non notare che tutta questa scena era stata prontamente scrutata da Dama Pretziosa, Regina di Sardegna, cara amica e conoscente di Caio, la quale lo fissava con uno sguardo famigliare...

"Si lo so, lo conosco quello sguardo, sono in ritardo..."

Goffamente Caio si avvicino' alla Dama e si sedette al suo fianco in attesa dell'inizio della celebrazione.   



(RIP) Francesco Maria Doria

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 18
  • Honour: 0
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #5 on: 23 January, 2014, 02:38:22 PM »
Era giunto appena in tempo dopo la lunga traversata in mare e il viaggio lungo il Tevere.
Alla fine era riuscito ad entrare e a  prendere posto vicino a molti visi conosciuti a cui a ripetizione strizzò gli occhi...prima della solenne entrata del Sommo Pontefice.

(RIP) Alceste Capoferro

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 411
  • Honour: 0
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #6 on: 23 January, 2014, 06:44:40 PM »
Alceste Capoferro avrebbe voluto arrivare a Roma prima del tempo e potersi soffermare nella sua città natale senza preoccupazioni.
Ma i tempi erano densi di contenuti che richiedevano una sua costante attenzione presso la corte di Napoli.

La cerimonia però lo colse preparato, giacché all'ingresso della processione egli aveva già preso posto la dove i delegati della Santa Sede gli avevano indicato, una volta presentato loro l'invito vergato per mano di Alessandro VI stesso.

Dita incrociate tra loro quando sostava seduto, braccia conserti nei momenti in cui era richiesto di alzarsi, il sovrano partenopeo non sembrava condividere il trasporto emotivo che coloriva gran parte dei presenti. L'espressione sul viso era comunque attenta, partecipe, ma mal celava una certa serietà.

Dubitava che Alessandro VI potesse distinguere questa sua diversità tra la folla entusiasta, ma anche fosse accaduto non se ne dava pena, certo che il nuovo Pontefice non avesse già dimenticato il particolare augurio che Alceste gli aveva destinato via missiva.

(RIP) Galvano Chiaramonte

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 140
  • Honour: 0
  • L'inverno sta arrivando
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #7 on: 23 January, 2014, 07:59:12 PM »
Il viaggio dalle Fiandre lo aveva rallegrato. Gli aveva permesso di oltrepassare le Alpi da cui era profondamente attratto.
Nessuno al seguito com'era al suo solito.
Si era presentato due giorni prima a Roma incappucciato, accompagnato dal suo abito talare e la sua ascia.
Aveva incontrato chi di dovere.

La Religione Teologica, un tempo e uno spazio da ricostruire.

La riunificazione un nuovo passo.
Lo aveva conosciuto non appena era stato nominato parroco.
Fu lui, da cardinale, ad averlo accompagnato e seguito.

Consigli, opinioni e incoraggiamenti.

Già, un soldato prestato alla politica per necessità familiari, ma che era stato rapito dal Logos.

Ora quel cardinale che non amava la birra fiamminga e il pepe nero era lì.
Una certa emozione.
Osservò i presenti e riconobbe qualcuno.

Sorrisi.
Silenzi.
Meditazione.

In attesa della sorella.

Il fascino del Palazzo dalla Basilica di San Rocco era eterno, immutabile.


« Last Edit: 23 January, 2014, 08:01:43 PM by Galvano Chiaramonte »

Giulia Aldobrandeschi

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 2720
  • Honour: 1
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #8 on: 23 January, 2014, 08:57:06 PM »
Giulia si era svegliata presto quella mattina, una strana sensazione di inquietudine... non quella che le era tipica, dovuta alla sua energia e impulsività, quanto quella di un timore incombente.

Guardò la luce che cominciava ad entrare dalla finestra, la giornata prometteva di essere radiosa. Sorrise, scacciando le sensazioni che gli ultimi brandelli del sonno le avevano lasciato.

Nel prepararsi per la cerimonia, rimpianse per una volta l'assenza di Meinsent. Era abituata a viaggiare da sola, ma questa volta le sarebbe stata di grande aiuto. Scelse un abito di seta color verde muschio, con delle piccole perle ricamate sul corpetto. Non senza qualche difficoltà intrecciò i capelli in modo appropriato, più facili furono gli ultimi ritocchi e il porre un velo dello stesso colore del vestito sopra il capo. Era lieta di partecipare alla cerimonia, ma preferiva passare inosservata, cosa non facile considerato
il colore dei suoi capelli.
In ultimo, estrasse da una sacca un'affilato stiletto che nascose nelle pieghe dell'abito appositamente predisposte allo scopo. Non che temesse nulla, ma Roma rimaneva comunque Roma e la folla sarebbe stata molta.

Si incamminò verso la basilica, era già evidente l'animazione tutto intorno. Entrò da una porta laterale, recandosi poi nel transetto adiacente.
Da lì incominciò a guardarsi attorno, prima i molti volti, alcuni noti, seppur non familiari, poi la basilica e l'atmosfera di attesa che si respirava.
L'odore dell'incenso si fece all'improvviso più intenso e subito si rese conto che la processione aveva varcato la soglia della basilica.





Verba movent, exempla trahunt - εἶ, γνῶθι σεαυτόν, μηδὲν ἄγαν

(RIP) Morgana Chiaramonte

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 196
  • Honour: 0
  • Lo sguardo oltre il niente...
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #9 on: 24 January, 2014, 12:23:19 AM »

Si era messa in viaggio presto quella mattina....senza nessuno al seguito....il mare l'aveva cullata lasciandola ai propri pensieri, poi il suo cavallo preferito l'aveva portata davanti alla Basilica di San Rocco

Morgana non era stata bene nei giorni precedenti, la piaga del momento l'aveva colpita ma le amorevoli cure del fratello, Padre Armando, che si stava dando da fare per soccorrere tutti,  in poco tempo l'avevano rimessa al mondo...

Aveva ricevuto con gioia l'invito del Pontefice e da tempo parlava di quel viaggio con Galvano, ora Cardinale, che avrebbe l'avrebbe accompagnata in una delle decisioni più difficili della sua vita. Non si vedevano da un po' e le mancava tantissimo....Era sempre stato il suo punto di riferimento, fin da piccola, quando ancora vivevano in Bretagna....

Questo viaggio a Roma, oltre al piacere del partecipare alla cerimonia, sarebbe servito anche a definire la questione del suo matrimonio con Odoacre.

Scese dal suo destriero affidandolo allo stalliere preposto all'accoglienza, si sistemò l'abito ed entrò in Basilica in silenzio.

La bellezza del luogo le tolse il fiato....si guardò intorno in cerca di volti conosciuti...

Alcuni Sovrani dell' IVI erano già arrivati....li salutò sorridendo dirigendosi verso il fratello Galvano che aveva visto poco più lontano....

Gawain.........

Non aveva bisogno di dire altro....i loro sguardi si incrociarono per un attimo e si abbracciarono ritrovando il calore di casa.....

La cerimonia era imminente, si sedette accanto al fratello e si preparò ad assistere all'incoronazione pregando......


 

Gualtieri Colapesce

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 1386
  • Honour: 0
  • Vina dant animos
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #10 on: 24 January, 2014, 12:55:23 AM »
Palmerino aveva scelto un posto appartato.
Da quella posizione riusciva a tenere sotto controllo gran parte della cattedrale.
Aveva organizzato gli uomini della Guardia Romana in modo da non rischiare brutte sorprese.
Era un evento importante, e tutto doveva andare per il verso giusto.

Era molto concentrato, ma non poteva nascondere la sua emozione.
Non era un giorno normale di lavoro. Palmerino era un profondo credente.
Inoltre questa cerimonia gli ricordava quella tenuta diversi anni prima, quando suo fratello Petracone era salito al soglio pontificio.
Il ricordo di suo fratello lo emozionava sempre.

Fece un respiro profondo e tornò a concentrarsi.








Sisto V

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 119
  • Honour: 0
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #11 on: 24 January, 2014, 01:47:07 PM »
Baciato l'anello del nocchiero, Mons. Pimpo de' Pimpi sapeva di essere arrivato all'incirca a metà della celebrazione.
Con un certo sforzo dovuto alle sue precarie condizioni di salute si alzò in piedi.

Alle sue spalle era giunto il chierico assistente che portava la tiara papale, simbolo del potere del Pontefice sulla terra per grazia di Teos.
Il Cardinale la prese tra le mani, la alzò, e ponendola sul capo del vicario di Immanuel recitò <<Ricevi la tiara, ornata di tre corone. E ricorda che sei il padre dei Principi e dei Re, il rettore del mondo, il Vicario del Salvatore Nostro Immanuel, al quale è onore e gloria per tutti i secoli dei secoli, amen>>.

Fattosi porgere di nuovo il turibolo, facendolo ondeggiare, per altre tre volte incensò il Pontefice.

Poi prese una stoppa intrisa d'olio, la incediò, e ponendola davanti agli occhi del Papa lo ammonì: <<Beatissime Pater, sic transit gloria mundi>>.

Terminata la cerimonia, con un inchino si allontanò ed andò a sedersi tra i suoi confratelli Cardinali.
La celebrazione lo aveva fortemente provato, ma sapeva che il volere di Teos era compiuto: la Chiesa di Roma aveva adesso, ufficialmente, un nuovo Summus Pontifex.

L'attenzione del Cardinale, che si era distratto al pensiero del futuro della Chiesa e degli innumerevoli impegni che si sarebbero presentati nei giorni a venire, fu richiamata dalla figura dell'Araldo Papale che in quel momento annunciava alla Città ed al Mondo: <<Sua Santità Alessandro, sesto di questo nome, Sommo Pontefice per Divina Provvidenza, concede a tutti i fedeli qui convenuti l'indulgenza plenaria da tutti i peccati commessi>>.
Sommo Pontefice di Santa Romana Chiesa
Rettore del Pontificio Seminario Teologico di Roma

picture removed by CrazyToe
signature was not edited despite friendly request

Giovanni di Baldino Suardo

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 225
  • Honour: 0
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #12 on: 26 January, 2014, 10:39:56 AM »
Il cardinale Giovanni di Baldino Suardo stava assistendo per la prima volta all'incoronazione di un pontefice. Vi era un misto di entusiasmo e ammirazione in cuor suo, l'emozione traspariva chiara dai suoi occhi. Aveva avuto l'onore di conoscere personalmente Sua Santità nelle sue terre, quando fu chiamato a rivestire l'incarico di Cardinale di Venezia. La loro era stata una proficua collaborazione ed in quei momenti riviveva molti degli attimi vissuti insieme. Era certo che il nuovo pontefice avrebbe dato solidità ed organizzazione alla Chiesa, facendo in modo che tutti i membri del clero agissero in sinergia per il bene dei fedeli e per la maggior gloria di Teos.

Le parole dell'Araldo Papale riecheggiavano nella Basilica addobbata a festa: <<Sua Santità Alessandro, sesto di questo nome, Sommo Pontefice per Divina Provvidenza, concede a tutti i fedeli qui convenuti l'indulgenza plenaria da tutti i peccati commessi>>.

Giulia Aldobrandeschi

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 2720
  • Honour: 1
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #13 on: 27 January, 2014, 09:05:03 AM »
<<Sua Santità Alessandro, sesto di questo nome, Sommo Pontefice per Divina Provvidenza, concede a tutti i fedeli qui convenuti l'indulgenza plenaria da tutti i peccati commessi>>.

Le parole dell'araldo papale risvegliarono subitaneamente Giulia dai suoi pensieri. Fino a poco prima  aveva osservato la cerimonia nelle sue fasi successive e nei suoi minimi dettagli. Poi aveva lasciato vagare lo sguardo inquieto tutt'intorno, lasciandolo posare  sui volti di persone note e meno note, cercando di cogliere le loro emozioni: i re e le regine, gli ecclesiastici di ogni rango, i nobili e la gente comune, un apparente caleidoscopio, ricomposto in un'unico insieme, il fiato sospeso per l'evento a cui avevano appena assistito.
Volse lo sguardo verso la luce che innondava dall'alto delle vetrate, imperiosa, la basilica e si chiese quali fossero le diverse aspettative di quella moltitudine per il nuovo pontificato.
Una strana inquietudine cercò di riafferrare il suo animo, respirò lentamente, lasciando che l'odore intenso dell'incenso volgesse altrove la sua attenzione, sul qui e sull'ora, non sul futuro. Dal fondo della basilica arrivò il suono del pianto di un bambino e Giulia si volse per un attimo sorridendo.

Ma poi si volse nuovamente verso l'altare maggiore, guardando il Sommo Pontefice. Sorrise dolcemente e si chiese, quali emozioni stesse provando in quel momento. Il Vicario di Imanuel era pur sempre un uomo, un uomo di cui nel tempo aveva imparato ad apprezzare le doti.




Verba movent, exempla trahunt - εἶ, γνῶθι σεαυτόν, μηδὲν ἄγαν

(RIP) Alessandro VI

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 208
  • Honour: 0
Re: [CRP]Incoronazione del Sommo Pontefice Alessandro VI
« Reply #14 on: 03 February, 2014, 07:47:48 PM »
Il papa si sentiva solo pur in mezzo alla folla che era venuta ad assistere all'incoronazione.
Aveva avuto solo una visione rapida e priva di particolari della moltitudine di persone di ogni ceto e rango che era accorsa nella Basilica di San Rocco mentre percorreva la lunga navata in processione. Quando la cerimonia cominciò, la folla sembrò dissolversi come le nuvole d'incenso che venivano indirizzate verso di lui.
Aveva percepito, più che sentirlo veramente, che il cardinale de Pimpi gli  porgeva l'anello del nocchiero e si chinava poi a baciarlo, facendo atto di sottomissione a nome di tutta la Chiesa al Vicario di Rocco. La sensazione di stordimento si acuì e le palpebre si abbassarono per qualche istante, anche se il suo volto rimaneva impassibile.

All'imposizione della tiara sul suo capo tutto, la basilica, i presenti, i prelati, scomparve dalla sua vista. Solo e inadeguato davanti al cospetto di Dio e per testimone solo il silenzio dell'Onnipotente. Fu un momento di paura per il papa, ormai caricato del peso, simboleggiato dalla tiara, dell'incarico di Vicario di Immanuel sulla terra, al cospetto di Dio che assisteva atarassico e silenzioso a quella consacrazione.
Pregò intensamente e si riscosse solo quando la fiamma della stoppa intrisa d'olio bruciò davanti ai suoi occhi, con il monito pronunciato dal cardinale de Pimpi a risuonargli amplificato e terribile nelle orecchie. Era il segno che aspettava. L'ammonimento a fare tutto per la gloria di Teos e di Santa Madre Chiesa, la condizione alla quale Dio non avrebbe mancato di concedergli il suo divino supporto.

Si alzò dal seggio, in verità sorpreso di reggersi sulle proprie gambe senza apparente sforzo. Impartì la sua benedizione alla folla e scese i pochi gradini che rialzavano l'altare centrale dal pavimento della Basilica, avviandosi, seguito dai cardinali e dagli altri prelati verso il Palazzo Pontificio.
La cerimonia era conclusa.