Author Topic: A good day to be reborn  (Read 50 times)

Andrea L'enigmista

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 184
  • Honour: 0
  • Incompreso
A good day to be reborn
« on: 25 January, 2019, 10:53:44 PM »
Work in progress

For some months Andrea lived in the Grand Duchy of Cyrenaica: he had lost money, clothes and other material goods, he had also lost good friends like Sandro d'Angiò and Giorgio Leone because of the war. He participated in numerous wars and only years later realized he was exploited in the worst possible way. These are the reasons why he decided to change the page.

Initially it was uncertain of a possible cohabitation with Cyrene, but after the nostalgic phase ended up being overwhelmed by the enthusiasm of a young and playful people. He observed that Cyrene had no opportunity to pray, but despite this he saw that the inhabitants of Cyrenaica still lived their faith in their own way.

They had for some time chosen to leave theological faith and embrace the mystical one: it was a very different religion and did not know it very well yet, but he was fascinated when saw the project of the Mufti palace and the organization of the inhabitants of Cyrene and of all the mystical faithful, promising to himself that he would read the archives in the academy to improve his knowledge.

So he decided to deepen it ...

Quote
25-Jan-1319, 19:40:03 Andrea The enigmist left the Theological Church and returned to an atheist.


-------------------------


Da alcuni mesi Andrea viveva nel Gran Ducato di Cirenaica: egli aveva perso soldi, vestiti e altri beni materiali, aveva perso anche dei buoni amici come Sandro d'Angiò e Giorgio Leone a causa della guerra. Partecipò a numerose guerre e solo dopo anni si rese conto di essere stato sfruttato nel peggior modo possibile. Questi i motivi per cui decise di cambiare pagina.

Inizialmente era incerto di una sua possibile convivenza a Cyrene, ma passata la fase nostalgica finì per farsi travolgere dall'entusiasmo di un popolo giovane e scherzoso. Osservò che a Cyrene non aveva la possibilità di pregare, ma nonostante questo vedeva che gli abitanti di Cirenaica vivevano comunque la fede a modo loro.

Avevano scelto da qualche tempo di lasciare la fede teologica e di abbracciare quella mistica: era una religione molto diversa e non la conosceva ancora molto bene, ma rimase comunque affascinato quando vide il progetto del palazzo del Mufti e l'organizzazione degli abitanti di Cyrene e di tutti i fedeli mistici, promettendo a se stesso che si sarebbe messo a leggere gli archivi in accademia per migliorare le proprie conoscenze.

Così decise di approfondirla...

Quote
25-Jan-1319, 19:40:03   Andrea L'enigmista ha abbandonato la Chiesa Teologica ed è tornato ateo.