Author Topic: Addio Cosenza  (Read 435 times)

(RIP) Celestino I

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 132
  • Honour: 0
Addio Cosenza
« on: 21 October, 2017, 10:04:43 AM »
Quella fu l'ultima notte passata nella stanza della canonica della parrocchia di Santa Rosaria. Nella camera ormai disadorna Celestino faticò a dormire e per quel poco che riuscì a farlo il suo sonno fu tormentato, intriso di strani sogni, di visioni.

La mattina si alzò che ancora era buio, si lavò con acqua fredda ed indossò il suo abito talare. Si recò in chiesa ed accese alcune candele, si inginocchiò davanti all'immagine di Santa Rosaria Madre di Teos e pregò:


Madre Santa, proteggi questa piccola comunità, donale la fede  e la forza per andare avanti, fai che la loro vita possa scorrere serena sulla strada tracciato da tuo Figlio Immanuel. Aiuta anche me, dammi la forza per affrontare questo nuovo cammino. Io lascio tra queste mura un pezzo del mio cuore e lo affido a te.

Con il volto rigato dalle lacrime Celestino si alzò, soffiò sulle candele. La tenue luce azzurra dell'aurora filtrava da una finestra, il silenzio era assoluto, il prete si asciugò le lacrime ed accarezzò il viso della Madonna come fosse il viso di sua madre, uscì dalla chiesa e con lentezza chiuse il portone, vi appoggiò entrambe le mani e sussurrò: Addio figli miei.

Salì sul carro carico delle sue cose che lo attendeva sula vialetto, lento partì con il suono cigolante delle  ruote, ad Oriente un raggio di sole fece capolino tra gli amati monti.
« Last Edit: 21 October, 2017, 11:26:44 AM by Celestino Borromeo »