Author Topic: FUNERALI DEL BARONE FEDERICO BARBASPINOSA  (Read 1332 times)

(RIP) Celestino I

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 132
  • Honour: 0
FUNERALI DEL BARONE FEDERICO BARBASPINOSA
« on: 11 May, 2017, 02:31:09 PM »
Era mattino presto, ancor prima che il sole sorgesse, quando Padre Celestino udì bussare alla porta della canonica, egli era già sveglio da qualche tempo e stava recitando le preghiere come suo solito. Aprì la porta e riconobbe uno dei servitori della famiglia Barbaspinosa che con fare agitato gli comunicava che il Barone stava morendo. La notizia non era inaspettata il Senatore era malato da tempo e i ceruschi non gli davano speranza alcuna. Celestino prese l'olio Santo e si incamminò per le strade buie del paese che ancora dormiva. Giunto presso la dimora dei Barbaspinosa fu fatto entrare nella stanza da letto del Barone: le tende scure erano chiuse e la stanza odorava di sudore misto ad unguenti medicamentosi probabilmente usati per alleviare i dolori. I parenti erano intorno al capezzale  con i fazzoletti sui volti, ad asciugare lacrime e a proteggersi dal tanfo.
Padre Celestino si avvicinò al moribondo, lo segno sulla fronte con l'olio santo, recitò una preghiera sottovoce e lo assolse dai peccati. Gli si avvicinò poi e lo accarezzo sul volto. Il respiro del Barone si faceva sempre più corto, era ormai un rantolo, Celestino si avvicinò a Carlo Barbaspinosa e lo abbraccio, senza dire niente, poi, salutati con un leggero inchino i presenti uscì. C'erano da preparare i funerali.


(RIP) Celestino I

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 132
  • Honour: 0
Re: FUNERALI DEL BARONE FEDERICO BARBASPINOSA
« Reply #1 on: 11 May, 2017, 06:00:35 PM »
Padre Celestino preparò la Chiesa per il funerale in un grigio pomeriggio, aveva listato a lutto il portone d'ingresso ed i banchi, aveva indossato i paramenti neri, nel primo pomeriggio aveva spazzato il vialetto del piccolo camposanto adiacente alla chiesa, i becchini avevano già scavato la fossa dove avrebbe riposato la salma del Barone Barbaspinosa.

Come da rituale si mise davanti al portone della Chiesa in attesa del feretro accompagnato dai parenti e dagli amici.


(RIP) Celestino I

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 132
  • Honour: 0
Re: FUNERALI DEL BARONE FEDERICO BARBASPINOSA
« Reply #2 on: 11 May, 2017, 08:41:17 PM »
Il feretro giunse innanzi alla chiesa portato a spalla dal figlio Carlo Barbaspinosa e da altri tre amici cari.Padre Celestino si avvicinò e benedendo disse:"Requiem aeternam dona eis, Domine, et lux perpetua luceat eis. Te decet hymnus Deum, in Etruria, et tibi reddetur votum in Veius. Exaudi orationem meam; ad te omnis caro veniet.".
A questo punto il corteo funebre entro all'interno della chiesa percorrendo lentamente la navata centrale ed il feretro venne posto ai piedi dell'altare; Padre Celestino aspargendolo ed incensandolo tutto attorno pronunciò:"Requiem aeternam dona eis, Domine, et lux perpetua luceat eis; In memoria aeterna erit iustus ab auditione mala non timebit."

Dalle persone presenti si alzò allora la seguente litania:"Subvenite Sancti Dei, occurrite Angeli Domini /Suscipientes animam ejus /Offerentes eam in conspectu Altissimi./Suscipiat te Immanuel, qui vocavit te/et in sinum Matusae Angeli deducant te".


(RIP) Aureliana Gonzaga

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 38
  • Honour: 0
Re: FUNERALI DEL BARONE FEDERICO BARBASPINOSA
« Reply #3 on: 11 May, 2017, 10:51:07 PM »
Aveva atteso l'arrivo del Barone in disparte, come per ogni altro evento pubblico lei non amava la notorietà;
preferiva assistere ed essere presente ma poco notata.

Ora che il feretro era in chiesa ed il seguito aveva preso posto nelle varie panche entrò e prese posto in un angolo,
dove avrebbe potuto assistere e pregare in silenzio.

Si segnò la fronte ed il petto e appena Padre Celestino iniziò la benedizione, lei si unì al triste coro
Subvenite Sancti Dei, occurrite Angeli Domini
Suscipientes animam ejus
Offerentes eam in conspectu Altissimi.
Suscipiat te Immanuel, qui vocavit te et in sinum Matusae Angeli deducant te


Il freddo della chiesa e la tristezza incupirono ancor di più l'atmosfera.

Gualtieri Colapesce

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 1389
  • Honour: 0
  • Vina dant animos
Re: FUNERALI DEL BARONE FEDERICO BARBASPINOSA
« Reply #4 on: 12 May, 2017, 11:58:53 AM »
Un piccolo gruppo di monaci si fece lentamente strada all'interno della chiesa.

A testa bassa e con il cappuccio alzato, i monaci si sedettero tra le prime file.

Abbassarono i cappucci. Uno di loro era Fra Palmerino.

Cominciarono a pregare a bassa voce.



(RIP) Celestino I

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 132
  • Honour: 0
Re: FUNERALI DEL BARONE FEDERICO BARBASPINOSA
« Reply #5 on: 12 May, 2017, 02:22:09 PM »
Padre Celestino terminata la benedizione della salma alzò gli occhi e noto seduti nelle prime file un gruppo di monaci, suoi fratelli. Tra di loro riconobbe Fra Palmerino e con un leggero inchino della testa lo salutò. poi prese la parola:

Figlioli, fratelli, siamo qui riuniti per salutare il nostro fratello Federico, uomo buono e stimato, e raccomandarne l'anima a Teos.
La morte reca disperazione, essa strappa da noi gli affetti, l'amore per i nostri cari, lo fa a volte repentinamente a volte lentamente.....ma sempre e comunque dolorosamente. Ma da uomini di fede quali noi siamo, dobbiamo rallegrarci poiché l'anima del nostro caro ora è tra gli Angeli e gode della luce di Teos. La morte, così dolorosa in terra, è in realtà una rinascita alla vita eterna così come Immanuel ci aveva promesso. Ma siamo comunque uomini, solo dei piccoli uomini, con le nostre debolezze e i nostri peccati, ma anche con i nostri sentimenti, a volte alti, attraverso i quali cerchiamo di avvicinarci all'Altissimo, e non sarò certo io a chiedervi di smettere di piangere perché conosco  quel dolore e so bene quanto sia insopportabile. Per noi che qua, su questa terra rimaniamo ci penserà il tempo a sopire quel dolore, ed allora rimarranno solo i ricordi, dolci ricordi, che a volte ci faranno sorridere a volte ci faranno commuovere. Ciò che invece non si dovrà sopire sarà la fede in Teos, gli insegnamenti che Egli ci ha lasciato attraverso Immanuel, suo Figlio e non dovranno essere dimenticati nemmeno gli insegnamenti che Federico ci ha lasciato, quello è il suo regalo più grande, da custodire e da fare nostro, come esempio di vita.
Ora se qualcuno vuole intervenire, può farlo.


Carlo Barbaspinosa

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 2
  • Honour: 0
Re: FUNERALI DEL BARONE FEDERICO BARBASPINOSA
« Reply #6 on: 12 May, 2017, 10:28:41 PM »
Dopo la cerimonia, in disparte, lontano dalla gente che man mano cominciava ad andare via, restava quel figliolo che solo da poco aveva ritrovato il padre. Padre che ora era andato per sempre e che lasciava di nuovo in solitudine quel ragazzo che ora a tutti gli effetti restava l'ultimo della sua sfortunata casata. Ora era tempo di stringere a se la spada e continuare quel percorso iniziato anni fa, e provare a finire quello che era cominciato con una disfatta... Prendere a se ciò che resta... Tornare grandi... o morire provandoci...

(RIP) Aureliana Gonzaga

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 38
  • Honour: 0
Re: FUNERALI DEL BARONE FEDERICO BARBASPINOSA
« Reply #7 on: 15 May, 2017, 12:04:01 AM »
Il coro era ora abbastanza forte,
grazie anche alla presenza dei frati giunti numerosi.

Non vi era comunque tanta folla e questo le permise di scorgere poco più in là un ragazzo
che dapprima non riconobbe ma poi ben presto si rese conto essere il figliolo del Barone.

Lo sguardo perso e triste del giovane,
le fecero provare tenerezza,
chissà se avevano avuto il tempo di salutarsi
quasi avrebbe voluto chiederlo ma,
continuò a pregare ed a seguire la cerimonia.

(RIP) Celestino I

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 132
  • Honour: 0
Re: FUNERALI DEL BARONE FEDERICO BARBASPINOSA
« Reply #8 on: 16 May, 2017, 10:41:10 AM »
Finita la messa il corteo funebre si spostò all'esterno dirgendosi mesto al camposanto. Una leggera pioggia incomincio a cadere confondendo le sue gocce con le lacrime dei presenti.

Giunti dinnanzi alla fossa scavata nella nuda terra, Celestino si avvicinò alla bara e aspergendola recitò:


"Absolve Domine animas omnium fidelium defunctorum
ab omno vinculo delictorum
et gratia tua illis succurente mereantur evadere iudicium ultionis
et lucis aeternae beatitudine perfrui".


La funzione era finita, Celestino, in silenzio e con le mani giunte si voltò, guardo dritto negli occhi le poche persone presenti e pensò che Federico avrebbe meritato di più. Si alzo il cappuccio sulla testa e lentamente si avviò verso la chiesa.

Tra le grigie nuvole un pallido raggio del sole ormai al tramonto fece capolino, Celestino ne percepì il lieve calore e sorrise, la grazia del Signore era dentro di lui e proprio in quell'istante ne ebbe la certezza. All'inquietudine e allo sconforto presero il sopravvento la pace ed il coraggio.
Il Cammino continuava.
« Last Edit: 16 May, 2017, 02:01:40 PM by Celestino Borromeo »


(RIP) Alexander VII

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 573
  • Honour: 1
  • When sinking, PRAY! -While good hands bail water!
Re: FUNERALI DEL BARONE FEDERICO BARBASPINOSA
« Reply #9 on: 18 May, 2017, 09:12:20 AM »
The courier of the Holy See approached the grieving son, Carlo Barbaspinosa, he bowed slightly to the young man and presented him with a white leather scroll case, sewn in silk stitching, and  capped in ivory on both ends.
The man said only one thing before stepping back:
"From His Holiness personally to the son of the honorable Senator, Baron Federico Barbaspinosa, in perpetual memoriam to his services and recognition of the strength of faith in his family."
After saying only this the man stepped away and moved to speak briefly with Reverend Father Celestino Borromeo on matters of the local diocese and the quality of the funerary services.

When the young heir of the Baron decided, this was what he would find within, a letter written in indigo upon white bleached silk and not on parchment, so that it may endure for the lifetime of His Holiness, Alexander VII, and the generations of the family Barbaspinosa to come.


Quote

                   



LET IT BE KNOWN TO ALL AND SUNDRY THAT HOLY SEE OF ROME IMBUES

HOLY WRIT OF BLESSING AND BENEVOLENCES


To the Family Barbaspinosa




   The Holy See recognizes the lives dedicated by the ancestors and person of Frederico Barbaspinosa, esteemed senator and Patriarch of the family Barbaspinosa. His piety and virtue marked him for all to see and in the name of the church and Roman Republic where he served as Senator to better the lives of all the curia until his last breath.

   I, Alexander VII, Summus Pontifex of the Ancient Theological Faith and heir to the Blessed Saint Rocco, grant those of his bloodline and our faith, the freedom of support from the church in all manner of healing and charitable need deemed benevolent to humanity. The family which is in accord with the Logos and the teachings of Our Lord and Savior, Immanuelle, will be blessed in the eyes of Almighty Teos and mankind, to the greater glory of the faith and the heavens!

This pronouncement of grace is valid to  the end of my lifetime and is renewable or revocable only by my hand.


Walk in the Light of the Almighty forever and go in Peace! Serve His Will! Spread the Sacred Word!



-----------------


Alla Famiglia Barbaspinosa


   La Santa Sede riconosce le vite dedicate agli antenati e alla persona di Frederico Barbaspinosa, stimato senatore e patriarca della famiglia Barbaspinosa. La sua pietà e la sua virtù lo segnavano per tutti e in nome della chiesa e della Repubblica Romana dove serviva come senatore per migliorare la vita di tutta la curia fino all'ultimo respiro.

   Io, Alessandro VII, Summo Pontifex della fede antica teologica e erede del beato san Rocco, concedo a quelli della sua linea di sangue e della nostra fede la libertà di sostegno della Chiesa in tutti i modi di guarigione e di carità necessaria considerata benevola per l'umanità. La famiglia che è in accordo con il Logos e con gli insegnamenti di Nostro Signore e Salvatore, Immanuelle, sarà benedetta agli occhi di Onnipotente Teo e dell'umanità, alla più grande gloria della fede e dei cieli!

Questo pronuncia di grazia è valido fino alla fine della mia vita e è rinnovabile o revocabile solo dalla mia mano.


Camminate nella Luce dell'Onnipotente per sempre e vai in pace! Servite Sua Volontà! Diffondete la Parola Sacra!



"vitam aeternam, fides aeternam, actio semper"
~Alexander VII~

Summus Pontifex - Theological Church,
Comte de Reims,
Master of theology of Ancient Theological Church


Faith Defines All Things; their remembrances clearly defined make them living custom.

(RIP) Celestino I

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 132
  • Honour: 0
Re: FUNERALI DEL BARONE FEDERICO BARBASPINOSA
« Reply #10 on: 19 May, 2017, 11:47:32 AM »
Celestino stava rientrando in Chiesa quando un brusio lo fece voltare, vide un Messo Pontificio che consegnava a messer Carlo Barbaspinosa una magnifica cartella in pelle con cuciture in seta e ricoperta d'avorio. Non udì le parole che i due si scambiarono ma ne intuì il senso. Poi il messo si avvicinò a Padre Celestino domandandogli con gentilezza della curia e delle funzioni compiute. Il frate fu davvero contento dell'interessamento di Sua Santità in persona e chiese al messo di accompagnarlo in canonica poiché aveva qualcosa da consegnarli.

Appena dentro fece accomodare l'ospite e si mise a frugare dentro un'armadio. Vi tolse una tavola dipinta che raffigurava Santa Rosaria Madre di Teos. La ripulì dalla polvere, l'avvolse in un drappo di velluto verde e la consegnò al messo, spiegandogli che era un regalo per sua Santità.




Poi si spostò allo scrittoio e scrisse una missiva che arrotolò con cura e fisso con un nastro allla tavola:

Quote
Holiness, your personal interest in the Theological Community of Cosenza has filled me with joy. The visit of your courier for the delivery of the precious gift to the Barbaspinosa family has been a very important moment for us all.

Receive this gift in gratitude and thanksgiving.

I do not know the material value of this painting but I know the spiritual and mystical value.

Teos always protects you.


Celestino Borromeo

Il messo papale si concedò e ripartì, Padre Celestino era tormentato da diversi dubbi: forse era stato troppo confidenziale con Sua Santità, regalargli un quadro del quale non conosceva nemmeno il valore....aveva agito stranamente di istinto, lui, uomo razionale e meditativo.Forse qualcosa stava mutando.
« Last Edit: 20 May, 2017, 10:05:43 AM by Celestino Borromeo »