Author Topic: Funerali - Fine Casato Bentivoglio di Cosenza  (Read 997 times)

(RIP) Giovanni Bentivoglio

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 479
  • Honour: 0
Funerali - Fine Casato Bentivoglio di Cosenza
« on: 15 August, 2016, 08:14:03 PM »
Il Conte Bentivoglio disteso nel proprio letto, oramai stanco dei tanti anni che ha vissuto, fissava il proprio blastone di famiglia, pensava a chi sarebbe andato tutto quello che ha riuscito a raccumulare in quegli anni e chi avrebbe preso il posto suo a guidare la sua amata terra, la sua amata Cosenza! Un bussare alla porta interruppe i propri pensieri... Avete fatto chiamare Conte Bentivoglio? - Si! entrate notaio, voglio fare testamento, oramai mi restano pochi giorni!-Dite Conte, io scrivero tutto!:

Addi, 15 agosto dell'anno 1316 di nostro signore.
Io Giovanni Bentivoglio, Conte di Cosenza, indigo un duello tra tutti i guerrieri della Repubblica Romana Teologica, chi sarà il vincitore avrà diritto alle seguenti cose:

-Titolo di Conte di Cosenza e vassallo del feudo Cosentino.
- Dalle casse del tesoro della famiglia Bentivoglio 4600 monete d'argento e 240 dobloni.
- Dai magazzini del casato bentivoglio potrà disporre: n.ro 10 mattoni; n.ro 110 pezzi di argilla; n.ro 73 pezzi di carbone; n.ro 4 sacchi di fertilizzante; n.ro 20 pepite d'oro; n.ro 5 infusi di erbe e miele; n.ro 121 pezzi di ferro; n.ro 25 pezzi di cuoio; n. ro 10 mucchi di letame; n.ro 220 more; n.ro 20 foglie di gelso; n.ro 20 pezzi di vasellame; n.ro 60 mucchi di sale; n.ro 108 mucchi di sabbia; n.ro 79 di pietra; n.ro 2 pupazzi di legno; n.ro 245 pezzi di legno.
- Dall'armeria personale del Conte: n.ro 1 paia di stivali di cuoio; n.ro 1 elmetto di ferro; n.ro 1 scudo di ferro; n.ro 1 coltello; n.ro 1 pantaloni di cuoio rinfrzati; n.ro 1 armatura di cuoio; n.ro 2 kit di cura della salute per teologici; n.ro 2 spade corte; n.ro 1 scudo di legno normanno.
- dalle stanze personali del Conte nel castello ci sono abiti, fogli, sigilli, martelli e quant'altro ci sia sarà di proprietà del vincitore del torneo.

Nel caso in cui il Barone Federico Barba Spina o la Signora Aureliana Gonzaga hanno le caratteristiche per divenire vassallo di cosenza il tutto andrà a uno di loro, ove nel caso entrambi abbiano i requisiti il duello si terrà solo tra i due.

Spero che chiunque venga dopo di me, sappia far buon uso del mio lascito, anche materiale e che lo usi per far crescere il proprio regno e il proprio feudo, senza usare tali ricchezze per i propri scopi e di accrescere la loro sola ricchezza, ma quella di tutto il proprio regno, come ho sempre fatto io nella mia vita, che si attenga sempre agli insegnamenti di Teos. Nel caso in cui nessuno si presenta alla giostra o che la vinca un traditore del regno tutto andrà al regno.
Miei cari compagni di vita, sul punto di morte si vorrebbero dire tante cose, ma vi ringrazio solamente del tempo trascorso insieme e forse un giorno ci rivedremo tutti nuovamente.

Bene, notaio ho finito, fatemi apporre il sigillo e mandate questo messaggio al re e che si rispettino le mie ultime volontà, adesso lasciatemi riposare.

(RIP) Aureliana Gonzaga

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 38
  • Honour: 0
Re: Funerali - Fine Casato Bentivoglio di Cosenza
« Reply #1 on: 15 August, 2016, 11:53:02 PM »
Un calpestio strano nei pressi del  palazzo dell'amico,
nulla faceva pensare a quanto avrebbe poi appreso poco dopo.

Vista la porta socchiusa e la sua curiosità, entrò.

Il silenzio l'avvolse, poi all'improvviso un colpo di tosse al piano di sopra,
quindi qualcuno era presente.

"...il Barone Federico Barba Spina o la Signora Aureliana Gonzaga hanno le caratteristiche per divenire vassallo di cosenza il tutto andrà a uno di loro,ove nel caso entrambi abbiano i requisiti il duello si terrà solo tra i due."
queste le utlime parole che era riuscita a sentire mentre saliva la scala, ma non comprendendone il significato, si fermò, il dubbio l'assalì.

Attese che i passi in avvicinamento mostrassero chi sarebbe stato poi di fronte a lei.
Con sorpresa vide che dalla stanza del Conte, del suo amico, usciva il notaio; lì ebbe un brivido.

Attese che scendesse e quando il notaio le fu vicino chiese cosa stesse accadendo.
Egli si tolse il cappello in segno di saluto e poi con voce rotta dall'emozione, le annunciò che il Conte era molto malato e aveva appena lasciato scritte le sue ultime volontà.

Notaio, ma io ho sentito fare il mio nome e... ma come sta lui ora?
il notaio le spiegò quanto aveva voluto far scrivere il Conte e a questo non si poteva che ottemperare, quindi fece un segno per salutare ed andarsene.

Appresa la notizia, rimase a fissar nel vuoto uno dei gradini della scala, poi senza pensarci due volte, corse giù e richiamò il notaio.

Notaio, perdonatemi, ma non posso accettare quanto vorrebbe il mio amico, il Conte Bentivoglio, non sono alla sua altezza né mi sento preparata e pronta;
so bene quanto sia assurdo e ingiusto rifiutare le ultime volontà di un amico, e che amico... ma proprio per questo dico che no, io non sono la persona adatta.
Notaio, io ho sempre lavorato, sotto la sua guida, la sua esperienza ha guidato la mia mano nei campi e in ogni lavoro io abbia intrapreso,
lui lo ricorderà bene, ma questo non fa per me.


Il notaio la guardò con attenzione e sorrise, poi salutandola si allontanò a passo svelto;
lei rimase lì con la voglia di andare a trovare il suo amico, ma sapeva che non era cosa buona entrare nella stanza di un uomo, da sola.
Quindi se ne andò, lasciò il palazzo e si avviò pensierosa verso la sua locanda.

La notizia l'aveva sconvolta, stava per perdere un grande amico e Cosenza, perdeva una persona molto importante.



(RIP) Ioans De Tata

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 300
  • Honour: 0
  • Beatae Chaterinae anuli anulifer
Amor mio, ben ti voglio
« Reply #2 on: 30 September, 2016, 04:55:23 AM »
Ci lascio' il signor Conte Giovanni.

Visse codesto bono Immanuelita a lungo ed ebbe della vita soddisfatione, et puro andara' in paradiso.

Lo conobbi come mastro d'algebra e di calcolo e gli dissi che volevo dare al mondo una Universitate. Ei partecipo' nella sua creazione, e dette bono consiglio e fu de issa Universitate magistro et professore.

Non vide il conte Giovanni la fruizione di questa istitutione, ne la sua forma finale, passando a miglior vita nel Septembre di quest'anno di Gratia MCCCXVI.

Dedichiamo ad esso lo dormitorio della Borgiana, et inscrivemo:

IN MEMORIAM IOHANNI DE BENTIVOLIIS MAGISTRIS

QUI BENE VOLET BENE DORMIT
Qui BENE DORMIT NON PECCAT
ERGO QUI BENE VOLET VENIT IN COELO


Requiescat in pace
« Last Edit: 30 September, 2016, 01:07:10 PM by Ioans De Tata »
Iohannes

Gualtieri Colapesce

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 1389
  • Honour: 0
  • Vina dant animos
Re: Funerali - Fine Casato Bentivoglio di Cosenza
« Reply #3 on: 30 September, 2016, 12:43:46 PM »
La notizia della morte del Bentivoglio arrivò al monastero in tarda serata.

Palmerino lesse velocemente il messaggio, poi chiese di rimanere solo.

Fissò un punto lontano all'orizzonte e sospirò: "Giovanni..."

Aveva conosciuto il Bentivoglio molti anni prima.
Era un uomo iperattivo, brillante. Aveva scelto una regione, Cosenza, povera e disabitata, e con tanta forza di volontà ed enormi sacrifici, l'aveva trasformata nella fiorente realtà odierna.

Cosenza era stata la casa per i giovani romani, che facevano lì le prime esperienze lavorative, ed imparavano a sopravvivere in questi tempi difficili.

Quell'uomo forte, sorridente, inarrestabile, aveva infine dovuto cedere al destino che per lui era stato scelto da Teos.

"Addio Giovanni, è stato un onore conoscerti" sospirò ancora Palmerino.

E cominciò a pregare.