Author Topic: Scomunica al papa  (Read 865 times)

(RIP) Giovanni Bentivoglio

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 479
  • Honour: 0
Scomunica al papa
« on: 29 March, 2016, 12:01:47 AM »
Il Conte Bentivoglio era nel suo studio immerso nelle tante scartoffie che era costretto a visionare tutte le sere prima di coricarsi, quando un soffio di vento gelido fece aprire la porta della stanza. Alzandosi per chiuderla, udi nei corridoi del castello alcune voce, forse qualche soldato che faceva la ronda o qualche inserviente! Parlavano di una scomunica! Incuriosita il Conte scese la scalinata del castello e su di un palo posto in una stradina che portava alla piazza centrale della città vi era un manifesto che proclamava la scomunica di messer Matteo Lubiani "28-Mar-1316, 17:14:01   Anselmo III ha scomunicato Matteo Lubiani! Motivazione: Scomunico Matteo Lubiani..Nel nome di Teos che mi ha mostrato in una visione che costui in passato si è macchiato di stregoneria,ed ha cercato nei ultimi periodi di confabulare contro la casa di Teos a me affidata. Possa Teos avere pietà della sua anima." , non poteva credere ai suoi occhi, colui che attualmente si proclamava santo pontefice, portatore della teologia e voce di Teos, aveva scomunicato Matteo Lubiani! è proprio vero i codardi temono il confronto! costui che prende il nome di Anselmo III, ha scomunicato il vero Pontefice per evitare che fosse votato dai Cardinali, per non perdere il proprio posto di Pontefice e potersi prendere Roma con il ragiro! Minacciando i deboli di scomunica per farsi votare, è davvero questo il portatore di tale sacra religione?! C'è ancora bisogno dell'elezione per mandare via costui, impostore e traditore della sacra fede?! Da quando è stato eletto è stato un burattino nelle mani di qualcuno che vuole Roma, inventandosi tutti i ragiri, ricatti e menzogne possibili! Questa è l'ennesima azione priva di onore che solo un verme potrebbe escogitare! Costui da quando è stato eletto come prima cosa ha sempre cercato di far passare Roma sotto il controllo Urbinante! Ha cercato di far diventare il magnifico e pacifico Stato Pontificio un regno schiavo di Urbino! Mi viene da pensare se non fosse proprio Urbino il burattinaio! E pensare che il nuovo Esarca ha cessato lo stato di ostilità nei confronti del regno d'Italia, permettendo ai cittadini che ci hanno manifestato ostilità da tempo di curarsi dalla temibile peste! Se fossi stato io l'esarca li avrei fatti morire, vietando a tutte le strutture teologiche di curare questi falsi credenti! E se falsi non sono avrebbero dovuto già da tempo abbandonare quello stato pieno di corruzione e passare alla vera fede! - il Conte finito il suo monologo con occhi pieni di rabbia rivolti verso il manifesto si voltò e torno nel suo studio...