Author Topic: L'antica Chiesa Teleologica, Parrocchia di Venezia  (Read 1239 times)

(RIP) Caterina D' Benincasa

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 93
  • Honour: 0
  • Laudare, Benedicere, Praedicare
L'antica Chiesa Teleologica, Parrocchia di Venezia
« on: 30 January, 2016, 08:39:42 PM »
<a href="https://www.youtube.com/v/LM2il0ADO50" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/LM2il0ADO50</a>

Caternia entered the Ancient Teological Church in Venezia to pray for Father Ilrapo, the parish priest who recently passed away. It was Father Ilrapo that had baptized Caterina.  She touched her fingers to the holy water and made the sign of the blessed pyramid, being reminded of the holy trinity of Teos.

She could hear the monks chanting from a side chapel where only shrouded figures could be seen through the flickering candle light.  The chants were ominous, yet somehow also soothing to the soul.

She lit a candle in front of the statue of Holy Rosaria, then knelt down on her knees to pray:

O holy Saint Rocco, you loved Teos and served Him faithfully as His Priest. Now you see Teos face to face in heaven. You never despaired but persevered in your faith until you died. Remember now our departed brother and servant of The  Logos, Father Ilrapo Nestorus,  and intercede for him that his soul may be received into glory with our Lord Imanuel.

O Holy Rosaria, Mother of Teos, I pray for our departed brother Father Ilrapo.  May you receive him into your loving arms as a mother embraces a long lost son.  May you wipe away his tears as he puts down his burden to live in glory with our Lord.

Holy Spirit of Teos, may you give peace and comfort to those your servants who still remain in this land of suffering.  May you give us strength to resist the temptations of the evil one, Baffometto, Lilis, and Eldiavolique. Amen.

Caterina arose, made the sign of the blessed pyramid, then quietly departed the church, careful not to disturb others who were also praying for the beloved Father. With her handkerchief, she dabbed away tears which were falling for the many recent cleric deaths.



<a href="https://www.youtube.com/v/LM2il0ADO50" target="_blank" class="new_win">https://www.youtube.com/v/LM2il0ADO50</a>

Caternia entrato nella Teologica Chiesa Antica di Venezia a pregare per Padre Ilrapo, il parroco recentemente scomparso. Era padre Ilrapo che aveva battezzato Caterina. Si toccò le dita per l'acqua santa e si fece il segno della piramide beati, essere ricordato della Santissima Trinità di Teos.

Sentiva i monaci cantando da una cappella laterale dove solo in cifre avvolte potrebbe essere visto attraverso la luce tremolante candela. I canti sono stati inquietante, eppure in qualche modo anche calmante per l'anima.

Si accese una candela davanti alla statua di Santa Rosaria, poi si inginocchiò in ginocchio a pregare:

O santo San Rocco, hai amato Teos e lo servì fedelmente suo sacerdote. Ora si vede Teos faccia a faccia in cielo. È mai disperato ma perseverato nella fede fino a quando sei morto. Ricordate ora il nostro fratello defunto e servitore del Logos, Padre Ilrapo Nestorus, e intercedere per lui che la sua anima possa essere ricevuto nella gloria con il nostro Signore Imanuel.

O Santa Rosaria, madre di Teos, prego per il nostro fratello defunto Padre Ilrapo. Possa tu lo riceverà tra le tue braccia amorevoli come una madre abbraccia il figlio a lungo perduto. Che tu possa spazzare via le lacrime, quando mette giù il suo fardello di vivere in gloria con il nostro Signore.

Spirito Santo di Teos, può dare pace e conforto a quei tuoi servi che rimangono ancora in questa terra di sofferenza. Che tu possa darci la forza di resistere alle tentazioni del maligno, Baffometto, Lilis, e Eldiavolique. Amen.

Caterina si alzò, fece il segno della piramide benedetto, poi tranquillamente partì la chiesa, attenzione a non disturbare gli altri che erano anche pregando per l'amato Padre. Con il fazzoletto, si asciugò le lacrime che cadevano per le tante morti recenti chierico.

(RIP) Bianca Sforza Farnese

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 63
  • Honour: 0
Re: L'antica Chiesa Teleologica, Parrocchia di Venezia
« Reply #1 on: 30 January, 2016, 11:31:44 PM »
In questi giorni tra un lavoro manuale ed un altro, Bianca ha attraversato più volte la piazza dove si trova l'Antica Parrocchia dell'antico credo teologico. In parte la curiosità da gatta in parte per avere uno scambio di pensiero diverso dal suo in questo momento ha preso la decisione di avvicinarsi all'interno dell'edificio. La figlia degli Sforza indossa una semplice veste da popolana di color crema, stretta ai fianchi dai una cintura di cuoio, semplice scarpe ai piedi, le gambe quasi del tutto coperte fino ai polpacci sono comunque lunghe e flessuose. sui vent'anni d'età appare una sana ragazza bionda con delle lunghe trecce sul lato sinistro del viso. Sulle mani i segni dei lavoro manuali e non solo anche per impugnare l'elsa della spada di legno che usava per allenarsi a Ravenna.

Entrata all'interno della Parrocchia si accorge della presenza di qualche fedele raccolto in preghiera, ed una figura quasi al centro della navata intenta a farsi il segno di croce..e forse anche lei sta pregando al suo Dio.. Per un po' la bionda fa silenzio poi quando le fedeli si allontanano cerca di avvicinarsi alla donna che è rimasta in disparte (Caterina).

bisbigliando con accento nordico " Perdonate madonna..voi siete abitante del regno?".
« Last Edit: 30 January, 2016, 11:33:24 PM by Bianca Sforza »
Fight for Freedom, Combattere per la vita e dire la verità da prode Cavaliere in arme

(RIP) Caterina D' Benincasa

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 93
  • Honour: 0
  • Laudare, Benedicere, Praedicare
Re: L'antica Chiesa Teleologica, Parrocchia di Venezia
« Reply #2 on: 30 January, 2016, 11:45:49 PM »
In questi giorni tra un lavoro manuale ed un altro, Bianca ha attraversato più volte la piazza dove si trova l'Antica Parrocchia dell'antico credo teologico. In parte la curiosità da gatta in parte per avere uno scambio di pensiero diverso dal suo in questo momento ha preso la decisione di avvicinarsi all'interno dell'edificio. La figlia degli Sforza indossa una semplice veste da popolana di color crema, stretta ai fianchi dai una cintura di cuoio, semplice scarpe ai piedi, le gambe quasi del tutto coperte fino ai polpacci sono comunque lunghe e flessuose. sui vent'anni d'età appare una sana ragazza bionda con delle lunghe trecce sul lato sinistro del viso. Sulle mani i segni dei lavoro manuali e non solo anche per impugnare l'elsa della spada di legno che usava per allenarsi a Ravenna.

Entrata all'interno della Parrocchia si accorge della presenza di qualche fedele raccolto in preghiera, ed una figura quasi al centro della navata intenta a farsi il segno di croce..e forse anche lei sta pregando al suo Dio.. Per un po' la bionda fa silenzio poi quando le fedeli si allontanano cerca di avvicinarsi alla donna che è rimasta in disparte (Caterina).

bisbigliando con accento nordico " Perdonate madonna..voi siete abitante del regno?".

Caterina si rivolse al giovane signorina, sorrise e rispose:

"No mia cara, io sono Catherina di Siena, nel Regno d'Italia, anche se devo scusarmi per il mio povero italiano, come lo sono io meglio a parlare spagnolo e inglese, le lingue dei miei genitori. Quando ho sentito della morte del buon padre, ho sentito che era mio dovere di navigare a Venezia per dire le preghiere per lui perché era il sacerdote che mi ha battezzato nella fede teologico. Ahimè, devo navigare tornare in Italia e trovare un modo per guadagnarsi da vivere. "

Continuando a sorridere, Caterina messo delicatamente una mano sulla spalla del giovane donna e disse:

 "Siete i benvenuti per entrare nella chiesa per pregare o meditare, se siete così inclinato. Maggio Teos ti benedica mia cara."

(RIP) Bianca Sforza Farnese

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 63
  • Honour: 0
Re: L'antica Chiesa Teleologica, Parrocchia di Venezia
« Reply #3 on: 31 January, 2016, 09:02:32 PM »
Quote
Caterina si rivolse al giovane signorina, sorrise e rispose:

"No mia cara, io sono Catherina di Siena, nel Regno d'Italia, anche se devo scusarmi per il mio povero italiano, come lo sono io meglio a parlare spagnolo e inglese, le lingue dei miei genitori. Quando ho sentito della morte del buon padre, ho sentito che era mio dovere di navigare a Venezia per dire le preghiere per lui perché era il sacerdote che mi ha battezzato nella fede teologico. Ahimè, devo navigare tornare in Italia e trovare un modo per guadagnarsi da vivere. "

Continuando a sorridere, Caterina messo delicatamente una mano sulla spalla del giovane donna e disse:

 "Siete i benvenuti per entrare nella chiesa per pregare o meditare, se siete così inclinato. Maggio Teos ti benedica mia cara."

Ascoltando le parole della giovane donna, le sorrise lasciando che la carezza d'ella toccasse la propria spalla. Attese un attimo dato che il lutto che Caterina ha vissuto, per rispetto rivolge una preghiera alla propria Dea.
" Madre generosa accogli con benevolenza questo figlio degli uomini non abbandornarlo all'oblio".

Quindi tornando a guardare la cittadina del regno d'Italia le rivolge la parola presentandosi. :
" Me duele por el vuestro maestro, donna Caterina, si por usted es mejor yo puedo hablar vuestra lengua materna, ha sido un oficial del Valencia ad ensegnarme su idioma quando yo estaba en Ravenna con mi padre." dopo un attimo di pausa prosegue " Yo soy Bianca de la familia Sforza " chinando il capo in segno di riverenza, "estoy visitando este templo del credo teologico por un motivo particolar.. quiero entender que lo diferencia de la religion que mi madre me ha trasmitido."

(Mi dispiace per il vostro maestro, donna Caterina, se voi preferite io posso parlare la vostra lingua materna, è stato un ufficiale di Valencia ad insegnarmi la sua lingua quando io ero a Ravenna con mio padre." dopo un attimo di pausa prosegue " Io sono Bianca della famiglia Sforza" chinando il capo in segno di riverenza " Sono in visita in questo tempio del credo teologico per un motivo particolare, voglio capire cosa lo differenza dalla religione che mi ha trasmesso mia madre").
Fight for Freedom, Combattere per la vita e dire la verità da prode Cavaliere in arme

(RIP) Caterina D' Benincasa

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 93
  • Honour: 0
  • Laudare, Benedicere, Praedicare
Re: L'antica Chiesa Teleologica, Parrocchia di Venezia
« Reply #4 on: 01 February, 2016, 12:24:59 AM »
Quote
Caterina si rivolse al giovane signorina, sorrise e rispose:

"No mia cara, io sono Catherina di Siena, nel Regno d'Italia, anche se devo scusarmi per il mio povero italiano, come lo sono io meglio a parlare spagnolo e inglese, le lingue dei miei genitori. Quando ho sentito della morte del buon padre, ho sentito che era mio dovere di navigare a Venezia per dire le preghiere per lui perché era il sacerdote che mi ha battezzato nella fede teologico. Ahimè, devo navigare tornare in Italia e trovare un modo per guadagnarsi da vivere. "

Continuando a sorridere, Caterina messo delicatamente una mano sulla spalla del giovane donna e disse:

 "Siete i benvenuti per entrare nella chiesa per pregare o meditare, se siete così inclinato. Maggio Teos ti benedica mia cara."

Ascoltando le parole della giovane donna, le sorrise lasciando che la carezza d'ella toccasse la propria spalla. Attese un attimo dato che il lutto che Caterina ha vissuto, per rispetto rivolge una preghiera alla propria Dea.
" Madre generosa accogli con benevolenza questo figlio degli uomini non abbandornarlo all'oblio".

Quindi tornando a guardare la cittadina del regno d'Italia le rivolge la parola presentandosi. :
" Me duele por el vuestro maestro, donna Caterina, si por usted es mejor yo puedo hablar vuestra lengua materna, ha sido un oficial del Valencia ad ensegnarme su idioma quando yo estaba en Ravenna con mi padre." dopo un attimo di pausa prosegue " Yo soy Bianca de la familia Sforza " chinando il capo in segno di riverenza, "estoy visitando este templo del credo teologico por un motivo particolar.. quiero entender que lo diferencia de la religion que mi madre me ha trasmitido."

(Mi dispiace per il vostro maestro, donna Caterina, se voi preferite io posso parlare la vostra lingua materna, è stato un ufficiale di Valencia ad insegnarmi la sua lingua quando io ero a Ravenna con mio padre." dopo un attimo di pausa prosegue " Io sono Bianca della famiglia Sforza" chinando il capo in segno di riverenza " Sono in visita in questo tempio del credo teologico per un motivo particolare, voglio capire cosa lo differenza dalla religione che mi ha trasmesso mia madre").

Sí, señorita, es más fácil para mí a comunicar en español, a pesar de que el dialecto que entiendo es que se habla en la tierra habitada por los Aztecas y Mayas.

Es bueno que usted desea aprender de la religión de sus padres. Deseo que podría enseñarle, pero estoy recién bautizado a la religión teologia, y también, debo salir de nuevo a Italia. Para mí, personalmente, creo que el gran espíritu nos habla de muchas maneras diferentes ya través de diversos caminos.

Se bendiga mi hermana.