Author Topic: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale  (Read 10397 times)

(RIP) Foculatesta Da Grandiagroi

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 6
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #30 on: 19 January, 2016, 11:28:51 PM »
La giornata era molto calda ed ancora di più era la calura che mi attanagliava mentre lavoravo i miei terreni. Alzai gli occhi al cielo mi tolsi il cappello, asciugai la mia fronte con un fazzoletto non molto pulito e mi guardai intorno, proprio mentre rimettevo il cappello per continuare a lavorare la terra, mi accorsi che in lontananza si avvicinava una carrozza. Pensai che fosse qualcuno di passaggio, quindi mi voltai per continuare a lavorare.
Ma dovetti desistere in quanto sentii il mio nome pronunciato ad alta voce: "Messere FocuLaTesta da Grandi Agroi...", alzai lo sguardo e di fronte a me vi era un uomo che mi porse una missiva. "Questa la riguarda messere, sono stato inviato a recapitarla dal nostro Re Oddantonio Montefeltro", a quelle parole sbiancai e farfugliando mi misi in ginocchio ma il buon uomo mi prese per il braccio e mi rimise in piedi senza proferire parola. Io lo guardai negli occhi, lui si volto e risalì in carrozza e si allontano con la sua scorta.
Rimasto solo dovetti bere una grossa caraffa d'acqua per diminuire l'arsura che mi attanagliava, il Re mandava una missiva a me per quale motivo, non ero un nobile ero un semplice contadino che lavorava la sua terra ed in alcuni frangenti aiutavo nella torre di guardia per il controllo della regione. Molto perplesso m'incamminai verso la locanda dove alloggiavo, in quanto ancora non avevo i denari per acquistare una casa. Durante il tragitto la mia mente vorticava sul motivo di quella missiva, ma erano solo delle ipotesi insensate pensai inoltre di rivolgermi al mio Signore Barone per chiedere spiegazioni, ma la sua casa era ancora più lontana della mia locanda, quindi affrettai il passo e circa dieci minuti dopo mi ritrovai nella mia stanza in locanda.
Mi sciacquai tutto, mi rimisi in ordine e mi sedetti al tavolo guardando la missiva appoggiatavi sopra, con le mani tremanti la aprì e la lessi. Un enorme sollievo mi assali, iniziai a ridere e non smisi per almeno 2 minuti. Appena mi ripresi dall'ilarità pensai quanto fossi stato sciocco ad non aprirla subito, che non era altro che un invito per una festa a palazzo.
Mi guardai intorno e pensai che dovevo avvertire il mio Signore Barone di quello che mi era accaduto. Prima di andare però controllai il mio guardaroba non troppo fornito e storsi il naso come mi sarei presentato di fronte al Re. Senza fare più pensieri sciocchi, usciì dalla locanda e m'incamminai verso la villa del mio Signore Barone, proprio per farlo partecipe di questa avventura che mi era capitata, anzi che era appena iniziata in quanto sarei dovuto andare a conoscere il Re di persona e la situazione mi creava una grande ansia e un grande timore di non essere adatto a questo tipo di manifestazioni. Camminando camminando mentre guardavo il sole tramontare si fece buio e mi accorsi che ero quasi arrivato davanti al cancello della villa.

(RIP) Alessandro D'altavilla

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 10
  • Honour: 0
  • Ex Flammis Resurgo
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #31 on: 20 January, 2016, 12:08:04 AM »
La grande sala si sta riempiendo di gente. Tutti mostrano una grandissima eleganza sia nel vestiario che nel portamento. Affianco al camino ci sono delle graziosissime dame che, guardandomi, parlottano mostrando sorrisetti arguti. Notando che i reali ancora non sono arrivati nel grande salone ne approfitto per continuare a visitare il Palazzo.....almeno le parti accessibili. Affianco alla Sala Grande dove si darà inizio fra poco al Ricevimento, c'è un'altra sala piena di carte geografiche e mappe di città. La prima che ha colpito la mia curiosità è una carta di Urbino dove è ben visibile il Palazzo Reale dove adesso mi trovo. Subito dopo c'è uno splendido Mappa Mundi a colori che occupa tutta la parete di fondo.

Mentre osservo questi capolavori dell'arte cartografica, sento un rumore che mi riporta nella Sala Grande dove un addetto alla servitù ha fatto cadere a terra un vassoio per le pietanze che invece doveva essere poggiato sul tavolo insieme al resto del cibo. Per continuare a parlare della ricchezza della corte, anche il cibo è importante. Le pietanze hanno un'aspetto bellissimo e al solo guardarli mi viene voglia di mangiare qualcosa come quei manicaretti appena portati. Ma il mio compito qui questa sera non è solo quello di divertirmi... Devo osservare la corte.... Fare amicizia con le persone giuste e chissà forse conoscere addirittura il Re o il Principe Christian Doria.... Quelle damigelle accanto al camino continuano a guardare e a parlottare sorridenti...Spero vivamente che non mi trovino ridicolo... Anzi ho deciso! Credo che mi avvicinerò a parlare con loro! Se proprio devo iniziare a conoscere qualcuno perché non una bella donna? Non credo di essere cattivo aspetto! Mi avvicino cortese a una delle donne. "Potrei avere l'onore di danzare con voi mia Signora?".


(RIP) Obizzo D'este

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 14
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #32 on: 20 January, 2016, 10:58:36 AM »
Il Barone d’Este era pronto per andare al ricevimento Reale.
Si era abbigliato in alta uniforme con la spada  lucida che gli pendeva lungo il fianco.
Mise il mantello, ma rabbrividì ugualmente uscendo da Palazzo Este, tanto era rigida la serata.
Sua sorella lo attendeva e gli aveva fatto recapitare almeno 4 missive per assicurarsi che avesse aderito all’invito del Re. Schivo di carattere non sarebbe andato, ma per non sentirla brontolare, aveva assecondato la sua richiesta.
L’abitazione del Magistrato di Urbino non era molto distante da Palazzo Reale e dunque ci impiegò poco per arrivare. Sul Piazzale antistante, decine di carrozze e cavalli, ingombravano tutto lo spazio disponibile.
Si fece largo tra la calca di dame e cavalieri, di semplici cittadini e titolati suoi Pari, fino a guadagnar l’entrata.
Le Guardie Reali lo riconobbero e lo anticiparono agli ospiti al grido: Sua Eccellenza il Barone Obizzo d’Este!
Il Salone dei Ricevimenti  ospitava già molte persone e lui, tra un saluto e l’altro, si diresse al tavolo di accoglienza dove era ad attenderlo un buon bicchiere di vino rosso.

Nunzio Borgia

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 54
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #33 on: 20 January, 2016, 12:41:33 PM »
Nunzio dopo aver mangiato qualche pietanza e bevuto lo splendido vino proveniente dalle terre orvietane, si appresta anche lui a visitare i locali accessibili e dopo aver notato una ragazza, sicuramente della servitù, gli si avvicina ed inizia a parlarle.

Buongiorno Madame, vedo che siete molto indaffarata, ma se avete qualche minuto volevo farvi sapere che siete proprio una gran bella fanciulla e avrei il piacere di conoscervi meglio, dopo qualche secondo la fanciulla rispose con un sorriso malizioso, Vi ringrazio Messere, non mi capita molte volte che una persona di rango come Voi mi faccia dei complimenti e arrossendo, continuò con le sue cose.
Così Nunzio la bloccò e gli chiese Da quanto tempo lavorate per il Re?, la fanciulla si girò e gli disse Sono alcuni mesi, sto continuando il lavoro che faceva mia madre prima di me, così il Duca si abbassò e gli bisbigliò nell'orecchio, Perchè non venite con me a Milano e diventate la mia dama?.
La fanciulla, che si chiamava Elena, lo guardò con gli occhi lucidi e gli disse Dovete parlare con il Re, io sono una sua serva e solo lui può dare il suo benestare, Nunzio non aspettò altro, si sistemò e riprese a girare per i corridoi del Palazzo in cerca del Re.
Ormai era rimasto folgorato da tale bellezza, non riusciva a pensare ad altro, voleva quella Elena e la voleva subito.

Ritornò nella sala principale, si mise seduto ed iniziò a pensare come e quando incontrare il Re per poter parlare in privato di questa situazione. Per Nunzio è la prima volta che si sente in questo stato, forse si è innamorato o forse no, ma è una sensazione bellissima e deve trovarne una soluzione.


(RIP) Tiziano Fieschi II

  • General group
  • Sr. Member
  • *
  • Posts: 411
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #34 on: 20 January, 2016, 07:52:08 PM »
Da poco si era concluso l'incontro con i Reali...ed Anselmo fu accompagnato con il frate vicino a lui nel ricevimento a cui fu invitato per presentarsi anch'egli alla cittadinanza.
Arrivò nella sala...accompagnato dalla guardia reale...e non appena entrò nella sala improvvisamente tutta l'attenzione si posò su di lui...vestito in abito Pontificale...non poteva non essere notato.
Non esitò a avvicinarsi al tavolo...dove gli fu indicato il posto a lui riservato..sempre vicino ai Reali Imperatore e Principessa...
Nel mentre che si avvicinava alcuni lo salutarono...altri lo guardavano facendo un segno con la testa di assenso ...altri solamente sguardi...
Sperò quindi che i padroni di casa lo avessero presto presentato a lui ed anche al frate per toglierlo da quell'imbarazzo visto il ruolo che ricopriva in quel momento...

Ippolito Ferrucci

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 6
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #35 on: 20 January, 2016, 08:33:59 PM »
Un passo in direzione della sala che inizia a riempirsi, non sa ancora bene come muoversi fra tutta quella gente d'alto rango. Un erborista affermato ed un aiutante a guardia della Torre Ravennate, questo si, ma nulla più.
Tenta d'avanzare con passo lento e cadenzato speranzoso di poter riconoscere qualcuno fra i suoi concittadini. Poi di colpo lo sguardo punta la Santità di Anselmo III che fa il proprio ingresso nello sfarzoso loco. Gli occhi non si staccano da quell'uomo che scortato dalle guardie papali lo seguono passo passo. Ancora un po' a destra per poi arrestar la camminata. Un cenno ad un messo di corte a cui domanda...


Perdonate....! Alzando l'indice della mano destra..
Quello sarebbe il..... attendendo il completamento della frase da parte dell'uomo

Messo: ..Papa signore....il Papa, vi consiglio di non avvicinarvi troppo, le guardie a protezione di Sua Santità non ci vanno leggeri coi curiosi...Almeno questo è quello che ho sentito dire...

Gra...grazie del consiglio, me ne ricorderò...

Quindi lasciandolo andare si fa ancora da parte, non tralasciando d'osservar i movimenti del uomo di Chiesa ma neanche quello di alcuni nobili che fanno accesso all'interno dell'immensa sala di Palazzo.

(RIP) Alessandro D'altavilla

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 10
  • Honour: 0
  • Ex Flammis Resurgo
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #36 on: 20 January, 2016, 11:07:43 PM »
D'improvviso la musica si ferma, tutto nella sala si ferma come se fossero stati tutti pietrificati. Lo sguardo di tutti i presenti è rivolto all'ingresso della Sala dove fa il suo ingresso un prelato, vestito di tutto punto. Dal pregio del suo abito penso si tratti di un'alta carica ecclesiastica. Smetto di danzare con la giovane donna, Elisabetta, che da quando ha iniziato a ballare non è riuscita a nascondere il suo imbarazzo...Le guance rosse si abbinano perfettamente con il colore del suo abito. Guardiamo entrambi l'ingresso del prelato e girandomi verso la giovane dama..."Chi è quell'uomo Elisabetta? Lo conoscete? Tutti lo guardano con profondo rispetto!", domando curioso e lei mi risponde dicendo che quell'uomo è il Santo Padre Anselmo III. Incredibile sono in questo palazzo da qualche ora e già ho l'opportunità di vedere il Santo Padre. Lo guardo mentre viene scortato dalla Guardia Reale e prende il suo posto a tavola vicino a quello del Re. Appena il nuovo arrivato prende posto, tutti ritornano a parlare tra di loro, la musica riprende a suonare e la servitù continua a fare il suo lavoro. Appena sento la musica ripartire, riporgo il mio braccio a Lady Elisabetta e riprendiamo a danzare. Ne approfitto per scambiare qualche parola con la donna e notare la sua splendida bellezza. "Madonna Elisabetta da quanto tempo siete qui ad Urbino?" domando curioso e lei risponde "Beh.....in effetti non sono mai arrivata messer Alessandro!", dice divertita sorridendo, "Sono nata qui ad Urbino!", confessa mostrando un favoloso sorriso. Rimango totalmente ammaliato da cotanta bellezza.... Raramente nella mia giovane vita mi era capitato di vedere una donna così bella. "Io sono appena arrivato ad Urbino", continuo, "...ma se in questa città ci sono tutte donzelle favolose come voi, Madonna Elisabetta, penso proprio che non andrò via tanto facilmente!". Lei inizia a ridere divertita e io sorrido di rimando. La musica intanto continuava ad aleggiare nell'aria della Sala come se vivesse di vita propria.

Isabella Este

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 812
  • Honour: 1
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #37 on: 21 January, 2016, 12:08:57 AM »
Isabella prima di raggiungere gli ospiti si recò nelle sue stanze per prepararsi a dovere.
Per l’occasione si era fatta cucire un abito blu e azzurro con del broccato di seta che si era fatta pervenire dal nord.





Per l’occasione si era fatta cucire un abito blu e azzurro con del broccato di seta che si era fatta pervenire dal nord.

Si fece aiutare ad indossarlo dalla Dama di compagnia e quando fu pronta, si recò nel Salone dei Ricevimenti.

La stanza era gremita di gente e riconobbe tanti amici, alcuni dei quali che non vedeva da tanto tempo.







Allungò lo sguardo per scorgerecon gli occhi suo fratello Obizzo… Era laggù che beveva del vino… per fortuna era arrivato!

Al centro della sala le parve  il Principe che conversava con una magnifica Dama… somigliava alla povera Cecilia…no non era lei e nemmeno lui era Christian… si era sbagliata… l’età…


Continuò a cercare con gli occhi tra un saluto ed un altro, i cugini Ritz, ma di loro non v’era traccia… più tardi li avrebbe mandati a cercare… chissà in quale taverna si erano fermati pensò…

Ad un tratto scese il silenzio tra i convenuti. Isabella si voltò verso l’entrata dove stava facendo il suo ingresso Sua Santità.

Si era portato dietro anche il FrateSantissimi Dei aiutateci! Esclamò

Stava per andargli incontro a riceverlo quando urtò contro qualcuno.

Scus…  Vostra Grazia! Benvenuto!

Era Nunzio Borgia, ex sovrano di Milano. Isabella era tanto legata al caro Nunzio e d’istinto lo abbracciò

Nunzio mio carissimo son felice di vedervi!

Il Borgia dopo averla salutata le disse che stava cercando il Re per parlargli di una questione della massima importanza.

Sua Altezza ci raggiungerà presto – gli fece – anzi… dovrebbe essere già qui…




" Il mio segreto è una memoria che agisce a volte per terribilità"

(RIP) Alamanno Cavicciuli

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 21
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #38 on: 21 January, 2016, 09:12:52 AM »
Il Marchese di Perugia giunse a Palazzo Reale accompagnato dalla sua fidanzata, Matilde De Frescobaldi.

Piano amore che si scivola

Le disse aiutandola a scendere dalla carrozza


Sei bellissima nel tuo abito da cerimonia


Continuò sorridendole e sfiorandole  con le labbra la mano che teneva nella sua.
Poi offrendole il braccio, insieme entrarono nella grande sala annunciati dal Cerimoniere.


Sua Eccellenza il Marchese di Perugia Alamanno Cavicciuli  e Dama Matilde De' Frescobaldi.


Disse il Cerimoniere con professionale voce stentorea.

Alamanno e Matilde entrarono, salutando i conoscenti  e si diressero verso il grande tavolo di benvenuto, dove gli era parso di intravedere la Principessa di Urbino Isabella Este.



(RIP) Orione de' Medici

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 11
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #39 on: 21 January, 2016, 05:03:12 PM »
Immerso in quella moltitudine di personaggi, per la maggior parte mai visti prima, mi sento ancora di più un pesce fuor d'acqua.
Nobili e Dame di tutte le provenienze, riconoscibili dallo stile dei loro sfarzosi abiti. Mercanti provenienti da molti Regni si intrattengono con gruppetti di persone intente ai loro discorsi e probabilmente offerte. I mercanti non si smentiscono mai, ogni occasione è buona per fare affari.
Lungo le pareti del salone ci sono inservienti che invitano i presenti a degustare dei prodotti locali quali vini, dolci, frutta, carni e pesci essiccati....

Dalle cucine sono arrivati un gruppo di servi con una quantità e varietà di carni impressionante. Cinghiali, maiali, polli, quaglie, faraone.....

La moltitudine di invitati si è aperta per far passare tutto questo ben di Dio!
Per un attimo ho scorto la posizione dei Reali ed il Re non c'è. Si deve essere assentato per parlare di questioni importanti con qualcuno di.... importante. Continuo a vagare per la sala nella speranza di trovare qualche faccia conosciuta e, ad un tratto, gli invitati si fanno da parte in direzione dell'entrata del salone... una "Fata"... abito azzurro con broccati... passo e portamento regale... "Bella!" è l'unica cosa che mi esce dalla bocca. Uno degli inservienti che in quel momento si era fermato accanto a me mi dice a voce bassa... "E' la Principessa Isabella d'Este!". Non mi escono altre parole... una visione angelica  che cattura l'attenzione di tutti. Saluta e distribuisce sorrisi a tutti e ... tutti si inchinano in segno di omaggio. "Già questo vale il viaggio!".
Non vedo il mio Vassallo, Bartolomeo Visconti. Spero proprio che non manchi a questo evento. Qui nel salone non l'ho ancora visto. Dato che ancora non è stato annunciato l'inizio del banchetto.... scendo a chiede alle guardie all'ingresso se lo hanno visto.

(RIP) Costanza Gonzaga

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 8
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #40 on: 21 January, 2016, 06:16:58 PM »
Pregava presso l'altare come ogni giorno e a fine di essa come sua consuetudine accendeva la grande fiamma in onore del dio Lux. Erano queste le giornate della Hiereus o Viscontessa, come volevano chiamarla i cittadini, alternava la sua vita tra la sua bottega. l'altare e il castello di San Leo. Lasciò l'Altare e con la sua carrozza fece ritorno al castello, e quando il cocchiere si fermò presso la scale del grande portone uno dei servi della Viscontessa aprì la portiera e diede una mano alla donna a scendere, durante il tragitto verso l'interno del castello, l'uomo disse alla sua padrona che una pergamena contenente il sigillo reale era giunto. Costanza ascoltava il suo servo e arrestò il suo cammino quando udì della pergamena

Una pergamena?

disse con tono interrogativo al servo. L'uomo annuì ponendo la stessa alla Viscontessa, che con rapidità la aprì leggendo il suo contenuto

Ah! Una festa! Si terrà presso il castello di Sua Maestà

tolse lo sguardo dal foglio e lo rivolse al servo

Chiama Clorinda e mandamela presso le mie camere

subito dopo aver avuto gli ordini il servo si congedò dalla padrona e si avviò verso le sale destinate alla servitù, dove avrebbe eseguito ciò che gli era stato detto. Nel mentre la Viscontessa salì nelle sue camere e spogliata delle vesti sacre si immerse nella tinozza di acqua calda tenuta pronta dalle sue serve, che sapevano quando la loro padrona sarebbe giunta e attese che Clorinda facesse il suo ingresso nella stanza. La serva non si fece attendere e con tono leggero diede due colpi alla porta e con il permesso della sua padrona entrò

Clorinda! Vieni aiutami, ci sarà una festa al Castello Reale e dovrò prepararmi


la donna aiutò la padrona ad asciugarsi e aperto il grande armadio aiutò Costanza nella scelta del suo vestito, era una festa e non poteva andare con le sue vesti sacre, dopotutto era sempre una nobile e per di più donna e si sa che in queste occasioni le donne, che siano esse maritate o nubile tentano ad essere belle agli occhi di tutti. La Viscontessa prese l'abito che le piaceva di più, un abito nero e bordoux, con intrecci di nastro di seta sul davanti



finita la sua preparazione, lasciò le sue stanze e si avviò all'uscita del castello dove la carrozza era ad attenderla, salì aiutata dal suo servo e partì per la volta del Castello Reale. Giunse che erano già arrivati altri ospiti, ma la festa non era ancora iniziata, vide le rifiniture che erano state usate per la preparazione della sala che accoglieva gli ospiti e ne rimase meravigliata. Salutò chi lei conosceva e giunta vicino alla Principessa, che era presente nella stanza, si inchinò

Principessa Isabella! Grazie per l'invito e faccio i miei complimenti per come avete preparato la sala, degna di un grande banchetto reale

disse sorridendo

« Last Edit: 21 January, 2016, 06:25:37 PM by Costanza Gonzaga »
Contessa di San Leo
Hiereus di Urbino

(RIP) Gian Giancomo Medici

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 2
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #41 on: 21 January, 2016, 08:30:46 PM »
Era stato un viaggio difficile, ma finalmente il Marchese era giunto ad Urbino, una magnifica città nella quale era già stato altre volte, soprattutto per allenarsi.

Aveva anche avuto delle disavventure con le leggi locali che non conosceva, ma  tutto si era risolto grazie ad un colloquio chiarificatore sia con il Re con la principessa Elisabetta.

Si ricordava perfettamente la via per arrivare al castello e lo raggiunse con facilità.

Venne annunciato il suo ingresso nel salone gremito, il primo pensiero di Giangiancomo fu:" Troppa gente, troppo tardi, niente cibo, non va bene", infatti era quella la sua seconda piu grande passione, la terza erano le battaglie, anche se ultimamente non era stato in grado di partecipare a nessuna.

Molti erano i volti di persone note, ma non riuscì a intravedere nessuno che conoscesse veramente, nemmeno il suo Duca.

Cominciò a gironzolare un pò spaesato, prima o poi qualcuno che conosceva doveva per forza incontrarlo!



Matilde De' Frescobaldi

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 9
  • Honour: 0
  • ♥ Ti cerco dentro i miei sogni ♥
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #42 on: 21 January, 2016, 11:57:16 PM »
Il Marchese di Perugia giunse a Palazzo Reale accompagnato dalla sua fidanzata, Matilde De Frescobaldi.

Piano amore che si scivola

Le disse aiutandola a scendere dalla carrozza


Sei bellissima nel tuo abito da cerimonia


Continuò sorridendole e sfiorandole  con le labbra la mano che teneva nella sua.
Poi offrendole il braccio, insieme entrarono nella grande sala annunciati dal Cerimoniere.


Sua Eccellenza il Marchese di Perugia Alamanno Cavicciuli  e Dama Matilde De' Frescobaldi.


Disse il Cerimoniere con professionale voce stentorea.

Alamanno e Matilde entrarono, salutando i conoscenti  e si diressero verso il grande tavolo di benvenuto, dove gli era parso di intravedere la Principessa di Urbino Isabella Este.




Tesoro, sussurrò al fidanzato
che dici son vestita bene?







Isabella Este

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 812
  • Honour: 1
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #43 on: 22 January, 2016, 12:13:26 AM »
Mentre Isabella si dirigeva verso il Pontefice per accoglierlo le si fece incontro la Hiereus, Costanza Gonzaga, Viscontessa di San Leo.
Era bellissima nel suo abito bordeaux.

Quando le fu accanto le si rivolse sorridendo

Principessa Isabella! Grazie per l'invito e faccio i miei complimenti per come avete preparato la sala, degna di un grande banchetto reale

Costanza carissima! E' bello averti qui. Grazie per i complimenti ma devo dire che non è tutta opera mia, i miei aiutanti son stati molto bravi ed il risultato finale è  davvero ottimo! Speriamo che almeno stavolta quel brontolone del Re non abbia nulla da ridire...  concluse ridendo assieme alla Viscontessa che conosceva ormai anche lei  Oddantonio da una vita.

Poi aggiunse

Ma vieni cara, andiamo incontro a Tiziano...

E così dicendo si avviarono verso il Papa
" Il mio segreto è una memoria che agisce a volte per terribilità"

(RIP) Alessandro D'altavilla

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 10
  • Honour: 0
  • Ex Flammis Resurgo
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #44 on: 22 January, 2016, 11:17:44 AM »
Finito di ballare, mi congedo da Elisabetta dicendo che andavo a prendere del vino al tavolo. Mentre mi avvio per la grande sala, vedo che altre due giovani donne stanno procedendo in direzione del Papa. Dagli sguardi di riverenza fatti nei confronti della giovane donna bionda, capisco che sicuramente deve essere qualcuno d'importante e così decido di avvicinarmi. Incrociando il passa con quelle delle due dame, saluto con un profondo inchino, sicuro di star parlando con la principessa Isabella e dico: Lieta serata Vostra Grazia, ritorno in posizione eretta e guardandola sorridendo continuo... Sono Alessandro d'Altavilla, al vostro servizio!. Poi volgendo lo sguardo anche verso la seconda donna saluto dicendo: Lieta serata anche a voi Madame, un altro profondo inchino. Continuo rivolgendomi ad entrambe le dame: Forse vi starete chiedendo "Chi è costui che s'intromette così volgarmente tra due damigelle?", e non avete tutti i torti a pensarlo, dico continuando a sorridere, Mi scuso per i miei modi poco consoni all'occasione ma vedete purtroppo non frequento più la vita di corte da molto tempo e ho perso quel poco di nobiltà d'animo anni fa!. Dico mestamente facendo riaffiorare alla mente ricordi che pensavo rimossi ma che subito suscitarono quelle vive sensazioni come se stessi parlando di fatti accaduti pochi giorni fa. Comunque riesco a sopprimere questi ricordi tristi e rivolgendo un altro sorriso continuo dicendo:Beh non mi sembra il momento di affliggervi con le mie storie ma un giorno se vorrete ve la racconterò!. Poi guardando la Principessa: Comunque mia Signora, colgo l'occasione per dirvi di portare i miei ringraziamenti al Re per l'invito al Ricevimento! Non avrei mai immaginato che Sua Maestà avesse una corte così aperta verso il popolo. In vita mia non ho mai visto nessun regno che avesse la stessa considerazione del popolo!. Nella sala la festa continuava, la gente mangiava e beveva e si divertiva aspettando con ansia l'ingresso del Re e del giovane Principe.