Author Topic: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale  (Read 9830 times)

Christian Doria

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 503
  • Honour: 0
[GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« on: 17 January, 2016, 07:31:14 PM »


In quei giorni, tutti i cittadini del regno vennero raggiunti dai messaggeri reali che portavano un invito per il gran ricevimento organizzato dalle altezze Reali, Il Re Oddantonio Montefeltro, la principessa Isabella Este e il principe Christian Doria.

Vennero messi a disposizione dei cittadini, nobili e plebei delle monete d'argento e d'oro affinchè tutti potessero presenziare al ricevimento.

Visto l'incremento demografico che il regno aveva vissuto negli ultimi tempi, si era presentata la necessità che tutti vedessero almeno una volta il Re i principi e i nobili che governavano il regno.

L'occasione fu data dal genitiliaco del principe Doria. Il Principe nato il 18 gennaio di molti anni fa decise di festeggiarlo nella capitale invitando tutti, ma proprio tutti a partecipare e mettendo in palio, con il consenso del Re dei dobloni a tutti i cittadini che avessero preso parte ai festeggiamenti.
L'organizzazione dell'evento era partita mesi prima perchè organizzare un ricevimento per il secondo regno più popoloso non era certo una cosa facile!
Ma con l'aiuto del re, della principessa e dei cugini Ritz tutto era stato organizzato per tempo e di li a poche ora sarebbe iniziato la più grande festa mai vista in terra europea.


OFF: Il GDR è creato per insegnare( e far divertire) a tutti i cittadini nuovi e vecchi ad usare il forum e a fare gdr. Se ci sono errori di metagioco o altro chiedo ai moderatori di non punire nessuno ma al limite di segnalarlo in modo che possiamo aiutare i nuovi :)

Ricordo a tutti i partecipanti che il post dovrà essere di almeno 10 righe, e che si possono ovviamente usare immagini o altro per aiutarsi nella stesura del proprio intervento!


(RIP) Morello Da Milano

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 14
  • Honour: 0
  • Cheers
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #1 on: 17 January, 2016, 11:02:23 PM »
Rientrando a casa dopo una sessione di addestramento, ho notato subito la missiva che era stata accuratamente appoggiata alla porta.
Mi sono subito chiesto da chi potesse arrivare, perchè non ne ricevo spesso, ma non ho trovato una risposta plausibile; comunque ho accellerato il passo perchè la curiosità di aprirla e leggerla mi aveva oramai attanagliato.
Avvicinandomi, ho notato sulla missiva il sigillo reale, ed a quel punto il mio primo pensiero è stato quello di aver, pur inconsapevolmente, combinato qualcosa di veramente grave.
L'ho raccolta con ogni cura e cautela, per paura di danneggiarla in qualche modo, e sono subito entrato in casa.
Con i battiti del cuore a mille ho rotto il sigillo, ho aperto la lettera ed ho cominciato a leggere.
Quale onore ed emozione quando ho realizzato che si trattava di ciò che mai mi sarei aspettato di ricevere: un invito a palazzo reale per partecipare ad un ricevimento.
Finalmente potrò visitare Urbino, ho pensato, potrò vedere e ammirare ciò che mi sono sempre limitato ad immaginare: la maestosità e lo sfarzo del palazzo reale; potrò vedere, se pur a debita distanza, Sua Maestà il Re, la Regina, il Principe nonchè nobili e dignitari tutti.
In un turbinio di pensieri, mi sono coricato per riposare, cercando di organizzare i pensieri ed il viaggio che mi attendeva.
Morello da Milano

Isabella Este

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 796
  • Honour: 1
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #2 on: 18 January, 2016, 12:01:34 AM »
Con l’inizio dell’anno 1316 grandi novità avevano bussato alla  porta del Regno d’Italia

La Capitale Urbino aveva richiamato a sé tante genti che cercavano nella città gloriosa, una miglior sistemazione lavorativa per sostenere le proprie numerose famiglie,  tanto che gli architetti reali erano all’opera per sviluppare nuovi quartieri abitativi dentro le mura cittadine per assicurare un dignitoso tetto ai sudditi di Sua Maestà.





Molte altre città erano altresì in fermento per i lavori di ampliamento e di nuove edificazioni urbanistiche, gruppi parentali si erano residenziati nei suoi territori per le ricchezze geografiche ed economiche che il Regno offriva e i nuovi cittadini erano tutti indaffarati con le loro produzioni.





 Un via vai continuo di mercanti,  che faceva la spola da un mercato all’altro concludendo tanti buoni affari, riempivano taverne e piazze.






Il Re aveva così deciso di indire un grande ricevimento a Palazzo Reale per dar giusto riconoscimento ai suoi sudditi per la laboriosità che manifestavano consentendo al Regno dì’Italia di essere uno dei più gloriosi e potenti di tutto il mondo.

Aveva così  riunito il Governo affinché ogni dignitario Reale si adoperasse per l’organizzazione della festività ed ad ognuno affidò un incarico.
Il Principe si sarebbe occupato della sicurezza, garantendo la massima tutela e soprattutto l’incolumità dei Nobili  ed in primis Sua Altezza Reale.
Alla Principessa Isabella era stato affidato il compito del cerimoniale e di predisporre il banchetto per gli ospiti.
Il Siniscalco, Sir Frederik Ritz era stato invece incaricato di far pervenire dovuta comunicazione a tutti i Vassalli del Regno affinché scortassero fino ad Urbino i propri cittadini.
Il lavoro da svolgere era ingente ed ogni subalterno era stato coinvolto nei preparativi.

Il ricevimento si sarebbe svolto il dì 18 Gennaio e mancando solo pochi giorni tutti si misero subito all’opera in attesa del grande evento.
" Il mio segreto è una memoria che agisce a volte per terribilità"

(RIP) Orione de' Medici

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 11
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #3 on: 18 January, 2016, 01:04:05 AM »
Finito il consueto turno di studio meridiano,mi incammino verso la mia nuova residenza nella mia bella Firenze, la caserma!
Sono al settimo cielo per aver ricevuto l'onore di essere il Capitano delle Guardie, qui, nella mia città.
Da quel momento ho moltiplicato gli sforzi per rendermi utile e degno di tale titolo; ogni sforzo in tal senso non è un peso, ma mi fa camminare ad un palmo da terra! Ma devo ricordarmi che sono al servizio del Regno d'Italia.
Sono ormai vicino alla caserma e vedo sulla porta, ad aspettarmi, un giovane ben vestito. Avvicinandomi rispondo al suo saluto. Mi dice di essere un messo reale e mi porge una pergamena con un sigillo. E' il sigillo Reale! Il cuore comincia ad aumentare i battiti e comincia a farsi sentire in gola! Ringrazio il messo che si congeda da me rispondendo al saluto. In fretta apro la porta ed entro nella mia nuova dimora.
Appoggio in fretta il mantello e la cintura con il fodero e la spada e vado subito alla mia piccola scrivania di legno, apro il cassetto e prendo il mio coltello. Rompo il sigillo e apro la pergamena.
"Un invito alla Corte Reale di Urbino!". Mi accorgo di averlo letto a voce alta, ma non c'è nessuno che possa aver sentito! Sono senza fiato!
In questi giorni le emozioni si susseguono, ma fortunatamente sono tutte positive. E sempre a voce alta.... "Grazie Maestà!"
Ora iniziano a girarmi per la testa i problemi per questa splendida occasione.... per la prima volta a Palazzo Reale e con tutta la Corte Reale al completo! Ma devo riposarmi.... ho fissato con il Maestro il turno di studio serale.. e dovrò ancora riposare... e poi? Già! E cosa devo mettermi indosso per essere all'altezza della situazione? Abiti un pò eleganti, dato che tutti saranno molto eleganti o abiti militari che ricordino il mio ruolo di difensore della città e del Regno? Beh, la notte porterà consiglio, anche se ritengo siano meglio gli abiti militari. Vado all'armadietto di legno dove tengo gli abiti dell'uniforme militare e scelgo una cintura in cuoio alla quale fisserò il nuovo fodero e la migliore delle mie spade. Stivali in cuoio.... che domattina dovrò pulire meglio che posso... e la mia cappa amaranto con le bordature color oro.. purtroppo solo color oro, perché l'oro non me lo posso ancora permettere! Mi sfugge un sorriso di soddisfazione e divertimento.
Ah... dimenticavo.. i guanti in pelle di cervo, quelli nuovi. Li rinnoverò per l'occasione. Devo ricordarmi che quando si da la mano per salutare o per baciare la mano delle Madonne presenti.... li devo togliere!
Mi accorgo che tutti questi pensieri mi hanno stampato in faccia un sorriso... da orecchio ad orecchio!
Questa giornata si sta concludendo nel migliore dei modi e... domani sarà ancora meglio! Ora rimettiamoci il mantello ed andiamo dal Maestro per il turno di studio, che forse mi sta già aspettando. Esco dal mio alloggio, chiudo a chiave e mi incammino verso l'accademia. L'aria fresca della sera mi accompagna insieme ai miei soavi pensieri.

(RIP) Lorenzo Del Tasso

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 3
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #4 on: 18 January, 2016, 01:28:53 AM »
Dopo una lunga giornata di lavoro nei campi, stremato dalla fatica e con in testa il pensiero di un saporito pranzetto la vidi, una lettera. Insolita quella missiva non aspettavo nessuna comunicazione ne da fornitori ne da clienti.... spero non sia...... ma no mica sono Fonaldo io non faccio male a nessuno........
Sul far della sera a lento pede, avanza un senese che con un far gioioso s'avvia in quel d'Urbino a render omaggio al festeggiato ormai invecchiato che è ancora sobrio! Appena si trovo a portata di voce eruppe in un grido "alzate i calici e fate festa e che l'ora di festa non sia lesta!"
Cosi facendo tra brindisi e motetti ironi ma non sediziosi ne licenziosi il buon mercante si inoltra nella sala del banchetto a render omaggio alla regina D'Este signora delle più belle feste e al suo sposo e al qual spero non venga il fegato grosso se preferisco solo riverirlo senza appellarlo in quanto i complimenti li faccio solo alle belle dame. Dopo una riverenza e un nuovo brindisi è tempo che mi eclissi

(RIP) Alamanno Cavicciuli

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 21
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #5 on: 18 January, 2016, 09:19:29 AM »
Alamanno era appena tornato a Perugia da un lungo viaggio commerciale che l'aveva portato ai confini delle terre del nord, poco da comperare ma qualcosa da vendere l'aveva piazzata sui mercati visitati.

Si tuffò in un catino di acqua calda per lavarsi dal lungo viaggio, stava poi per versarsi un bicchierino di grappa acquistata in Savoia quando vide la pergamena con sigilli reale.


Un invito al ricevimento a Palazzo Reale di Urbino


mormorò.

Ma bene, ecco dove finalmente portare il mio amore


Si disse pensando a Matilde De Frescobaldi che era in viaggio per tornare al Castello di Perugia, anche lei dai paesi del nord Europa.

Sistemò la bottega per poter ricominciare il suo lavoro di fabbro, aveva venduto diversi accessori all'estero ed era ora di costruirne di nuovi. Ma aveva anche la miniera di pietra da curare e da far rendere per depositare materiale al Castello.


Vorrà dire che intanto che aspetto il ritorno di Matilde, provvederò a scavare un po' di pietre.
Così mi riscaldo e brucio un po' di grassi acquistati col calorico cibo svedese ehehehehehe

Prima però tolse dalla panca il vestito da cerimonia per  farlo respirare, l'indomani con Matilde si sarebbe recato al Castello.
« Last Edit: 18 January, 2016, 09:21:16 AM by Alamanno Cavicciuli »

(RIP) Vajnoor Gylrjon

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 8
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #6 on: 18 January, 2016, 09:22:12 AM »
...Rientrando nelle Italiche terre, da un viaggio giustappunto fatto per il Principe i di cui festeggiamenti narra la pergamenna trovata fuor dall'scio della Fornace Gylrjon di Ravenna, leggevo nell'immediato tal comunicazione e mi accingevo nuovamente alla partenza con codesta volta destinazione la Capitale..Urbino.....



Ivi giunto sul poggio dinnanzi alla stessa mi fermavo ad ammirar il di Colei profilo che sull'azzurro cielo si stagliava...La Capitale... finalmente....
E cosi' mi incamminai verso il varco più vicino discendendo poggi curati e pieni di culture.... con all'opra contadini operosi....... Quanto stabilito dal Principe e prim'ancor da sua Maestà il Re, vedevo era si atteso da ognuno... dall'impegno al mantenimento già nel di ognun piccolo per portar ai massimi vertici la beltade di codesta Città.......
Moltitudini di folle da ogni dove giungevano lungo i più piccoli sentieri.... Tutti con la loro sporta e tutt iper venir a vedere il Principe nel giorno del Suo Genetliaco e poterlo cosi' festeggiare come devozione richiede.....
L'erta che saliva alla città era una moltitudine di voci e colori..... uomini, donne , bimbi , giovani ed anziani tutti indaffarati nell'attesa di entrar in Città.... ma tutti composti  ed ordinati, qual mai mi capitò di osservare..... Ora si che la sensazione di esser in proprio focolare mi coglieva, e con essa nel core mi incamminai sulla erta, osservando man mano le mura ergersi su tutti i presenti......

(RIP) Orione de' Medici

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 11
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #7 on: 18 January, 2016, 11:47:54 AM »
I miei sogni... un pò agitati per l'emozione... sono interrotti dal canto dei galli della campagna vicina. "Su Orione, è l'ora di alzarti dal tuo giaciglio e prepararti per il viaggio". I sogni svaniscono e la realtà prende forma. Le azioni mattutine sono ormai abitudini... mi avvicino alla bacinella nell'angolo della stanza e... brrrrr... l'acqua fredda schiarisce i pensieri ed i colori della stanza diventano vivi alla luce del raggio di sole mattutino che entra dai vetri della piccola finestra.
"Devo lucidare gli stivali"... anche se dopo il viaggio saranno impolverati... ma fa niente... è normale.
Gli abiti militari mi aspettano nell'armadietto e sulla sedia.. li avevo già preparati ieri sera e non cambierò la mia decisione. Metto quelli.
Pantaloni in pelle, cotta di maglia, cintura con fodero e la mia migliore spada... poi il mantello e... si, porto anche l'elmo... ad un soldato non può mancare! Ah, la piccola borsa di cuoio da cintura con qualche denaro... potrei trovare qualcosa di utile da comprare nella capitale.
Sono pronto.. un sospiro profondo.. mi guardo con soddisfazione e... fuori, a prendere il mio fido amico Pegaso, con il quale "voleremo" verso Urbino.
Saluto lo stalliere ed aspetto che conduca fuori il mio stallone... già pronto, strigliato e con tutti i finimenti già stretti e controllati.
Salgo in sella e... "Pegaso, portami ad Urbino, il Re mi aspetta!". Mi congedo dallo stalliere e con una stretta di talloni sprono Pegaso che risponde subito e si avvia al piccolo trotto lungo la via che conduce alla Porta Carraia in direzione di Urbino.
« Last Edit: 18 January, 2016, 12:26:29 PM by Orione de' Medici »

(RIP) Alessandro D'altavilla

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 10
  • Honour: 0
  • Ex Flammis Resurgo
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #8 on: 18 January, 2016, 12:53:25 PM »
Finalmente Urbino.... Dopo circa una settimana di assenza sono tornato in quella che ora è la mia città! Alloggio ancora in una locanda, per adesso l'unica cosa che possa permettermi. Di nobile porto solo il cognome del mio casato, ma sono ben lontano dai fasti del mio antico antenato Ruggero II. Appena entrato nella mia stanza trovo sullo scrittoio una pergamena. Mi avvicino divertito all'idea che qualcuno abbia potuto scrivermi e presa la pergamena mi accorgo che su di essa c'è il sigillo reale. Rimango colpito alla vista del sigillo e subito apro la pergamena per leggerne il contenuto. ".......Sua Altezza Reale.........", inizio a leggere, "è lieto di invitarVi al Gran Ricevimento.....". Arrotolo la pergamena nuovamente e la poggio sul letto dove intanto mi sono seduto per stare più comodo e inizio a pensare alle parole scritte sulla missiva. Un Gran Ricevimento non è una cosa che capita tutti i giorni, soprattutto quando ad invitarti è il Re in persona. Sono molto contento dell'invito totalmente inaspettato anche perché non sapevo minimamente che oggi fosse il genetliaco del Principe Christian Doria. "Non posso fermarmi a pensare" dico a me stesso, "devo indossare il vestito migliore che ho per questo Ricevimento! E' la prima volta che vado a corte e non posso certo farmi ricordare per la mia miseria!"....dico a me stesso come per ricordare l'importanza dei miei antenati e del cognome che porto... Detto questo prendo l'anello della mia famiglia e lo metto all'anulare destro e guardandolo dico "Padre, madre e antenati tutti.....vi prometto che farò tornare gli Altavilla a gli antichi fasti nobiliari!".

Nunzio Borgia

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 54
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #9 on: 18 January, 2016, 12:59:57 PM »
Nunzio da qualche tempo non faceva altro che allenarsi e allenarsi nel Campo di Addestramento che tanto aveva voluto nella Sua bella Milano, non aveva più neanche il tempo di far visita ai suoi vecchi amici urbinati, non faceva altro che dormire e allenarsi.
Ma quella mattina, appena si svegliò, udì un doppio tocco alla porta della sua stanza, così senza pensarci gridò Chi è e che cosa volete a quest'ora?, dopo qualche secondo di silenzio una voce disse, Signore c'è una lettera per Voi, viene direttamente da Urbino!.
Così in fretta e furia scese dal letto, si mise addosso qualche straccio a portata di mano ed aprì la porta, dietro di essa si trovava il bambino della cuoca del Castello che con voce balbettante gli diede la busta. Con un sorriso e un denaro Nunzio ringraziò il fanciullo e richiuse la porta, con un tagliacarte aprì la lettera e si mise seduto sul letto a leggerla.

Il Granduca, Oddantonio Montefeltro, ha il piacere di comunicare a tutti i sudditi del Regno D'Italia ad essere presenti al Ricevimento che si terrà il giorno 18 del mese, nella bella e potente Urbino.

Nunzio non credeva ai suoi occhi, finalmente poteva rompere le sue abitudini e riabbracciare i suoi "vecchi" e "nuovi" amici, così in tutta fretta fece chiamare il sarto di Corte e gli fece preparare un abito degno di tale ricevimento.
Per non perdere tempo fece chiamare lo scudiere di corte e gli fece preparare il cavallo personale, gli fece indossare il Gualdrappe per le grandi occasioni.

Dopo poche ore il sarto consegnò nelle mani di Nunzio il suo abito, così si diresse verso la sua stanza e lo indossò, fece sistemare qualche dettaglio di varia natura, si recò nella Scuderia Reale, salì sul suo splendido destriero e si diresse, senza alcuno al suo fianco, verso Urbino.


(RIP) Gian Giancomo Medici

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 2
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #10 on: 18 January, 2016, 02:12:16 PM »
Stava lavorando nella  sua falegnameria quando bussarono alla sua porta, non fece nemmeno aprire bocca:

"Non ho tempo! Devo lavorare! Andate via, non posso esservi utile!"

Veramente veniamo per conto.."

SFFFFFFFFFFFFSSSSSSSSSSSSSSSSSSSS.....BAAAMM!!!

Un pezzo di legno era appena finito contro la porta della falegnameria e per tutto il giorno Giangiancomo rimase tranquillo a finire i suoi lavori.

Servivano i pupazzi per il campo di addestramento e il milanese non avrebbe lasciato ad altri il compito, dovevano essere perfetti, come piacevano a lui e nessuno doveva disturbarlo fino alla fine dei lavori.

La sera torno stanchissimo alla sua casa milanese, due ore a piedi dalla bottega, come chiuse la porta...


TOC TOC.....

"Non è possibile" Pensò.

Decise comunque di aprire la porta.


"Salve, vengo da Urbino e ho una missiva per voi, sono venuto alla vostra bottega, ma eravate occupato"

"E ora sono stanco!"

SBAAM...Porta chiusa in faccia al povero malcapitato, il quale coraggiosamente insistette e con astuzia pronuciò subito la parola giusta:

"E' il Re che vi manda a chiamare!"

Giangiancomo già si stava allontanando dalla porta, ma al sentire la parolina magica, rigirò subito e spalancò la porta a quello che era diventato improvvisamente un carissimo amico

"Cosa fate li fuori? Entrate, è freddo, volete una tazza di latte ?

"Ma cosa vorrà il re?" Questo era il dilemma che attanagliava l'uomo...."Devo scoprire cosa vuole da me!"....Eh, caro Giangiancomo, magari lo chiedi a chi è venuto per conto proprio del Re e vedi che lo scopri....

"Mi è venuta un'idea!!! Glielo chiedo!"


"Amico mio, come mai mi manda a chiamare il Re?"

La tentazione del ragazzo era quella di rispondere "Perchè ti vuole tagliare la testa, visto che tratti male i suoi messi!". Non lo fece, si limitò a consegnare la lettera e a comunicare un generico

"Dovrebbe essere una festa!"

Aspettò la mancia prima di andarsene, forse l'unica cosa positiva del milanese dal carattere burbero, era la generosità.
Diede 10 monete d'argento al ragazzo e i viveri per il viaggio di ritorno.


"Dite al Re, che sarò sicuramente presente, amico mio!"

Cambiatosi di abito e recatosi al palazzo reale milanese, dove però non trovò il Duca, convinse uno stalliere a consegnarli un cavallo e corse verso Urbino.



(RIP) Aleandro Dei Gargioli

  • General group
  • Jr. Member
  • *
  • Posts: 54
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #11 on: 18 January, 2016, 03:11:17 PM »
Aleandro mentre era indaffarato nei suoi doveri di vassallo, ricevette un invito dal Re Oddantonio Montefeltro .




Il re dava un ricevimento e invitava lui e tutti i sudditi del regno ad una cerimonia ,che si sarebbe svolta a giorni al Palazzo Reale...
Appena fu libero si precipitò dal suo sarto per comprare un abito adatto all' occasione ...
Poi passò a casa dalla sua amata fidanzata Miriam ,per assicurarsi che anche lei avesse ricevuto l'invito e per accordarsi sull'ora che sarebbe passato a prenderla...
Il grande giorno era arrivato,diede ordine ai suoi servi di preparare la carrozza e i cavalli .
Si preparò facendo un bagno ristoratore,indossò gli abiti nuovi da cerimonia salì in carrozza e passò a prendere la sua fidanzata ed insieme si recarono al Palazzo Reale..

« Last Edit: 19 January, 2016, 02:53:36 PM by Aleandro Dei Gargioli »

Sebastian Pentameter

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 17
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #12 on: 18 January, 2016, 03:25:51 PM »
Ora sono a Genova, mi prendo cura della porta d'Europa sul Mediterraneo, servendo la mia città.
Passo il tempo addestrandomi, cercando di eccellere nella nobile arte della spada...
Sono contento di aver ricevuto questo invito a Palazzo Reale e mi sto preparando per questo ricevimento...
Ora mi sto preparando per recarmi a palazzo... il viaggio sarà impegnativo ma è un buon motivo per lasciare le normali attività e dedicarsi ad un po' di svago...
pronto a conoscere i nobili del regno e a raccontare qualche storia...














(RIP) Orione de' Medici

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 11
  • Honour: 0
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #13 on: 18 January, 2016, 04:01:32 PM »
Stamani, quando sono partito da Firenze con il mio fido Pegaso il sole aveva fatto capolino fra alcune sporadiche nubi, ma ad ovest il cielo non preannunciava niente di buono. Avevo risalito il corso del fiume Arno fino quasi alle sue origini, nel Casentino, per poi iniziare a risalire le alture dell'Appennino in direzione del Passo della Consuma, da dove si poteva godere della vista panoramica del versante est con valli e pianure che degradavano verso il mar Adriatico. La via, ben conosciuta dai venditori e dai messaggeri del Regno, attraversava fitte boscaglie e corsi d'acqua di varia portata, ma regnava la solitudine, che veniva rotta solo dal canto degli uccelli.

Arrivato sulla sommità del Passo mi sono concesso un pò di riposo per le mie terga ed anche per il povero Pegaso che mi ha portato fin quì. La vista è stupenda  e delizia gli occhi e la mente. "Viviamo in una terra fantastica e dobbiamo ringraziare chi ci ha dato la possibilità di esserci!"

Risalito in groppa a Pegaso abbiamo ripreso il cammino, questa volta in discesa verso le valli sottostanti. Il tempo si è fatto cupo e le nubi sono cariche di pioggia, ma per ora non piove. La solitudine durante il viaggio porta la mente a vagare ed a fantasticare.
"Come sarebbe bello essere un famoso Cavaliere, che tutti conoscono per le sue gesta, e che tutti rispettano per il suo valore. Lungo le vie tutti ti salutano con riverenze e sorrisi e.... le gentil donzelle bramano la tua compagnia.... una giovane Madonna nobile esce sul balcone e ti fa cenno di avvicinarti... e ti delizia con un dolce bacio..."

"Orioneeee... svegliaaaa... sei il nuovo Capitano delle Guardie di Firenze.. ed hai importanti impegni a cui sottostare e... un invito al Palazzo Reale dal Re!".
I sogni svaniscono e si ritorna a spronare Pegaso per cercare di arrivare prima che la notte ci avvolga.

(RIP) Morello Da Milano

  • General group
  • Baby Member
  • *
  • Posts: 14
  • Honour: 0
  • Cheers
Re: [GDR Chiuso] Gran Ricevimento Reale
« Reply #14 on: 18 January, 2016, 05:42:48 PM »
Eccomi arrivato. Dopo un lungo e faticoso viaggio, durante il quale sono passato ed ho rivisto con molto piacere alcune delle città più belle del regno e del mondo intero, sto entrando ad Urbino.
La città è in fermento; oltre al normale lavoro, la gente si sta adoprando in tutti i modi per ultimare i preparativi per il ricevimento.
Mi avvicino alla porta principale del palazzo reale, mostro alle guardie la pergamena con l'invito, e finalmente entro.
Come avevo immaginato, la bellezza del palazzo quasi mi toglie il fiato. E ancor più bello lo rende la presenza dei molti invitati già arrivati; nobili e non che parlano insieme, ridono, si divertono in un'atmosfera di festa ...... quasi un sogno.
E' giunta l'ora; un valletto prega tutti di accedere al salone delle feste, e così mi unisco alla folla.
Dopo pochi minuti di attesa, nel salone cala un silenzio assoluto, non appena viene annunciato l'ingresso dei reali.
Le loro Maestà, il Re e la Regina, accompagnati dal festeggiato, il Principe, e scortati dai più nobili cavalieri del Regno, attraversano tutto il salone e ricevono il saluto gioioso di tutti.
Con poche parole, Sua Maestà ringrazia tutti i presenti, e ci fa i complimenti per i numerosi successi conseguiti, che hanno portato il Regno ad essere tra i più potenti nel mondo; dopo di che, alzando il calice, da il via ai festeggiamenti in onore del Principe.
Fermo qui il mio racconto, per ora, chè danze, giochi, belle donne e molto alcool mi attendono
Morello da Milano