Author Topic: Dispaccio del Governo sul Roma  (Read 1155 times)

Isabella Este

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 812
  • Honour: 1
Dispaccio del Governo sul Roma
« on: 25 May, 2015, 01:54:52 PM »
Dilettissimi Figli di Urbino


Il Re di Roma non sapendo come trascorrere il suo tempo, ha pensato bene di confiscare le merci dei cittadini Urbinati ( e Senesi) poste in vendita al mercato Romano.

Onde verificare il danno prodotto ad oneste persone che vivono commerciando i propri manufatti, vi chiedo cortesemente di farmi sapere se vi sono state confiscate le merci e nel caso quantità e costo.


Colgo l'occasione per dirvi che il Re è stato costretto a porre Roma su Ostile poiché molti romani erano stati colti a reperire risorse nelle nostre Regioni senza chiedere autorizzazione e sentendosi padroni di esaurire ogni tipo di sito estrattivo. Per arginare i furti si era posta Roma su Neutrale, ma allora qualcuno ha iniziato a cambiare la residenza  per aggirare l'ostacolo come ad esempio tal Conte Fonaldo per il quale è stato già affisso dal Re un Bando dal Regno
http://www.medieval-europe.eu/index.php/region/info_laws/20


Prima che ci ritrovassimo in casa un manipolo di indesiderati, i classici "furbetti del quartierino" che si sentono tanto furbi appunto... si è  così dovuto porre lo stato diplomatico su Roma come Ostile.

Forse vi contatteranno da Roma per raccontarvi un sacco di fandonie ma Vi prego di non prestare nemmeno un minuto del vostro tempo dietro a false verità che vengono diffuse solo per gettare discredito sul Nostro Re e giustificare l'usurpazione del Trono Romano da parte del Caracciolo.


Ringraziandovi per l'attenzione invio i miei più cordiali saluti.


Urbino addì, 25 Maggio 1315

Il Cancelliere del Regno di Urbino

" Il mio segreto è una memoria che agisce a volte per terribilità"