Medieval-Europe Role Play Forum

RP - Central Italian Kingdoms => *Regno di Italia - Kingdom of Italy => Topic started by: Isabella Este on 05 April, 2017, 04:01:36 PM

Title: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 05 April, 2017, 04:01:36 PM
(http://i63.tinypic.com/34855p2.jpg)


(http://i65.tinypic.com/11c6ys9.jpg)


Oddantonio Montefeltro è stato il primo Re di questo mondo.

Egli salì al Trono come I Duca dell’allora Ducato di Urbino il giorno 10 Settembre 1310 e  diventò Granduca  del Montefeltro,  Granducato composto da Urbino e Siena, con onorificenza assegnatagli da Papa Anselmo Benvenuti II nel 1311.

Quando nel 1315  i Regni di Urbino, Siena, Cagliari, Firenze e Milano si fusero , creando il Regno d’Italia , Oddantonio divenne Primo Re d’Italia e restò in carica fino al giorno della sua morte avvenuta per omicidio, il 27 Marzo 1317.


Oddantonio Montefeltro fu e resta un Magno Sovrano che difese la sua terra e il suo dilettissimo popolo con  grande coraggio ed eroismo e per essi non rinunciò a perdere la sua stessa vita.

Dell’onestà e dell’etica fece suo vessillo di esistenza e molte son le sue gesta a testimonianza perpetua di queste sue virtù. 

I suoi innumerevoli nemici furono da Egli affrontati sempre a viso aperto e mai usando le armi dell’inganno, della falsa lusinga e della doppiezza come essi invero gli riservarono, altresì i suoi Alleati furono considerati parte del suo sangue e come tali stimati e ricambiati nella profonda lealtà che gli dimostrarono.

L’Onore e l’Orgoglio che nutriva per il suo amato Regno, lo fecero agire sempre incurante dei pericoli corsi, assumendo su di sé ogni responsabilità e accettando le ritorsioni che puntualmente ebbero ferocemente a colpirlo. Ne è prova il suo omicidio che lava oggi ogni giudizio su chi gli fu accanto fino alla fine, i suoi cari, i suoi amici, il suo popolo e su Egli stesso.

Egli morì non con una spada in mano, ma con un martello, dato che costruì il suo Glorioso Regno con il sudore della fronte e fu sempre il primo a dare l'esempio di instancabile lavoratore.

In suo onore viene edificato  un mausoleo per accogliere le sue spoglie.  In questo sacro luogo riposerà finalmente in pace per l’eternità.




(http://i68.tinypic.com/29ol4cp.jpg)


Sono nato all’alba dei Tempi
Sono morto nel giorno della loro fine
Io sono Oddantonio Montefeltro
.




Oddantonio Montefeltro was the first king of this world.

He ascended the throne as I Duke of the then Duchy of Urbino on September 10, 1310 and became Grand Duke of Montefeltro, Grand Duchy composed by Urbino and Siena, with decoration given him by Pope Anselmo Benvenuti II in 1311.

When in 1315 the Kingdoms of Urbino, Siena, Cagliari, Florence and Milan merged, creating the Kingdom of Italy, Oddantonio became First King of Italy and remained in office until the day of his death by murder, March 27, 1317 .


Oddantonio Montefeltro was and remains a great sovereign who defended his land and his beloved people with great courage and heroism and for them he did not give up his own life.

Honesty and ethics made his banner of existence and many are his deeds to perpetual testimony of these his virtues .

His countless enemies were always faced openly by him and never using the weapons of deception, false flattery and duplicity as they indeed reserved him, also his allies were considered part of his blood and as such esteemed and reciprocated in the profound loyalty that they proved him.

The Honor and the Pride he had for his beloved Kingdom, made him act always unmindful of the dangers he ran, taking upon himself all responsibility and accepting the retaliation that they punctually punched at him. The proof of this is his murder, which today cleanses every judgment on who was close to him until the end, his loved ones, his friends, his people and on Himself.

He died not with a sword in his hand, but with a hammer, since he built his Glorious Kingdom with the sweat of his brow and was always the first to set the example of a tireless worker.

In his honor a mausoleum is built to receive his remains. In this sacred place he will finally rest in peace for eternity.








Ad perpetuam rei memoriam.



Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 05 April, 2017, 04:02:38 PM
(http://i66.tinypic.com/jkzi20.jpg)
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 10 April, 2017, 11:49:18 AM
(http://i63.tinypic.com/10hu711.jpg)
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 16 April, 2017, 11:43:13 AM
(http://i66.tinypic.com/jkzi20.jpg)
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 24 April, 2017, 11:29:27 PM
I giorni passavano ma Isabella non dimenticava Oddantonio e come ogni giorno si recava in lacrime sulla sua tomba a deporre un mazzo di fiori.



(http://i63.tinypic.com/2yoxtad.jpg)
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 30 April, 2017, 12:53:58 PM
(http://i67.tinypic.com/14ahmhl.jpg)
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 14 May, 2017, 11:12:44 AM
(http://i68.tinypic.com/2u7sr5i.jpg)
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Clemente De Ponte on 16 May, 2017, 11:04:22 PM
I giorni passavano ma Isabella non dimenticava Oddantonio e come ogni giorno si recava in lacrime sulla sua tomba a deporre un mazzo di fiori.




(http://i63.tinypic.com/2yoxtad.jpg)

Upon hearing that a Cross was installed on the tomb, Ponç reflected on the fact that his mind may have been misled by stories of half truths. Indeed, such a Holy Mark sits on the places where only great men lie.

In that regard, the Seu of Barcelona in the name of all the faithful of the archdiocese, retracts the damnation that unrightfully uttered.

Ponç prayed that all those grieving should learn: "A righteus man may have many troubles, but Tehos delivers him from them all. Amen." (34:19 ps)

Given in Barcelona, capilla Comtal santa Agatha on the feast of Beat. Ubaldo bishop of Gubbio
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 25 June, 2017, 01:04:00 PM
L'indomani sarebbero stati 3 mesi dalla morte di Oddantonio e Isabella non riusciva ancora a darsi pace.
Quella domenica si recò sulla sua tomba e depose come sempre le rose del giardino di Palazzo Reale, che lei aveva fatto piantare giusto a Marzo.
Erano rose di lacrime e sangue, di tragedia e passione, di ricordo e di morte.

Riposa in pace mio Re, ma non distogliere il tuo sguardo ancora vivo, da noi poveri esseri ancora tristemente viventi.



(https://s13.postimg.org/4m7shnqif/Rose.jpg)
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Alexander VII on 10 August, 2017, 07:14:35 AM
  Walking the fortified walls at night, an important  man with a small escort paused under the moon and stars to gaze between the parapets across the myriad rooftops. He looked toward where he had been told the Mausoleum was built. His thoughts slowed and his gaze focused trying to pierce the thin veil of darkness bathed with silver light. After a moment he turned back along the wall and resumed his walk. His questions still stirring in his mind. He and the escort disappeared under an arch. A white dove disturbed from its nesting  sent a quiet and questioning call. This night nothing responded except the whispers of the sleeping city.
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 02 October, 2017, 01:42:36 PM
Mio Signore, mio Re, Mio fedele e compianto Oddantonio,

son mesi ormai che ci lasciaste tra questa valle di lacrime e inconsolata vengo a Voi nella speranza che quella dolorosa acqua, che scendendo dai miei occhi si congiunge con questa fredda pietra,  arrivi invero a baciare la vostra anima che sento ancora viva.

Infondete in me quella forza che solo voi aveste, per affrontare quel futuro che percepisco ormai vacuo e privo d’interesse, ma che mi incatena tutt’ora a questa vita.
Semmai poteste guardarci da lassù e mirar ancor le meraviglie di questa Gloriosa terra che ci rese vostra  benedetta Stirpe, non doletevi per le nostre disgraziate esistenze, ma gioite per quel Popolo vostro che ancora dopo sì tanto tempo agisce in vostro nome e per l’onore che gli avete infuso quand’eravate in vita.

Esso è la mia unica consolazione e per esso, Nostro amatissimo Re, agirò affinché, col vostro aiuto, questo Regno possa sempre innalzare il Vessillo delle Virtù che il Montefeltro ci ha donato assieme agli anni felici che abbiamo potuto trascorrere con voi.
Che riposiate in Pace.


Terminata la preghiera Isabella depose un mazzo di rose sulla Tomba di Oddantonio e inginocchiatasi rimase accanto a lui per lungo tempo. Anche quello era un modo per lei di sentirlo ancora vicino.

(https://s1.postimg.org/6ujlm2casf/Rose3.jpg)


Quote
OOC// Vorrei dire che quello che scrivo in Rp rappresenta veramente il mio sentimento di grande dispiacere per la perdita di un grande compagno di viaggio in questo luogo, un grande giocatore che ha fatto la Storia di questo gioco e una persona che meritava di restare tra noi al di là delle possibili divergenze che sono sorte. Scusate l’off topic ma sentivo di esprimere questo mio pensiero in memoria di Odda.
OOC // I would say that what I write in Rp really is my feeling of great sorrow for the loss of a great traveling  friendin this place, a great player who made the story of this game and a person who deserved to be among us beyond the possible divergences that have arisen. Sorry for the off the topic but I felt expressing this thought in memory of Odda.
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Teodoro Sidonio on 04 October, 2017, 11:32:13 PM
Fu con circospezione che Teodoro fece il suo ingresso nel vestibolo del Mausoleo.

Si guardò intorno , esaminando con calma le pareti affrescate che narravano la vita e le gesta del Duca di Urbino. Entrò poi nella sala principale , un enorme vano a pianta ottagonale sovrastato da un'alta cupola tronca, decorata in modo da riprodurre  un cielo stellato.
Sotto la cupola , esattamente al centro dell'ottagono , sorgeva il monumento funebre del Montefeltro , circondato da un emiciclo di gonfaloni. Tra i tanti ,Teodoro riconobbe quelli di Siena , Firenze e Genova.

Teodoro s'avanzò di qualche passo , quando scorse nella penombra una figura femminile inginocchiata innanzi al sepolcro. La luce delle torce faceva risplendere i suoi capelli , del colore del grano maturo. Poggiata sopra il suo capo , la Corona Ferrea luccicava come se ardesse di una fiamma interna.
Teodoro non ebbe difficoltà nel riconoscere la Regina Isabella , giacchè era cosa nota il fatto che ella amasse trascorrere il suo tempo non occupato dagli affari di stato accanto al feretro del suo defunto Re.
il prelato stava per chiedersi come mai ella fosse senza scorta , quando vide sbucare due balestrieri da dietro ai gonfaloni.
Nel silenzio più assoluto ,esprimendosi a gesti per non disturbare la loro Regina , intimarono a Teodoro di fermarsi. Teodoro , anch'egli in rigoroso silenzio , allargò le braccia per mostrare loro che era disarmato. Nel compiere quest'azione , scostò il mantello , scoprendo la grande croce rossa di San Giacomo cucita sul suo abito talare.  La guardia più giovane  si allarmò e puntò la propria arma su di lui.
         
"Ecco ,così stupidamente muore Teodoro Sidonio" -pensò tra sè il Vescovo-"Ridotto come un puntaspilli da una recluta che non conosce l'Ordine di Santiago"

I balestrieri si scambiarono uno sguardo , poi il più anziano dei due sussurrò qualcosa all'altro. Entrambi gli rivolsero un saluto militare e poi si ritirarono dietro i gonfaloni.

"Sia lodato Teos"- pensò Teodoro - "La mia presenza in città è già stata segnalata"
Quindi si avvicinò alla Regina e , dopo essersi fatto il segno del Triangolo e del Cerchio , si inginocchiò accanto a lei.
Continuando a guardare avanti a sè , le parlò.

"Si dice che conversare coi nostri defunti sia  in assoluto una delle forme più pure di preghiera.
Per questo motivo, dovremmo bandire la tristezza quando parliamo con loro. Non piangiamo per averli persi , ma ringraziamo per averli avuti.
"
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 05 October, 2017, 05:22:59 PM
"Si dice che conversare coi nostri defunti sia  in assoluto una delle forme più pure di preghiera.
Per questo motivo, dovremmo bandire la tristezza quando parliamo con loro. Non piangiamo per averli persi , ma ringraziamo per averli avuti."


Inginocchiata, col capo chino e gli occhi chiusi, Isabella ebbe un sussulto quando sentì parlare qualcuno proprio al suo fianco.

Si voltò di scatto, come svegliatasi di soprassalto e offrì il suo sguardo ancora lucido di commozione alla persona che le si rivolgeva.
Fece rapidamente mente locale ma non riuscì nell’immediato a riconoscere l’uomo inginocchiato accanto a lei. Sotto il mantello s'intravvedeva  la seta rossa del noto abito Vescovile, era dunque un Ecclesiastico.

Isabella rimase inginocchiata

Nel corso della sua lunga evoluzione,  voi mi insegnate Monsignore,  l’uomo si è adattato ad ogni evento, ad ogni cambio di usi, costumi e di clima e a quanto pare da curvo è divenuto persino eretto. Le capacità di adeguamento di questo miracoloso essere sono infinitamente ampie,  ma credo che alla perdita di una persona cara non riuscirà mai ad adattarsi e vive e vivrà sempre la morte con immenso dispiacere e dolore… anche  questo è uno di quei  misteri che fan di noi esseri umani  gravi ignoranti rispetto ai disegni divini.

Conoscevate il mio Re Eccellenza che siete venuto a rendergli omaggio?




Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Teodoro Sidonio on 06 October, 2017, 12:32:50 AM
Teodoro si voltò , incrociando così lo sguardo della Regina. Notò i suoi occhì ancora segnati dal recente pianto e sentì di provare un sincero rispetto nei confronti del dolore di quella donna. Non gli ci volle molto per capire l'errore in cui era incorso l'eretico De Ponte allorquando , già Primate di Ibera , aveva sguaiatamente salutato la morte del Re d'Italia , augurandogli nient'altro che putrefazione. Per fortuna , una volta tanto , la Storia si era incanalata nel giusto alveo ed ora le candide ossa di De Ponte facevano bella mostra di sè sulla Colonna di Lleida , alla mercè degli uccelli.
Dopo aver scacciato dalla sua mente quell'immagine così cruda , Teodoro si rivolse ad isabella.

-" Perdonate la mia avventatezza , Maestà : solo ora mi rendo conto di non essermi presentato. Sono Padre Teodoro , Vescovo della Diocesi di Burgos e indegno servitore di Nostro Signore. Mi scuso per essere giunto al vostro cospetto così abbigliato , ma non avevo previsto di imbattermi in persone di Alto Rango durante il mio viaggio. Del resto , non vi nascondo di preferire da sempre le umili vesti del pellegrino , quando non sto officiando funzioni religiose."

Teodoro si schiarì la gola e proseguì

"Venendo alla vostra domanda , debbo ammettere di non aver mai avuto l'occasione di interagire direttamente col Vostro Re. Tuttavia , la Casa da cui discendo ha incrociato a più riprese i propri destini con Voi e lui. Studiando le memorie degli Hohenstaufen di Svevia , ho appreso che le nostre linee di sangue si sono ora sostenute , ora combattute , ma sempre con grande rispetto e stima reciproca. Credo che i nomi dei miei avi non vi siano del tutto estranei. Quanto a me , anche se sono un semplice bastardo , ho seguito il richiamo del mio sangue ed ho approfittato di questo fortuito viaggio per giungere qui ad omaggiare Re Oddantonio. Perchè omaggiare lui è un po' come omaggiare i miei congiunti e tutti quelli che hanno reso il mondo ciò che è. Sia onore a loro."

Teodoro aveva pronunciato queste ultime parole con una certa solennità. Dopo qualche secondo di silenzio , tuttavia , il suo volto si aprì in un allegro sorriso. Con un filo di voce , praticamente sussurrando , aggiunse :
"E riguardo a quella faccenda dell'evoluzione dell'Uomo.... è opinione comune che l'essere Umano sia stato creato così com'è oggi circa quattromila anni prima della nascita del Salvatore. Sapete , queste sono idee a cui il volgo tiene parecchio : la terra piatta....gli epicicli dei pianeti ....e insomma , tutte queste amenità. Lasciamo che la gente si crogioli nelle proprie certezze. Non sia mai che qualche esaltato possa in futuro dire che deriviamo tutti dalle scimmie...che il Signore ce ne scampi"
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 06 October, 2017, 05:19:55 PM
Quello doveva essere il giorno della malinconia assegnato ad Isabella.

Per un fortuito caso aveva incontrato quell’uomo di cui non conosceva nemmeno l’esistenza  e che le veniva a ricordare di persone anch’esse perse anni e anni prima.

Hohenstaufen…. Quel cognome le era sì caro che al sentirlo pronunciare le si strinse il cuore. Era il nome del casato di Alessandro e della sua famiglia, che il destino le aveva fatto incrociare nel suo cammino allorché divenne  Sovrano di Norimberga.
Quanti ricordi, quante risate con Alessandro con il quale aveva vissuto tanti giorni gai della sua fanciullezza ma anche tanti eventi rocamboleschi che lo avevano visto ritornare sul Trono del suo Casato, quello di Svevia.
Ricordò Gugliemo Hohenstaufen e la sua tremenda figlia Chiara che era stata affidata a lei e Oddantonio alla morte del padre. Ricordò la salita al potere in quel tempo di Vacatio, di James Broden e la successiva salita di Re Alessandro. Si rese conto di quanto tempo fosse passato... sembravano cose accadute secoli prima... sì quegli uomini avevano reso il Mondo ciò che era anche se lo avevano lasciato quando tutto era diverso, quando l'Onore ancora contava qualcosa, quando un Titolo Nobiliare rappresentava una filosofia di vita, quando un Re era  davvero Magno.

Il sorriso tornò sulle labbra di Isabella

Dunque Voi siete parente di quell’Alessandro Hohenstauffen di Svevia e di suo fratello Clodoveo?  Pensavo che il Casato si fosse estinto con la loro morte…. Non sapete che piacere che mi fa ritrovare un loro legato… per la verità Alessandro lo considero come un fratello mentre con Clodoveo, se la memoria non m’inganna, ebbi qualche piccola divergenza allorchè si unì alla scellerata causa di mio fratello Celestino, che riposi in pace anche lui, quando fondò la Chiesa scismatica di Parigi… son passati talmente tanti anni Reverendo che mi par di parlar di preistoria – concluse lanciando una batttuta al Monsignore che non aveva mancato di sottolineare l’impossibilità teologica che l’uomo discendesse dai primati - giust’appunto quando l’uomo camminava ancora curvo…
Vi andrebbe di accompagnarmi verso casa Eccellenza ?
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Teodoro Sidonio on 08 October, 2017, 01:47:02 AM
Teodoro si rese conto che quella piacevole conversazione si sarebbe potuta protrarre a lungo , del resto non gli capitava di sovente di poter discorrere nella sua lingua natia , men che meno con persone così informate sugli eventi occorsi all'epoca di suo padre e suo zio.
Tuttavia, il monumentale Mausoleo del Montefeltro non era certo il luogo più idoneo ad un dialogo , quindi il prelato decise di accettare il cordiale invito della Regina.

Teodoro attese che Isabella si alzasse , poi fece lo stesso e , porgendole il proprio braccio ,disse:

"Ritenetemi a vostra disposizione , Maestà.  Vi prego , fate strada voi."
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 08 October, 2017, 10:49:35 PM
https://rpforum.medieval-europe.eu/index.php?topic=18203.0
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 20 December, 2017, 11:45:40 PM

In tua memoria

Alea iacta est

Quote
18-Dec-1317, 23:59   Regno d'Italia ha conquistato la Regione FERRARA - Repubblica Romana Teologica

Quote
Riportiamo di seguito l’epica battaglia e le gesta di eroici soldati, che di tanta Gloria e Dolore sono portatrici.

Round: 1  Round: 2  Round: 3


Attaccanti: Vasko Dobrotitsa, Ivan Alexander Dulo Barbossa, Filippo Colonna, Nikola Altomanovic, Baldassarre Cornaro, Geralt Stark, Ernah Dulo, Giordano Chigi, Delfino Cornaro, Theodor Svetoslav, Rosen Dianov, Tsok Doks Dulo, Viktoria Vineh, Matilda Bentivoglio, Isabella Este, Domenico Beccafumi, Antonio Da Reggio, Mastino Scala, Pietro Manfredi, Obizzo D'este, Jerman Nemanjic, Nunzio Borgia, Costanza Gonzaga, Boriana Svetoslav Barbossa, Bartolomeo Visconti, Iskra Dalgemar Dulo, Orione de' Medici, Giorgione Colombo, Matilde De' Frescobaldi, Zlatimir Eltimir, Div Znidarsic, Aleandro Dei Gargioli, Heba Da Camino, Dusan Nemanjic, Parision De Logu, Arthr Ritz, Giangaleazzo Fieropugno, Svetislav Katerica, Cesare Visconti, Vajnoor Gylrjon, Miriam Della Rocca, Grozio Grozev, Stanislav Veliki, Morello Da Milano, Pico Della Mirandola, Raffaele Petrarca, Eddard Stark, Cayleb Stark, Violet Borgia, Tihomir Zebergan, Dimo Delian, Alamanno Cavicciuli, Irina Dobrotitsa, Tancredi Delbalzo, Giuseppe Aleramici, Djaro Terter, Gardar Dulo, Larissa Allar, Mina Tervel
Difensori: Ronaldo D'aria, Ezio Bonromeo, Potter Il Grande, Francesca Rizzati, Aiace Malatesta, Paola Bonetti, Marco Garbin, Cesare Strozzi, Roberto Sforza




(https://s9.postimg.org/cque3ez5b/Red-_Roses443.jpg)
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 26 March, 2018, 10:46:57 AM
(http://i63.tinypic.com/34855p2.jpg)


(http://i65.tinypic.com/11c6ys9.jpg)


Oddantonio Montefeltro è stato il primo Re di questo mondo.

Egli salì al Trono come I Duca dell’allora Ducato di Urbino il giorno 10 Settembre 1310 e  diventò Granduca  del Montefeltro,  Granducato composto da Urbino e Siena, con onorificenza assegnatagli da Papa Anselmo Benvenuti II nel 1311.

Quando nel 1315  i Regni di Urbino, Siena, Cagliari, Firenze e Milano si fusero , creando il Regno d’Italia , Oddantonio divenne Primo Re d’Italia e restò in carica fino al giorno della sua morte avvenuta per omicidio, il 27 Marzo 1317.


Oddantonio Montefeltro fu e resta un Magno Sovrano che difese la sua terra e il suo dilettissimo popolo con  grande coraggio ed eroismo e per essi non rinunciò a perdere la sua stessa vita.

Dell’onestà e dell’etica fece suo vessillo di esistenza e molte son le sue gesta a testimonianza perpetua di queste sue virtù. 

I suoi innumerevoli nemici furono da Egli affrontati sempre a viso aperto e mai usando le armi dell’inganno, della falsa lusinga e della doppiezza come essi invero gli riservarono, altresì i suoi Alleati furono considerati parte del suo sangue e come tali stimati e ricambiati nella profonda lealtà che gli dimostrarono.

L’Onore e l’Orgoglio che nutriva per il suo amato Regno, lo fecero agire sempre incurante dei pericoli corsi, assumendo su di sé ogni responsabilità e accettando le ritorsioni che puntualmente ebbero ferocemente a colpirlo. Ne è prova il suo omicidio che lava oggi ogni giudizio su chi gli fu accanto fino alla fine, i suoi cari, i suoi amici, il suo popolo e su Egli stesso.

Egli morì non con una spada in mano, ma con un martello, dato che costruì il suo Glorioso Regno con il sudore della fronte e fu sempre il primo a dare l'esempio di instancabile lavoratore.

In suo onore viene edificato  un mausoleo per accogliere le sue spoglie.  In questo sacro luogo riposerà finalmente in pace per l’eternità.




(http://i68.tinypic.com/29ol4cp.jpg)


Sono nato all’alba dei Tempi
Sono morto nel giorno della loro fine
Io sono Oddantonio Montefeltro
.




Oddantonio Montefeltro was the first king of this world.

He ascended the throne as I Duke of the then Duchy of Urbino on September 10, 1310 and became Grand Duke of Montefeltro, Grand Duchy composed by Urbino and Siena, with decoration given him by Pope Anselmo Benvenuti II in 1311.

When in 1315 the Kingdoms of Urbino, Siena, Cagliari, Florence and Milan merged, creating the Kingdom of Italy, Oddantonio became First King of Italy and remained in office until the day of his death by murder, March 27, 1317 .


Oddantonio Montefeltro was and remains a great sovereign who defended his land and his beloved people with great courage and heroism and for them he did not give up his own life.

Honesty and ethics made his banner of existence and many are his deeds to perpetual testimony of these his virtues .

His countless enemies were always faced openly by him and never using the weapons of deception, false flattery and duplicity as they indeed reserved him, also his allies were considered part of his blood and as such esteemed and reciprocated in the profound loyalty that they proved him.

The Honor and the Pride he had for his beloved Kingdom, made him act always unmindful of the dangers he ran, taking upon himself all responsibility and accepting the retaliation that they punctually punched at him. The proof of this is his murder, which today cleanses every judgment on who was close to him until the end, his loved ones, his friends, his people and on Himself.

He died not with a sword in his hand, but with a hammer, since he built his Glorious Kingdom with the sweat of his brow and was always the first to set the example of a tireless worker.

In his honor a mausoleum is built to receive his remains. In this sacred place he will finally rest in peace for eternity.








Ad perpetuam rei memoriam.

Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Isabella Este on 26 March, 2018, 10:59:09 AM

(http://i67.tinypic.com/wv3k45.png)

27 Marzo 1318: Il Giorno della memoria


Nel primo Anniversario della Morte del Re d’Italia, Oddantonio Montefeltro, che cadrà domani 27 Marzo, annuncio a tutta la popolazione che viene indetto un giorno di Lutto Cittadino in sua Memoria.

Il nostro amato Re con il suo spirito è ancora presente tra di noi e voglio immaginare che ci protegga da tutte le disgraziate procelle che ci hanno investito in questo anno senza tuttavia che esse potessero aver ragione di una nostra defezione verso l’impegno preso in suo Onore di mantenere Glorioso il suo Regno.

Molti sono stati infatti gli attacchi, in parole e atti, che abbiamo dovuto subire da chi, non pago della sua uccisione, ha continuato a vedere nei suoi Eredi l’ostacolo nella via intrapresa per il raggiungimento di obiettivi che miravano ancora al mantenimento di privilegi illegittimamente ottenuti.

La presa di Ferrara  tuttavia, credo che sia stato un piccolo riconoscimento al nostro sacrificio per essere rimasti ingiustamente suoi orfani, privati cioè non solo di tutti i suoi averi che erano dell’intero Regno, giacchè accantonati grazie allo spirito di abnegazione che da sempre vi contraddistingue, Stirpe benedetta del Montefeltro, ma tanto più di un Padre, di un Fratello, di un Amico.

Stringiamoci dunque in questo doloroso giorno e piangiamo il nostro amato Re Oddantonio nella divina certezza che un domani possiamo ritrovarci a gioire insieme in un’ altra vita dove odio e morte non conoscono libertà di esistere.

Amatissimi Figli, per onorare la Morte di Re Oddantonio, vi invito a recarvi nelle Sante Case d’Italia per un momento di preghiera, di fare una piccola donazione presso di esse o di osservare un giorno di digiuno.

Colgo occasione  per ringraziare i tanti Amici di Oddantonio, suoi alleati in spada e in fratellanza, che in questo anno non hanno mai cessato di dimostrarci la loro lealtà e vicinanza.

" Il mio sogno è quello di riunire sotto un'unica bandiera tricolore tutti i fratelli italici"

Sì, lui aveva un sogno ma quel sogno morì con lui.



In memoria di  Re Oddantonio Montefeltro

Primo Sovrano del Mondo,  primo Granduca di Urbino,  primo Re d’Italia

27 Marzo 1317 / 27 Marzo 1318







27 March 1318: The Day of Memory

On the first Anniversary of the Death of the King of Italy, Oddantonio Montefeltro,  that it twill be Tomorrow 27 March,  I, Queen Isabella Este his Heir, announces to the entire population that a day of Kingdom Mourning is proclaimed in his memory.

Our beloved King with his spirit is still present among us and I want to imagine that he protects us from all the unfortunate trials that have invested us in this year, without however that they could have been right of our defection towards the commitment taken in his Honor of keeping his Kingdom Glorious.

In fact, many were the attacks, in words and actions, that we had to suffer from those who, not satisfied with his killing, continued to see in his Heirs the obstacle in the path taken to achieve goals that were still aimed at maintaining unlawfully obtained privileges.

The taking of Ferrara however,  I believe it was a little recognition of our sacrifice for having been unjustly his orphans, that is, deprived not only of all his possessions that were of the entire Kingdom, since set aside thanks to the spirit of self-denial that has always distinguished you Blessed Offsprings  of Montefeltro, but more so than a Father, a Brother, a Friend.

So let's close together in this painful day and cry our beloved King Oddantonio in the divine certainty that tomorrow we may find ourselves rejoicing together in another life where hatred and death can’t know  freedom to exist.

Beloved Sons, to honor the Death of King Oddantonio, I invite you to go to the Holy Houses of Italy for a moment of prayer,  to make a small donation with them or to observe a day of fasting.

I take the opportunity to thank the many Friends of Oddantonio, his allies in sword and brotherhood, who in this year have never ceased to demonstrate their loyalty and closeness to us.

"My dream is to gather together all the italic brothers under a single tricolor flag"

Yes, he had a dream but that dream died with him.


In memory of King Oddantonio Montefeltro

First Sovereingn of the World, first Grand Duke of Urbino, first King of Italy

27 March 1317/27 March 1318




(http://i65.tinypic.com/9a9yqr.png)



(https://s9.postimg.org/7eq39zw8v/Tricol.jpg)
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Gregorios Kantakouzenos on 27 March, 2018, 11:17:43 AM
27 Μαρτίου 1318: Αnte diem sextum Kalendas

(https://1.bp.blogspot.com/-DfkTHo6YnAI/WO0W2BuF0lI/AAAAAAAACvI/hHkWQJK5sSYJhOUmJ1_hTyGkP7-djqvJgCLcB/s1600/badia%2B2.jpg)

 

 On a rainy day of March I visited the mausoleum of King Oddantonio da Montefeltro. My visit was unscheduled, I came as a friend only to pay my respects to the great King and express my deepest sympathy to Queen Isabella Este, the nobles and the Italian people.

 As I remained alone in front of the tomb, my mind didn't travel to the thoughts of life's vanity but what we could accomplish together at the future. I wish someone could tell you “Beware the 6th day before the Kalends” but none could confront you. One year later of your death, the alliance with your name, will continue your course, will walk and act at your steps, it will be the Iron Fists of King Oddantonio da Montefeltro legacy.

 I made a step back and undressed my purple chlamys, i folded and let it touch the tombstone, a cloth worth of an Emperor.
Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Dusan Nemanjic on 29 March, 2018, 12:39:51 PM
After long days of riding , Tsar Dusan finally reached Mausoleum of his great friend King Oddantonio Montefeltro... Dusan sit on ground near the tomb and start thinking of his old ally and all great deeds he have done... I appologize to you for being a bit late and not coming earlier my friend , it is hard for me to look one of my greatest friends and the most powerful man I have met laying here now after injustice that has happened... But worry not brother, wherever you are now and I like to think that you are drinking wine with all great warriors like you are and watch your friends fighting for you... Your heirs will make sure that your legacy carry on further ... And trust me your name will never be forgotten by your friends and we are going to make sure that your enemies remember you even better!
Dusan open small glass of rakia , drink half and half spills on the ground near the tomb in a sign of sharing his drink with his friend like they used to while great King Oddantonio was alive.
Dusan was standing near the tomb in silence for few minutes more and after that he mounted his horse and rided in direction of Palace of Urbino...

Title: Re: MAUSOLEO DI RE ODDANTONIO MONTEFELTRO
Post by: Gregorios Kantakouzenos on 12 January, 2019, 11:26:04 AM
...Where are we going?... Angelo (Emperor's lieutenant and companion at Rome/Urbino voyage) asked me

(http://www.terrediurbino.it/Handlers/ImageFlower.ashx?image=263812%2Frampainterno.jpg&class=entity_minislide(wide)&doc=10890&lan=it&crop=cf)

...We will visit the final rest place of a great King...

Angelo didn't reply and continue descending the wide stone staircase