Author Topic: [ORP] Una sosta breve, ma gradita  (Read 9126 times)

Giulia Aldobrandeschi

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 2720
  • Honour: 1
[ORP] Una sosta breve, ma gradita
« on: 30 March, 2013, 09:38:13 AM »
Giulia era in viaggio da qualche giorno, aveva visitato molti luoghi e ormai era sulla via del ritorno nelle Fiandre. Era ora di tornare a casa.

Quella mattina si era svegliata molto presto, come sua abitudine, e aveva percorso il primo tratto di viaggio fino a Venezia.
Aveva lasciato il cavallo in consegna presso la locanda dove era solita fermarsi e  fatto due chiacchere con la locandiera.

Lei l'accoglieva sempre con uno sguardo lievemente ironico, squadrandola da capo a piedi, soffermandosi sui lunghi capelli color rame sempre un po' scompigliati
e gli abiti maschili da viaggio impolverati, sicuramente pratici ma poco adatti ad una signora.
"Non vorrete uscire a fare una passeggiata per le calli in queste condizioni, mia signora?"

"Mia cara Malgarita, non posso  fermarmi che per una breve passeggiata, la strada del ritorno è ancora lunga. Sì, lo so, mi sono trasferita piuttosto lontano"  - rispose Giulia sorridendo. Margarita non la disturbava con quelle sue osservazioni, erano fatte con affetto e in fondo c'era del vero in esse.... Venezia era pur sempre Venezia, con la sua eleganza e le varie genti che la visitavano per i commerci.

"Almeno un pettine e uno specchio, mia signora!" - rispose burbera, ma con l'affetto negli occhi, porgendole gli oggetti in questione.

Giulia accettandoli sorrise e scherzando a sua volta, le fece una riverenza di rimando. In quello gli abiti non la impacciavano di certo e Malgarita non se ne sarebbe offesa.
 
Ora era nella piazza di San Marco, la luce sulla laguna bellissima....
La città era ancora in parte addormentata, a parte bottegai e apprendisti che cominciavano ad affacendarsi per le calli, passeggio' un po'....
Forse avrebbe incontrato qualche viso noto, forse no, ma sicuramente la passeggiata sarebbe stata estremamente gradevole....
i colori e i profumi di Venezia rallegravano sempre il cuore.
« Last Edit: 04 April, 2013, 10:30:47 PM by Giulia Aldobrandeschi »



Verba movent, exempla trahunt - εἶ, γνῶθι σεαυτόν, μηδὲν ἄγαν

Giulia Aldobrandeschi

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 2720
  • Honour: 1
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #1 on: 06 June, 2013, 08:39:54 PM »
Giulia era giunta a Venezia nel tardo pomeriggio, stanca per il viaggio, ma soddisfatta.
Appena arrivata,  aveva subito provveduto a congedare il conducente del carro - "Potete fare ritorno nelle Fiandre, Elfred, ora io proseguirò il viaggio in altro modo."
Pregustava già la cavalcata dell'indomani, la brezza sul viso, i capelli scompigliati .... con quei pensieri varcò la soglia della locanda in cui
era solita soggiornare. Margarita la accolse con caldo sorriso, era un po' che mancava da Venezia, ma subito la squadrò da capo a piedi
come era solita fare, non senza un velo di ironia.

"Ho passato il vostro esame questa volta, cara Margarita?
Spero che sarete un po' indulgente, il viaggio è stato lungo oggi....
ma temo di dovervi deludere, domani non sarete altrettanto soddisfatta."
- rispose di rimando al suo sguardo, sorridendo ironica a sua volta.

Margarita, scuotendo il capo, le porse la chiave della sua stanza abituale. 
Ridiscese dopo non molto, era curiosa di ascoltare delle novità di Venezia.... aveva notato molta animazione per le calli.

"Ditemi, cara Margarita, quali nuove qui a Venezia? Mi è giunta voce di molte nuove costruzioni e di molte novità..."
Sollecitata la locandierà cominciò a raccontare con dovizia di particolari. Giulia ascoltò attentamente ogni dettaglio, finché la curiosità di vedere con i suoi stessi occhi non fu tale da farle implorare  Margarita di fermarsi.
Margarita colse prontamente la sua espressione - "Andate voi stessa a vedere, Dama Giulia, e mi raccomando non dimenticatevi della nuova Accademia!"

Giulia si incamminò per le calli, guardandosi intorno e assorbendo ogni suono, colore e profumo che la circondava e di cui Venezia era sempre estremamente ricca. Passò per il mercato, osservandone le novità, contemplò i nuovi palazzi della Chiesa, ma guidata dalle sue usuali passioni chiese ben presto indicazioni per l'Accademia.

Ritornando alla locanda avrebbe scritto un messagio di saluto al Doge Giovanni, ma ora era veramente curiosa di visitare la biblioteca
dell'Accademia. Varcata la soglia chiese il permesso al Conte Auditore di consultarne una specifica sezione, forse un po' inconsueta vista l'espressione che ne ebbe di rimando.
"Bene, probabilmente potrò consultare i tomi con tutta tranquillità..." - pensò fra sè e sè.

 
« Last Edit: 06 June, 2013, 08:50:59 PM by Giulia Aldobrandeschi »



Verba movent, exempla trahunt - εἶ, γνῶθι σεαυτόν, μηδὲν ἄγαν

(RIP) Alessandro VI

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 208
  • Honour: 0
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #2 on: 07 June, 2013, 11:33:31 AM »
Friedrich passava buona parte delle sue giornata nella biblioteca dell'Accademia, da quando quest'ultima era stata ultimata. Non poteva impedirsi di restare meravigliato dalla vastità e dalla ricchezza delle opere letterarie raccolte in quella biblioteca, pure di così recente costruzione. Certamente larga parte del merito andava al Direttore dell'Accademia che aveva avuto l'accortezza di raccogliere e conservare così tante opere di pregio.
Si ritrovò, quasi per caso, assorto nelle meditazione che gli inducevano i titoli dei libri, in una delle sezioni meno frequentate dalla biblioteca. Vi si conservano i testi di sapienze e culture antiche, ormai quasi del tutto sconosciute ai più. Così fu sorpreso di scorgere, seduta ad un tavolo, a poca distanza da dove si trovava lui, una dama, immersa nella lettura di uno di quei polverosi volumi. Avvicinandosi poté scorgere, alla tremolante luce della lanterna che rischiarava la lettura della nobildonna, una serie di libri, impilati sul tavolo. Il primo della pila recava un titolo particolare, intarsiato a lettere d'oro.

"De Plantis. Un grande libro" disse Friedrich, aprendo la copertina di cuoio. "Quella conservata in questa biblioteca è una copia molto pregevole, magnificamente illustrata, se ne trovano pochi altri esemplari di questa fattura", commentò dando uno sguardo al frontespizio.

Giulia Aldobrandeschi

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 2720
  • Honour: 1
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #3 on: 07 June, 2013, 06:14:20 PM »
Giulia aveva guardato con ammirazione i volumi conservati in quella parte della biblioteca, sia per le opere presenti, sia per la pregevole fattura delle loro rilegature.
Avrebbe desiderato di soffermersi ben di più del tempo che aveva a disposizione questa volta prima di ripartire. "Ritornerò presto!" - pensò fra sè e sè sorridendo.

La mano accarezzò i dorsi delicatamente, quasi sfiorandoli appena. Ne portò alcuni su un tavolo lì accanto, indecisa da quale cominciare la lettura. Un paio sicuramente erano di grande interesse per lei.
Aveva sgranato gli occhi, era raro vederne una copia e mai avrebbe immaginato di trovarla a Venezia. Le rivenne alla memoria quando il suo tutore gliene aveva parlato la prima volta, con Maanar che li osservava sorridendo...

Era immersa nella lettura del primo, quando una voce la riscosse all'improvviso.
"De Plantis. Un grande libro. Quella conservata in questa biblioteca è una copia molto pregevole, magnificamente illustrata, se ne trovano pochi altri esemplari di questa fattura."

Sollevò lo sguardo, incuriosita e vide un uomo giovane, vestito sobriamente. Non lo aveva mai visto prima e non aveva idea di chi fosse, ma la sua presenza in quel luogo e le sue parole, la indussero a sorridergli.... il senso di complicità che lega coloro che cercano le conoscenze perdute nelle pieghe del passato si era risvegliato all'istante, così come la sua curiosità.

"Avete ragione, una copia sicuramente estremamente pregevole, in particolare nella precisione di riproduzione delle tavole... la conoscete?" - rispose sorridendo gentilmente, in attesa che l'uomo si presentasse.





« Last Edit: 07 June, 2013, 08:08:58 PM by Giulia Aldobrandeschi »



Verba movent, exempla trahunt - εἶ, γνῶθι σεαυτόν, μηδὲν ἄγαν

(RIP) Alessandro VI

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 208
  • Honour: 0
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #4 on: 07 June, 2013, 07:25:41 PM »
"Avete ragione, una copia sicuramente estremamente pregevole, in particolare nella precisione di riproduzione delle tavole... la conoscete?"
"Non quanto vorrei, devo ammettere" rispose Friedrich "Ho sentito dire che, contrariamente a quanto si credeva fin'oggi, sembra che la paternità di quest'opera non sia da attribuirsi da Aristotele... Voi che ne pensate?", domandò con un leggero sorriso.
"Oh, ma che sbadato, dove sono finite le mie buone maniere? Viste le circostanze, mi vedo obbligato a presentarmi da me. Il mio nome è Friedrich von Luxemburg, Madame" disse Friedrich con un leggero inchino all'indirizzo della giovane dama.

Giulia Aldobrandeschi

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 2720
  • Honour: 1
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #5 on: 07 June, 2013, 08:07:23 PM »
"Non quanto vorrei, devo ammettere.Ho sentito dire che, contrariamente a quanto si credeva fin'oggi, sembra che la paternità di quest'opera non sia da attribuirsi da Aristotele... Voi che ne pensate?"


Giulia sorrise, il suo istinto non si era sbagliato a giudicare a prima vista quell'uomo.
"L'ho sentito dire, in effetti. Ma finora di questa opera avevo solo sentito parlare, per quanto mi interessasse particolarmente consultarla.  Non oserei pronunciarmi, se non dopo averla confrontata con altre sue opere, di altrettanto difficile reperimento in questi tempi...."
- rispose Giulia, pensando per un attimo ai due tomi ora custoditi nel castello ad Andernach, di cui il suo tutore le aveva fatto dono anni prima.

"Ma perdonatemi, a quanto pare, sono caduta nel vostro medesimo errore. Il mio nome è Giulia Aldobrandeschi, sono di passaggio qui a Venezia." - aggiunse sorridendo - "Friedrich von Luxemburg? Anche voi un forestiero?..."



Verba movent, exempla trahunt - εἶ, γνῶθι σεαυτόν, μηδὲν ἄγαν

(RIP) Alessandro VI

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 208
  • Honour: 0
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #6 on: 07 June, 2013, 09:21:41 PM »
"Ma perdonatemi, a quanto pare, sono caduta nel vostro medesimo errore. Il mio nome è Giulia Aldobrandeschi, sono di passaggio qui a Venezia. Friedrich von Luxemburg? Anche voi un forestiero?..."

"Enchantée, Madame. Sì, io sono tedesco; per l'esattezza la mia famiglia è originaria del Lussemburgo, ora possedimento francese", raccontò brevemente Friedrich.
"Voi, invece, non dovreste aver fatto troppa strada per trovarvi qui a Venezia" riprese con un cortese sorriso "intendo dire che il Vostro nome sembra italico, se non sbaglio, Madame".

"Quanto alla paternità dell'opera" riprese dopo una breve pausa Friedrich, posando la mano nuovamente sul libro "in questa biblioteca è conservata una lodevole e completa raccolta dell'Organon. Ma, vogliate perdonare il mio ardire, non credo che Voi non abbiate mai letto Aristotele. Sapete leggere il latino e posso supporre ragionevolmente che i testi su cui avete imparato questa lingua appartenessero proprio allo Stagirita. E' quasi sempre una prassi presentare i suoi testi a chi si accinge all'apprendimento del latino, Madame".

Giulia Aldobrandeschi

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 2720
  • Honour: 1
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #7 on: 09 June, 2013, 01:57:49 PM »
"Voi, invece, non dovreste aver fatto troppa strada per trovarvi qui a Venezia" riprese con un cortese sorriso "intendo dire che il Vostro nome sembra italico, se non sbaglio, Madame".

Giulia sorrise cortesemente - "Avete ragione le mie origini sono italiche. Da qualche tempo mi sono trasferita nelle Fiandre, ma viaggio abbastanza di frequente. Siete anche voi solo di passaggio o soggiornate abitualmente qui a Venezia?"

Riflettè un attimo e poi aggiunse - "Credo che il De Plantis andrebbe confrontato non con l'Organon, bensì con altre opere dello Stagirita più contigue come argomento, anche se non facilmente consultabili.
Quanto all'Organon, ho  letto con particolare attenzione gli Analytica Priora e Posteriora. Suppongo li conosciate bene anche voi, Monsieur."

 
Giulia era curiosa di conoscere di più circa l'identità dell'uomo che aveva di fronte, la cui conversazione era così piacevole ed erudita, ma non era opportuno domandare direttamente...



Verba movent, exempla trahunt - εἶ, γνῶθι σεαυτόν, μηδὲν ἄγαν

(RIP) Alessandro VI

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 208
  • Honour: 0
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #8 on: 12 June, 2013, 12:41:27 PM »
 "Credo che il De Plantis andrebbe confrontato non con l'Organon, bensì con altre opere dello Stagirita più contigue come argomento, anche se non facilmente consultabili.
Quanto all'Organon, ho  letto con particolare attenzione gli Analytica Priora e Posteriora. Suppongo li conosciate bene anche voi, Monsieur
".

"Ne convengo, Madame. D'altronde il Nostro non si è certo fatto scrupolo di affrontare i più disparati temi. Una poliedricità che è sicuramente il più lampante indizio della sua scienza", asserì Friedrich con un vago sorriso, quasi ironico.
"Quanto agli Analitici, sicuramente non pretendo di conoscerne i più profondi segreti, ma sono certo che il metodo di conoscenza del mondo che ci circonda, individuato da Aristotele nello strumento del sillogismo, sia senza alcun dubbio molto efficace. Anche se, forse, talvolta può trarre in errore. Non sempre ciò che caratterizza il generale si riscontra anche nel particolare... ma questo è il parere di un uomo di intelletto ben inferiore rispetto ad Aristotele, Madame", concluse con spirito Friedrich.

"Mi dicevate invece che siete di origine italica, ma recentemente avete deciso di emigrare nelle Fiandre. Cosa vi ha portato dunque quest'oggi a Venezia, concedendomi la chance si questo graditissimo incontro, Madame? Forse nostalgia di casa?", chiese Friedrich in tono più leggero.

Prima che Madame Aldobrandeschi potesse rispondergli, si udì una voce uscire dall'oscurità dei corridoi alle spalle di Friedrich: "Eurer Eminenz...". Era Alexandre, il fido scudiero di Friedrich, silenziosamente comparso alle spalle del suo padrone, con un'espressione enigmatica.
"Was ist los?", chiese Friedrich con lo stesso tono leggero usato poco prima, per poi accorgersi dell'espressione del suo servitore, che tendeva un piccolo biglietto al suo padrone, in silenzio.
Friedrich prese il biglietto e lo lesse velocemente. Chiuse gli occhi un'istante, poi disse semplicemente, rivolto ad Alexandre, con voce grave: "Die Glocken... Le campane, fa suonare le campane".
Dopo un inchino, Alexandre si allontanò. Friedrich fissò per qualche momento la giovane nobildonna di fronte a lui, poi disse: "Perdonate l'interruzione, Madame. Una brutta, ma urgente notizia. Dicevate?"

Giulia Aldobrandeschi

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 2720
  • Honour: 1
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #9 on: 14 June, 2013, 10:33:01 PM »
Giulia sorrise divertita all'ultimo commento. La conversazione era particolarmente interessante, oltre che arguta e i modi dell'uomo estremamente cortesi.

"Mi dicevate invece che siete di origine italica, ma recentemente avete deciso di emigrare nelle Fiandre. Cosa vi ha portato dunque quest'oggi a Venezia, concedendomi la chance si questo graditissimo incontro, Madame? Forse nostalgia di casa?"

"Vi ringrazio per le vostre gentili parole, Monsieur. Venezia è una città che amo, ha un fascino a cui non si può rimanere insensibili....
Essendo in viaggio, ho pensato di fermarmi qui per la notte e visitare la nuova accademia, ma ritornerò a breve nelle Fiandre. "


Giulia non aveva mancato di notare la conversazione con il servitore dell'uomo e lo strano accenno alle campane che di lì a poco presero a suonare.
Lo guardò per un attimo incuriosita, poi riportò lo sguardo sui libri posati sul tavolo e aggiunse "E Voi, Monsieur, venite spesso qui? A quali opere siete più interessato?"






Verba movent, exempla trahunt - εἶ, γνῶθι σεαυτόν, μηδὲν ἄγαν

(RIP) Alessandro VI

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 208
  • Honour: 0
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #10 on: 15 June, 2013, 11:07:16 AM »
"E Voi, Monsieur, venite spesso qui? A quali opere siete più interessato?"

Friedrich esitò qualche istante, poi rispose con deliberata lentezza: "Non così spesso come vorrei, credo. La conoscenza è come un tesoro, più se ne accumula, più si sente di non possederne a sufficienza... Tuttavia, come vi dicevo Madame, non posso dedicare allo studio tutto il tempo necessario.
"Mi interesso particolarmente dei testi che custodiscono le leggi e la sapienza della Giustizia
", continuò Friedrich, osservando con interesse la nobildonna "per passione, ma anche per dovere. Sono il Cancelliere del Regno di Venezia, e come tale la Giustizia di questo Regno è una mia responsabilità", aggiunse, distogliendo lo sguardo e fissandolo lungo il corridoio debolmente illuminato.

"Invece quali sono le opere che destano maggiormente il Vostro interesse, Madame? Avete detto di essere in viaggio verso le Fiandre, ma la strada è ancora lunga. Suppongo quindi che ci sia qualche argomento che suscita in particolare Vostro interesse, tanto da indurvi a sostare qui", chiese Friedrich, tornando ad osservarla.

Giulia Aldobrandeschi

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 2720
  • Honour: 1
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #11 on: 16 June, 2013, 06:57:41 PM »
"Mi interesso particolarmente dei testi che custodiscono le leggi e la sapienza della Giustizia, per passione, ma anche per dovere. Sono il Cancelliere del Regno di Venezia, e come tale la Giustizia di questo Regno è una mia responsabilità."


Giulia annuì, notando per altro come gli occhi dell'uomo si fossero illuminati a quelle parole.... era mancata da Venezia veramente da tempo e di molti cambiamenti introdotti dal Doge non era del tutto a conoscenza. 

"Invece quali sono le opere che destano maggiormente il Vostro interesse, Madame?"

Giulia riflettè un attimo, indugiando sull'opportunità di entrare eccessivamente nei particolari - "Credo siano in verità abbastanza diverse da quelle di vostro interesse principale. Sicuramente amo leggere di piante e erbe medicinali, è una conoscenza che mi è stata trasmessa dalla mia nutrice.... più in generale della descrizione di ciò che ci circonda e delle sue leggi...."

Guardò negli occhi l'uomo, sapeva bene che l'argomento era un po' insolito. Quindi con tono più leggero aggiunse sorridendo - "Credo si sia fatto piuttosto tardi. Avrei l'ardire di domandarvi la gentilezza di accompagnarmi alla locanda dove alloggio se i vostri impegni ve lo permettono, Monsieur. Lascio a voi decidere la strada più adatta, Venezia ha subito tali cambiamenti che sono curiosa di vederne nuovi scorci."

Che Giulia fosse avvezza alla spada, quanto ai libri non era d'interesse in quel momento.... tanto più che la spada era rimasta più propriamente nella sua camera alla locanda, celata nel resto dei bagagli.
« Last Edit: 19 June, 2013, 08:59:04 PM by Giulia Aldobrandeschi »



Verba movent, exempla trahunt - εἶ, γνῶθι σεαυτόν, μηδὲν ἄγαν

(RIP) Alessandro VI

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 208
  • Honour: 0
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #12 on: 16 June, 2013, 07:41:56 PM »
"Credo siano in verità abbastanza diverse da quelle di vostro interesse principale. Sicuramente amo leggere di piante e erbe medicinali, è una conoscenza che mi è stata trasmessa dalla mia nutrice.... più in generale della descrizione di ciò che ci circonda e delle sue leggi...."

Friedrich fece un leggero cenno di assenso: "Le passioni che nascono nell'infanzia sono spesso le compagne di un'intera vita, Madame. Certo, la Vostra è quantomeno particolare. E' raro incontrare qualcuno che sia davvero addentro ai segreti di piante ed erbe officinali. Spero per Voi che abbiate messo queste conoscenze a frutto e, magari, anche al servizio dei Vostri concittadini".

 "Credo si sia fatto piuttosto tardi. Avrei l'ardire di domandarvi la gentilezza di accompagnarmi alla locanda dove alloggio se i vostri impegni ve lo permettono, Monsieur. Lascio a voi decidere la strada più adatta, Venezia ha subito tali cambiamenti che sono curiosa di vederne nuovi scorci."

Friedrich non poté impedirsi di fare una leggera smorfia, quasi un ghigno ironico ad udire queste parole.
"Sarà un onore per me potervi scortare ove preferite, Madame. Tuttavia, quanto all'itinerario, temo dovremo affidarci entrambi al mio servitore. Sono a Venezia da poco tempo, non padroneggio ancora le strade e i vicoli di questa bella città.
"Se volete seguirmi, Madame... La mia carrozza è qui fuori", aggiunse Friedrich con un movimento del braccio.

Giulia Aldobrandeschi

  • General group
  • Hero Member
  • *
  • Posts: 2720
  • Honour: 1
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #13 on: 17 June, 2013, 11:37:40 AM »
"Le passioni che nascono nell'infanzia sono spesso le compagne di un'intera vita, Madame. Certo, la Vostra è quantomeno particolare. E' raro incontrare qualcuno che sia davvero addentro ai segreti di piante ed erbe officinali. Spero per Voi che abbiate messo queste conoscenze a frutto e, magari, anche al servizio dei Vostri concittadini".

Giulia distolse lo sguardo, ricordando per un attimo la sua infanzia e prima giovinezza... la serena, ma profonda, passione e pazienza con cui Vilfred e Manaar le avevano trasmesso ogni loro conoscenza in prima persona e non solo...
Una punta di dolore la colse, non aveva ancora del tutto fatto i conti con la loro perdita.

Guardandolo dritto negli occhi, lo sguardo serio e sicuro, rispose - "Avete ragione, Monsieur. La conoscenza non deve essere mai sprecata e sempre tramandata a sua volta.
Le erbe e le piante custodiscono segreti antichi. Vanno dosate nelle corrette proporzioni per ottenere lo scopo voluto e non far viceversa danno..."

Sorridendo, con tono più leggero aggiunse - "Avevo un piccolo laboratorio in quel di Milano un tempo e mai avrei potuto abbandonare alambicchi e strumenti al mio trasferimento nelle Fiandre."

Non aveva mancato di notare la smorfia sul suo volto, ma non ne comprese il motivo. "Vi ringrazio di cuore per la gentilezza che mi dimostrate, Monsieur." - disse avviandosi verso la strada, non dopo aver rivolto ai tomi un ultimo sguardo.
"Troppo poco tempo...."

La carrozza che vide era sobria, ma comoda. "Dove ho già visto questo stemma?" - pensò fra sè....
guardò per un poco gli edifici scorrere sotto i suoi occhi, ma poi rivolse nuovamente lo sguardo al suo accompagnatore.



Verba movent, exempla trahunt - εἶ, γνῶθι σεαυτόν, μηδὲν ἄγαν

(RIP) Alessandro VI

  • General group
  • Full Member
  • *
  • Posts: 208
  • Honour: 0
Re: [ORP] Una sosta breve, ma gradita
« Reply #14 on: 17 June, 2013, 02:15:06 PM »
Dopo aver fatto salire la gentildonna in carrozza, Friedrich impartì velocemente gli ordini ad Alexandre. Fece appena in tempo ad accomodarsi a sua volta di fronte a madame Aldobrandeschi e già la carrozza era in movimento.
Rimase per qualche momento in silenzio, osservando la giovane seduta di fronte a lui guardare il paesaggio cittadino in movimento. Quando costei tornò a posare il suo sguardo su di lui, disse: "Dunque dicevate di essere originaria di Milano, se ho ben inteso, Madame? Immagino dunque che vi siate recata spesso qui a Venezia, prima del Vostro trasferimento nelle fredde terre del Nord. Mancavate da molto tempo da Venezia?", aggiunse in fine, con interesse.